Gli uccellini cinguettano, i fiori sbocciano, i raggi di sole iniziano a scaldare, le ore di buio si accorciano lasciando spazio alla luce: è proprio aria di primavera!
Appena arrivano i primi caldi ci viene voglia di uscire e visitare tanti posti, perché trascorrere delle domeniche soleggiate in casa proprio non ci va. Ma dove andare? Ci sono così tanti luoghi in Italia da vedere!
Perciò ho pensato di fare questo post, e pensando alle nostre regioni e ai luoghi che ho visitato, stilare una lista di mete da nord a sud dove andare in primavera in un weekend. Ho cercato di accontentare tutti i gusti e spero tu riesca a trovare la destinazione giusta per te :-)
Ecco allora dove andare in primavera in Italia in 10 mete da nord a sud.
Buona lettura!

Dove andare in primavera in Italia: 10 idee per un weekend

1.Lago di Tenno e dintorni (Trentino Alto Adige)

Lago-di-tenno

Lago di Tenno, Trentino-Alto Adige

Partiamo dal nord per consigliarti subito un posto splendido, di cui mi sono rimasti impressi i colori verde smeraldo: il Lago di Tenno.
Nel mio weekend nel Garda Trentino ho scoperto luoghi incantevoli come Riva del Garda, Limone sul Garda, Arco di Trento, il Lago di Tenno e Canale di Tenno.
Nella stagione primaverile sul lago ci sarà poca gente, considerato che in estate è un luogo preso d’assalto perché qui si può fare il bagno. Per questo è l’ideale da visitare in primavera, insieme alle città che ho menzionato nei dintorni.
Tra l’altro sul Lago di Tenno si possono fare rilassanti passeggiate ed escursioni più impegnative. Lungo il percorso che circonda il lago ci si può sedere e magari fare un bel picnic.
Mi raccomando, non andar via dal Trentino senza aver assaggiato la carne salada!

♥Scopri di più sul Lago di Tenno → Visitare il Lago di Tenno: passeggiate ed escursioni. Info utili

2.Trieste (Friuli Venezia Giulia)

palazzo del municipio-trieste

Palazzo del Municipio, Piazza Unità d’Italia – Trieste

Trieste è una di quelle città a mio parere sottovalutate, come un po’ tutto il Friuli. Sarà perché nella cartina dell’Italia è lì, in alto all’angolino, ma non si visita spesso. Eppure qui ci sono tanti posti interessanti, che ho avuto il piacere di scoprire quando abitavo in Veneto.
Diverse sono state le escursioni giornaliere o weekend per visitare città come Gorizia, Udine, Grado, Gradisca d’Isonzo e Trieste.
Innanzitutto a Trieste c’è il Castello di Miramare, un luogo fiabesco in cui puoi ammirare panorami mozzafiato. Poi in centro ci sono musei come il Museo Revoltella, che contempla fra le altre, un’opera di Hayez, De Chirico, Morandi, Fontana. Il Canal Grande, una delle immagini più belle di Trieste, il Colle San Giusto con la Basilica Romana, la Cattedrale di San Giusto e il Castello di San Giusto, il Teatro Romano e la grande Piazza dell’Unità.

♥ Scopri di più su Trieste → Trieste: cosa vedere in un giorno – Itinerario con mappa

Scegli e prenota la tua attività a Trieste

3.Verona

Castelvecchio-verona

Castelvecchio, Verona

Che dire di Verona? Una città così non ha bisogno di presentazioni, la sua fama la precede! Non ci ho pensato un attimo prima di inserirla tra le mete dove andare in primavera in Italia.
Come non fare un selfie con l’Arena di Verona o il Balcone di Giulietta, ovvero i luoghi iconici della città degli Innamorati?
A Verona c’è da vedere inoltre Piazza Bra, la Casa di Giulietta con la famosa statua dell’innamorata, Piazza dei Signori e la Torre dei Lamberti, sulla quale si può salire e osservare un panorama eccezionale.
Piazza delle Erbe in cui spicca la scalinata del Palazzo della Ragione, Ponte di Castelvecchio e il Castello Scaligero, la Basilica di San Zeno, il Complesso della Cattedrale, la Chiesa di Sant’Anastasia (quasi mai inserita negli itinerari di Verona, ma prendine nota perché gli interni ti lasceranno a bocca aperta) e infine la Funicolare di Castel San Pietro. Verona da una posizione privilegiata la puoi vedere solo qui, da Castel San Pietro, ancor più suggestiva con le luci del tramonto o della sera (come ho fatto io).

Per scoprire Verona hai l’imbarazzo della scelta, le ho dedicato ben tre articoli:

Verona in love: itinerario romantico per San Valentino
Verona: cosa vedere in due giorni – Itinerario con mappa
Verona in un giorno: itinerario a piedi con mappa

Tour e attività a Verona

4.Torino (Piemonte)

Mole Antonelliana, Torino

Mole Antonelliana, Torino

Tra le destinazioni in cui andare in vacanza a primavera, Torino non può mancare. Ho abitato qui per tre anni appena sposata e ho bellissimi ricordi. Torino è ricca di luoghi di interesse, come musei (basti pensare al Museo Egizio), ampie piazze, monumenti.
Da vedere a Torino:

  • la Mole Antonelliana, il suo simbolo, e l’annesso Museo del Cinema;
  • Piazza Vittorio e Piazza San Carlo;
  • il Parco del Valentino con il borgo medievale;
  • Piazza Castello con il Palazzo Reale;
  • Porta Palatina;
  • il Museo Egizio;
  • la Cattedrale di Torino;
  • la Basilica di Superga;
  • l’elegante Reggia di Venaria (a pochi chilometri).

Prenota il tuo weekend a Torino, sono certa che non te ne pentirai! Intanto, per saperne di più, ecco due articoli dedicati:

Torino: cosa vedere in un giorno
Cosa vedere a Torino in due giorni: itinerario con mappa

Scegli la tua attività a Torino e prenota!

5.Ravenna (Emilia-Romagna)

Mosaici dettagli-Basilica di San Vitale Ravenna

Dettagli mosaici, Basilica di San Vitale – Ravenna

Ravenna è una città ricca di opere d’arte e ben 8 siti patrimonio UNESCO. Pensa che conserva il più ricco patrimonio di mosaici dell’umanità risalente al V e VI secolo.
Sapevi che a Ravenna è sepolto Dante? Molti pensano che la sua tomba sia a Firenze, invece è proprio qui a Ravenna!
A chiudere le bellezze di Ravenna ci sono ben 35 km di costa per rilassarsi in estate, una cucina ricca e il parco divertimenti Mirabilandia.
Io consiglio Ravenna fra le mete dove andare in primavera in Italia perché in estate, appunto, si affolla di turisti.
Cosa vedere a Ravenna? La Basilica di San Vitale, il Mausoleo di Galla Placida, la Basilica di Sant’Apollinare Nuovo, il Battistero Neoniano… tutti posti che ti lasceranno senza fiato per la bellezza dei mosaici.
Poi la Tomba di Dante, Piazza del Popolo, Basilica di Sant’Apollinare in Classe, la Cattedrale e la Basilica di San Francesco, dove è stato celebrato il funerale di Dante e che conserva la famosa cripta sotterranea allagata in cui nuotano i pesci!

♥Scopri tutto su Ravenna nell’articolo dedicato → Ravenna, cosa vedere in un giorno – Itinerario con mappa

6.Pesaro Urbino e dintorni

Parete di Libri, Palazzo Mosca - Pesaro

Parete di Libri, Palazzo Mosca – Pesaro

Pesaro è una città che insieme a Urbino ho scoperto recentemente, da quando abito a Rimini. Mi sono ripromessa infatti di arricchire il mio blog visitando le Marche, l’Umbria e il centro Italia.
Pesaro si trova sul mare ed è la città di Rossini, dove è nato il famoso compositore.
Il suo lungomare con la Palla di Pomodoro sono tra le prime cose da vedere a Pesaro, immancabile Piazza del Popolo con la fontana monumentale detta la “Pupilla” di Pesaro e il Palazzo Ducale. Il teatro, la casa e il museo dedicati a Rossini, la Cattedrale di Santa Maria Assunta, la Rocca Costanza e il Villino Liberty. Puoi, in alternativa, oziare semplicemente su una delle sue tante spiagge, respirando  aria buona e mettendo ammollo un po’ i piedi nell’acqua.
Suggerisco di fare un weekend in questa zona e visitare anche Urbino, città del Rinascimento e di Raffaello, che qui è nato. Ci sono infatti la sua casa e il teatro a lui dedicati.
Imperdibili la Galleria Nazionale delle Marche, all’interno del Palazzo Ducale, che custodisce opere importanti di artisti celebri, e la Fortezza Albornoz dalla quale si ha un panorama mozzafiato su Urbino.
Oppure si potrebbe visitare Pesaro e dintorni, perché ci sono diversi borghi e posti incredibili, sconosciuti ma che aspettano di essere solo scoperti come, ad esempio, la medievale Gradara, Acqualagna, Fano, Monte Grimano Terme e tanti altri.

♥Vuoi visitare Pesaro? Ecco l’itinerario → Pesaro: cosa vedere in un giorno – Itinerario con mappa

7.Cinque Terre (Liguria)

vernazza - 5 terre

Vernazza, Cinque Terre – Liguria

Le Cinque Terre sono la meta perfetta dove andare in vacanza in primavera in Italia, perché durante l’estate sono piene di turisti. Io ci sono stata in aprile e l’ho potute ammirare con tutta tranquillità.
Parliamo di cinque pittoreschi e colorati borghi affacciati sull’azzurro mar ligure, dei veri gioielli.
C’è Monterosso, il più antico e grande borgo delle 5 terre, Vernazza che è una vera terrazza sulla scogliera con un porticciolo pieno di barchette.
Riomaggiore e Manarola, anch’essi con le casette colorate addossate, le viuzze e i vicoletti labirintici, un grazioso porticciolo e diversi scorci sul mare dalla bellezza indescrivibile. Infine Corniglia, l’unico a non avere accesso diretto al mare perché situato su un promontorio. In questi cinque borghi potrai sbizzarirti a fare foto da cartolina, credimi!

Tips: consiglio di acquistare come souvenir un buon pesto, quello Ligure locale è inconfondibile!

♥ Scopri di più sul le Cinque Terre → Itinerario di un giorno alle Cinque Terre: cosa vedere, info pratiche e consigli

Vuoi visitare le Cinque Terre con dei tour guidati?
Clicca qui → Tour guidato di Portovenere, Monterosso e Vernazza + Ingresso al Parco Nazionale delle Cinque Terre
Biglietti per Parco Nazionale delle Cinque Terre
Tour in kayak: Monterosso + Snorkeling

8. Lecce (Puglia)

dettaglio santa croce lecce

Dettaglio, Basilica di Santa Croce – Lecce

Ora siamo nella mia Puglia e in particolare nella mia città, Lecce. No, non l’ho inserita nella lista delle mete primaverili italiane per “patriottismo”, ma perché se lo merita. Si tratta di una città che ha tanto da offrire durante tutto l’anno, però con l’inizio della bella stagione si respira un’aria diversa: iniziano i primi caldi (a volte anche troppo dato che siamo al sud) e non ci sono molti turisti.
Lecce è un capolavoro, e fra le cose che non devi perdere c’è Piazza Sant’Oronzo con l’Anfiteatro Romano, le porte di accesso al centro storico, Piazza del Duomo con la Cattedrale di Santa Maria Assunta, la spettacolare Basilica di Santa Croce con il Palazzo dei Celestini, la Chiesa di Santa Chiara e il Castello Carlo V.
Un balcone barocco in pietra leccese, un laboratorio artigianale dove si lavora la cartapesta, una trattoria tipica, un’antica chiesa, una piazza, un monumento… Lecce ti sorprenderà!

A Lecce ho dedicato due articoli:

Cosa vedere a Lecce in due giorni – Itinerario con mappa
Un giorno a Lecce: cosa vedere, itinerario a piedi e consigli utili

Tutte le attività su Lecce: scegli e prenota!

9. Matera (Basilicata)

Panorama-sul-Sasso-Barisano-dal-duomo,-Matera

Panorama sul Sasso Barisano dalla Cattedrale, Matera

Non potevo che inserire questa destinazione perché è la città dei Sassi, patrimonio UNESCO e una delle città più caratteristiche che abbiamo in Italia: Matera.
La primavera permette di visitarla con più calma, perché in estate Matera è meta di vacanze!
La prima cosa da fare a Matera è passeggiare e scoprire i Sassi di Matera, ovvero l’antico nucleo abitativo costruito nella roccia tufacea e costituito da un intreccio di grotte, chiese rupestri, vicoli tortuosi, giardini, cunicoli sotterranei.
Una tappa deve essere riservata alla sua Cattedrale, dal piazzale antistante c’è uno dei tanti punti panoramici sui sassi. La Chiesa di Sant’Agostino, Piazza Sedile e la Casa Grotta, simbolo della civiltà cittadina. Ancora Piazza Vittorio Veneto e Matera Sotterranea, un percorso scavato nella roccia in cui si possono vedere tunnel, cunicoli, abitazioni. Le chiese rupestri, il Palombaro lungo (enorme cisterna per la captazione delle acque) e i vari musei presenti.

♥Scopri di più su Matera → Cosa vedere a Matera in un giorno

Tour guidati e attività su Matera

10.Palermo (Sicilia)

Cattedrale-di-Palermo

Cattedrale di Palermo

Chiudo alla lista delle mete in cui andare in primavera in Italia con una città siciliana che mi è piaciuta molto, così come tanti altri posti della Sicilia (in cui mi sono ripromessa di tornare!), cioè Palermo.
A Palermo ho dedicato un itinerario di 2 giorni perché c’è tanto da vedere qui, dunque un weekend primaverile è perfetto.
Da visitare Piazza Quattro Canti o Piazza Villena (Teatro del Sole), la scenografica Fontana Pretoria (o della Vergogna), Santa Maria dell’Ammiraglio (Martorana) e San Cataldo, la Cattedrale di Palermo, il Palazzo Reale e la Cappella Palatina, il Teatro Massimo.
Un giro ai Mercati Tipici è d’obbligo, come Ballarò e Vucciria, così come è d’obbligo mangiare! Hai capito bene, a Palermo non puoi fare altro che mangiare i piatti tipici palermitani e assaggiare tutti i manicaretti, in generale, della cucina siciliana. Un piatto più buono dell’altro!

♥Scopri tutto su Palermo! →Itinerario di Palermo in due giorni – Cosa vedere

Visite guidate, free tour e attività su Palermo

Prenota il tuo hotel al miglior prezzo! Inserisci la destinazione e parti ;-)



Booking.com


Spero di averti dato dei suggerimenti utili e qualche idea in più per le tue vacanze e su dove andare in primavera in Italia. Ci sarebbero tante altre città da inserire nella lista, in genere consiglio di visitare in primavera le mete prese d’assalto in estate, riservandosi di fare le “scoperte” nel periodo estivo.
E tu hai qualche altro suggerimento? Hai già visitato qualcuna di queste città? Fammelo sapere nei commenti e… buona vacanza!


Lucia Nuzzaci

Ciao sono Lucia, sociologa per formazione, copywriter e travel blogger dal 2017 per lavoro, fondatrice di souvenirdiviaggio.it per dare spazio e vita ai miei viaggi. Amo scrivere, parlare, leggere, viaggiare con mio marito e i miei due figli, fissare gli istanti di un viaggio in mille scatti.

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.