verona in due giorni-itinerariro-balcone di giulietta

Cosa vedere a Verona in due giorni – Itinerario a piedi e mappa

Verona è una città che mi sorprende sempre. Colpisce con la sua imponente arena, incanta con il romantico balcone di Giulietta e le sue piazze colme di storia, ti cattura con i musei e le chiese ricche di opere preziose che sarebbe un peccato non vedere.
Scrivo questo articolo dopo aver visto Verona per la terza volta: ci ero già stata per l’evento romanticissimo di Verona in Love a San Valentino e per i Mercatini di Natale veronesi.
Ora però è stato diverso, perché ho visitato Verona sotto una nuova luce, ovvero con un bel sole e concentrandomi su chiese e musei. Insomma, un intenso tour culturale di Verona!
Dunque, troverai nel post l’itinerario per visitare Verona in due giorni a piedi, cosa vedere, info utili e soprattutto il percorso con mappa.
Buona lettura!

Cosa vedere a Verona in due giorni: primo giorno

Dove parcheggiare a Verona vicino all’arena

Verona, Piazza Bra (2)

Piazza Bra, Verona

Ecco qualche dritta per parcheggiare, perché si sa che è sempre la cosa più fastidiosa quando si viaggia in auto.
Il tour del primo giorno ha inizio dall’Arena di Verona, dunque vorrai trovare parcheggio nelle vicinanze. Innanzitutto ci sono diversi parcheggi a pagamento come il Parcheggio Arena, il Polo Zanotto L’Arsenale, tutti molto vicini e di conseguenza costano almeno €2,00/h.
Ci sono dei parcheggi liberi sparsi qua e là ma si sa, per quelli bisogna aver molta fortuna.
Ci sono poi le famigerate strisce blu, dove nelle zone più lontane si paga più o meno €1,00/h, in quelle vicine €2,00. Spesso è gratuito nelle ore di pranzo e dopo le 20:00. Mi raccomando, in centro devi fare attenzione alle tantissime ZTL!
Altri parcheggi gratuiti sono invece più distanti dall’arena, ad esempio il parcheggio di Porta Palio (1,2 km da Piazza Bra), Parcheggio Guardini e Stadio (Piazzale Olimpia), entrambi a circa 2,5 km di distanza.
Magari da qui si può prendere un bus per andare in centro. Dal Parcheggio Guardini i bus numero 62, 11, 12, 13, dallo stadio le linee 11, 12, 13 e 161.

Se arrivi in aereo o treno puoi muoverti tranquillamente a piedi o in bicicletta. A Verona il sistema di trasporto pubblico funziona bene e il biglietto singolo costa €1,30, il giornaliero €4,00. E’ gestito da ATV, trovi tutte le info qui → ATV Verona

♥ Se arrivi a Verona in aereo o con altri mezzi, puoi usufruire anche del servizio di trasporto privato al miglior prezzo. →→→ Transfer a Verona
♦ Se sei in auto, prenota un parcheggio in modo semplice e sicuro con Onepark!→→→ Onepark

Primo giorno: itinerario con mappa a piedi di Verona

Arena di Verona

dettaglio, arena di Verona

Dettaglio dell’Arena di Verona, Verona

L’Arena di Verona… un luogo magico! L’ho sempre vista solo esternamente o in televisione, ma finalmente ho avuto la possibilità di ammirarla dall’interno partecipando ad una visita guidata (♥ Prenota la tua visita guidata dell’Arena di Verona), sedermi sulle scalinate e percorrerle fino in cima e… ovviamente scattare un sacco di foto!
L’arena si trova in Piazza Bra, dove tra l’altro è situato l’Ufficio Informazione e Accoglienza Turistica Iat Verona, in cui ti verranno date tutte le informazioni che cerchi riguardo al tuo viaggio. Si affacciano su questa bella piazza Palazzo Barbieri e il Palazzo della Gran Guardia che con il suo maestoso colonnato non passa inosservato.

Interno Arena di Verona-Verona

Interno Arena di Verona, Verona

L’Arena di Verona è il simbolo della città e risale al I secolo d.C.. Può contenere quasi 13.000 persone, mentre originariamente ben 30.000. In passato si svolgevano dei combattimenti, oggi invece è il teatro più ambito per eventi, concerti, manifestazioni. Famosissime celebrità sono passate da qui, sia italiane che internazionali.
Diverse curiosità mi sono state svelate durante la visita guidata, che suggerisco di fare per vedere l’arena da un altro punto di vista!

Consiglio: se hai con te un bambino non puoi entrare con il passeggino e sarebbe comunque impossibile, dato che ci sono alte scalinate. Mettilo nel marsupio oppure tienilo in braccio, il passeggino rimane all’ingresso custodito.
Orari: da martedì a domenica 9:00 – 18:00 (lunedì chiuso)
Costi: intero €10,00
Valutazione: 4.8
Visualizza sulla mappa

Chiesa di San Fermo Maggiore

La seconda tappa della giornata è la Chiesa di San Fermo, a 800 metri dall’arena. E’ un raffinato esempio di stile gotico, con guglie e pinnacoli che si innalzano nel cielo veronese… un po’ strani da vedere in questa città.
La chiesa è “a due piani”, ovvero c’è una chiesa inferiore in cui vennero riposte in passato le spoglie dei martiri Fermo e Rustico. Oggi sono situate nella chiesa superiore, poiché spostate per preservarle dalle alluvioni dell’Adige.
Tra le opere da ammirare spicca nella chiesa superiore il Mausoleo Brenzoni, opera di Pisanello, e le Due Crocifissioni dipinte da Turone di Maxio. Mentre più di 70 affreschi impreziosiscono la chiesa inferiore.

Orari: dal lunedì al venerdì 11:00-17:00 / Sabato 10:00-18:00 / Domenica 12:30-17:45
Costi: €3,00 intero
Valutazione: 4.6
Visualizza sulla mappa 

Casa di Giulietta

balcone di giulietta-verona

Io affacciata al Balcone della Casa di Giulietta, Verona

Ed eccoci alla terza tappa dell’itinerario a piedi di Verona: da vedere è certamente la Casa di Giulietta!
Dopo aver scattato la foto di rito al balcone con la statua di Giulietta e, se sei fortunato ad avere con te qualcuno, anche la foto con affaccio dal balcone, puoi visitare gli interni della casa.
La visita ti porterà via 15-20 minuti al massimo. Ai piedi della scala che porta al piano superiore c’è la statua originale di Giulietta (ovviamente quella all’esterno è solo una copia) e salendo ci si ritrova davanti ad una sala, in cui spiccano i costumi di Romeo e Giulietta. Poi c’è la stanza da letto dei due amanti… quasi fiabesca!
Tutto l’interno della casa è stato ricostruito ispirandosi all’epoca medievale; il letto e i due costumi sono quelli utilizzati nel film di Zeffirelli “Romeo e Giulietta”.

Orari: da martedì a domenica 9:00 – 18:00 (lunedì chiuso)
Costi: €6,00 intero / €7,00 Tomba + Casa Giulietta
Valutazione: 4.2
Visualizza sulla mappa

Museo degli Affreschi e Tomba di Giulietta

Tomba di Giulietta, Verona

Tomba di Giulietta, Verona – (Photo Credits: Wikimedia Commons)

Dalla Casa di Giulietta devi percorrere poco più di 1 km per giungere al Museo degli Affreschi.
Ricorda, se non ti va di camminare o non puoi farlo, usa i mezzi! I miei sono sempre itinerari a piedi poiché cammino tanto e mi piace farlo 😉
Il Museo degli Affreschi è all’interno dell’antico complesso di San Francesco al Corso e conserva importanti testimonianze dell’arte a Verona dal X al XVIII secolo. Puoi ammirare diversi affreschi di artisti come Morone, Caroto, Bonsignori, Farinati e Cignaroli.
Da vedere poi le sculture medievali veronesi databili tra l’VIII e il XIII secolo, le meravigliose ceramiche decorate e la Tomba di Giulietta. Un sarcofago in marmo rosso che “pare” sia la tomba di Giulietta, tanto che sin dai primi dell’Ottocento la gente si recava su questo luogo di culto quasi per superstizione.
In passato la tomba fu anche saccheggiata e venne perciò spostata in una cappella. Fu poi recintata e nel 1910 venne collocato un busto marmoreo di William Shakespeare. Infine fu restaurata e collocata nell’attuale posizione.

Orari: da martedì a domenica 11:00 – 17:00 (lunedì chiuso)
Costi: €4,50 intero
Valutazione: 4.0
Visualizza sulla mappa

Castello e Museo di Castelvecchio

Il Castello Scaligero
ponte di castelvecchio-verona

Ponte di Castelvecchio, Verona

Un altro chilometro separa il Museo degli Affreschi dal Museo di Castelvecchio, che è tra le cose da vedere a Verona in due giorni. A me è piaciuto tanto!
Innanzitutto il Castello Scaligero con il suo ponte sono davvero magnifici, l’ho detto più volte nei miei articoli che amo i castelli scaligeri e le torri merlate, come ad esempio quello di San Marino o Sirmione.
Il Castello di Castelvecchio si distingue con il suo colore rosso mattone e le mure merlate che gli conferiscono un tono maestoso, completato dalle imponenti torri ai quattro angoli.

dettaglio, ponte di castelvecchio-verona

Ponte di Castelvecchio, Verona

Tra l’altro il ponte, molto suggestivo e interamente percorribile, ti permette di vedere bei panorami sul fiume dalle varie finestrelle e fare scatti memorabili!
Il Ponte Scaligero è a tre arcate e si slancia sul fiume Adige per circa 120 metri. E’ stato costruito per essere ad uso esclusivo della famiglia della Scala e della sua guarnigione, così come l’intero castello nacque dalle volontà della famiglia di proteggere la propria città.

Il Museo di Castelvecchio
museo di castelvecchio, verona

Museo di Castelvecchio, Verona

Il castello ospita il Museo Civico di Castelvecchio che al suo interno ha importanti opere. E’ stato un percorso interessante che ho fatto iniziando dalle sculture presenti subito all’entrata, databili tra il XII e il XVI secolo.
Poi sono salita per altri due piani ricchissimi di opere d’arte: c’è una collezione di stampe antiche e moderne (circa 8.000), una sezione dedicata alle armi bianche e da fuoco di epoca moderna e contemporanea. Ancora, disegni fra i quali alcuni di Tiepolo Sironi, un medagliere che comprende monete, medaglie e sigilli.
Non mancano tanti dipinti (oltre 300) di autori del calibro di Pisanello, Mantegna, Paolo Caliari detto il Veronese, Paolo Farinati, Giambettino Cignaroli, Jacopo e Giovanni Bellini, Jacopo Tintoretto, Tiepolo, Rubens e Bernardo Strozzi. Ti consiglio di non perderlo!

Arco dei Gavi-Verona

Arco dei Gavi, Verona

Proprio accanto a Castelvecchio ricorda di dare uno sguardo all’Arco dei Gavi, uno splendido arco costruito con blocchi di pietra bianca dai Romani nel I sec d.C..

Orari: lunedì 13:30 – 19:30 / Martedì-Domenica: 11:00 – 17:00
Costi: €6,00 intero /  €7,00 Cumulativo musei Castelvecchio + Museo Lapidario Maffeiano (temporaneamente chiuso)
Valutazione: 4.8
Visualizza sulla mappa

Basilica di San Zeno

piazza e chiesa san zeno-verona

Piazza e Chiesa San Zeno, Verona

Concludiamo l’itinerario di Verona a piedi della prima giornata con la visita alla Chiesa di San Zeno. Piazza San Zeno, nella quale spicca la chiesa con la torre dell’Abbazia e il campanile è molto graziosa, nel momento in cui sono arrivata è stato piacevole vedere tanti bambini giocare con il pallone. E’ un punto tranquillo in cui anch’io ho deciso di far correre un po’ il mio piccolo Simone 😉
Tornando a noi, la Basilica di San Zeno è uno dei più bei esempi di romanico con la facciata sobria, equilibrata e poco decorata, ma con all’interno uno scrigno di tesori.

trittico di Mantegna, Chiesa di San Zeno-Verona

Trittico sull’altare di Andrea Mantegna, Basilica di San Zeno – Verona

Innanzitutto è suddivisa in tre livelli:

    • la chiesa plebana con le pareti ricoperte da splendidi affreschi, tra i quali spicca la Crocifissione di Altichiero;
    • la chiesa presbiterale in cui non si può che rimanere sbalorditi davanti al Trittico di Mantegna che domina l’altare;
    • ai piedi di una scalinata la cripta che custodisce il corpo di San Zeno, un luogo che definirei mistico e molto particolare, con il suo fitto colonnato colonnato e il gioco intenso di luci ed ombre.
cripta Basilica di San Zeno-Verona

Cripta della Basilica di San Zeno, Verona

Da non perdere poi la porta bronzea ricoperta da 48 formelle… un capolavoro! E il chiostro, l’unico resto dell’Abbazia benedettina demolita nel XIX sec., con le sue belle arcate e i monumenti sepolcrali tutto intorno. Insomma, la Basilica di San Zeno merita davvero una visita!

Orari: dal lunedì al venerdì 9:30-13:30 e 14:30-18:00 / Sabato: 9:00-18:00 / Domenica: 13:00-18:00
Costi: €3,00 intero / €6,00 Cumulativo quattro chiese (San Fermo, Cattedrale, Santa Anastasia e San Zeno)
Valutazione: 4.7
Visualizza sulla mappa

→→→ Scopri come visitare Verona in un giorno a piedi – Itinerario e mappa

Cosa vedere a verona in due giorni: secondo giorno

Verona: dove parcheggiare in zona Veronetta

ponte pietra-veronetta-verona

Ponte Pietra, Veronetta – Verona

Veronetta è la zona dove si trovano la funicolare di San Pietro e il Museo Archeologico al Teatro Romano. Considerato che l’itinerario del secondo giorno parte proprio da qui, più o meno vale quanto detto in precedenza.
Ovviamente, essendo una zona più lontana dal centro sulle strisce blu il costo è di €1,00 all’ora, poi ci sono alcune strade dove si parcheggia gratuitamente (io ho avuto fortuna nel trovarlo in via Marsala, se non ricordo male).
Nelle vicinanze c’è inoltre il Parcheggio libero Don Mazza, che è abbastanza grande ma bisogna avere tanta fortuna nel trovare un posto… come sempre!

Secondo Giorno: itinerario a piedi con mappa di Verona

Museo Archeologico al Teatro Romano

Museo Archeologico al Teatro Romano, Verona

Museo Archeologico al Teatro Romano, Verona (Photo Credits: Wikimedia Commons)

Per il secondo giorno a Verona ho preparato per te un itinerario che parte dalla zona Veronetta, a nord est, e il primo luogo di interesse da visitare è il Museo Archeologico al Teatro Romano.
All’interno puoi osservare antiche iscrizioni romane (al terzo piano), al quarto piano sculture in marmo e bronzo provenienti principalmente dal territorio veronese. Ancora, il chiostro dei Gesuati di San Gerolamo in cui sono esposte numerose lapidi romane iscritte e, nella Chiesa di San Gerolamo, dei mosaici di età romana.
Fuori dalla chiesa ti aspetta la terrazza con monumenti lapidei e ambienti scavati nella parete del colle in età romana. Sempre qui ci sono le basi di statue e decorazioni architettoniche con quattro colonne provenienti dall’Arena di Verona.
C’è poi il Teatro Romano, uno dei meglio conservati nell’Italia Settentrionale. Fu portato alla luce da un ricco commerciante, Andrea Monga, e nel 1904 il Comune di Verona acquistò la zona e proseguì i lavori.
Ciò che resta del teatro sono i muri portanti in blocchi di tufo e davanti al palcoscenico, si estende il piano semicircolare dell’orchestra. Le gradinate della cavea e gli archetti della galleria sopra di essa sono state ricostruiti.
Un bel pezzo di storia da non perdere!

Orari: temporaneamente chiuso
Costi: €4,50 intero
Valutazione: 4.5
Visualizza sulla mappa

Complesso della Cattedrale

Cattedrale di Verona

Cattedrale di Santa Maria Assunta, Verona

Dal museo con una bella passeggiata di circa 10 minuti arriverai alla Cattedrale di Verona. Per farlo, dovrai attraversare l’imponente Ponte Pietra, il più antico ponte di Verona sul fiume Adige e l’unico rimasto di epoca romana. E’ stato costruito nel I sec. a.C. ed è sopravvissuto a diverse alluvioni. Uno scatto qui non deve mancare!
Il complesso della Cattedrale di Santa Maria Assunta è il principale luogo di culto di Verona e mi ha davvero affascinata: è assolutamente tra le cose da vedere a Verona!
Non è una singola chiesa, ma un complesso di cui fanno parte S. Giovanni in Fonte, la Chiesa di S. Elena e il chiostro dei canonici.

Battistero e Chiesa di Sant’Elena
battistero-basilica di san zeno

Battistero, Basilica di San Zeno – Verona

La visita comincia dal Battistero, ovvero San Giovanni in Fonte, dove al centro è posto un fonte battesimale ottagonale ricavata da un unico blocco marmoreo, un capolavoro della scultura romanica. Si prosegue poi verso la Chiesa di Sant’Elena, passando prima dall’atrio, un ambiente di epoca romanica in cui si possono vedere dei resti di sepolture che testimoniano l’usanza di seppellire i morti sotto al pavimento.

chiesa di sant'elena-verona

Chiesa di Sant’Elena, Cattedrale di San Zeno – Verona

Nella chiesa una bellissima opera di Brusasorzi impreziosisce l’altare, mentre al centro uno scavo archeologico attesta la presenza della prima basilica paleocristiana veronese consacrata da San Zeno (costruita in passato e poi ristrutturata perchè troppo piccola).

Cattedrale e chiostro
cattedrale di San Zeno

Interno Cattedrale di San Zeno, Verona

Appena sono entrata in cattedrale la cosa che mi ha colpito di più sono state le possenti colonne in marmo rosa e gli impressionanti affreschi sulle pareti che adornano le cappelle, davvero enormi.
Ci sono diverse pale preziose come l’Assunta del Tiziano e un’altra di Liberale da Verona nella Cappella Calcasoli.
Impossibile non notare poi l’eleganza e armonia degli affreschi della zona presbiteriale che si mescolano al colore tenue dei marmi, nonché due meravigliosi organi a canne impreziositi da dipinti.

assunta del tiziano-cattedrale di san zeno-verona

L’Assunta di Tiziano, Cattedrale di San Zeno – Verona

Infine vi è un chiostro, dove anche qui si possono vedere i resti della pavimentazione a mosaico della basilica paleocristiana. E, inoltre, vi è un Museo Capitolare in cui sono esposti opere d’arte sacra, dipinti, sculture, oggetti di culto e paramenti sacri.
Inutile dire che la visita della Cattedrale di Verona è d’obbligo!

Orari: dal lunedì al venerdì 11:00-17:00 / Sabato 11:00-15:30 / Domenica 13:30-17:45
Costi: €3,00 intero / €6,00 Cumulativo quattro chiese (San Fermo, Cattedrale, Santa Anastasia e San Zeno)
Valutazione: 4.7
Visualizza sulla mappa

→→→ Ecco i piatti tipici veronesi da non perdere e i migliori ristoranti!

Chiesa di Sant’Anastasia

interno Basilica Santa Anastasia-Verona

Interno Basilica di Santa Anastasia, Verona

Questa è una delle chiese che più mi ha sorpreso e forse quella che mi è piaciuta di più: la Chiesa di Sant’Anastasia. Si trova a soli 400 metri dal Duomo, è la più grande chiesa di Verona ed è un bellissimo esempio di stile gotico.
Una volta varcata la soglia, lascia senza fiato: sono rimasta esterrefatta dalle grandi arcate gotiche e soprattutto dai decori floreali delle volte. C’è una bellissima omogeneità cromatica! Ed anche nella pavimentazione si alternano il marmo rosso veronese, il bianco d’Istria e la basanìte nera.

acquasantiera chiesa sant'anastasia-verona

Acquasantiera di Gabriele Caliari, Chiesa di Sant’Anastasia – Verona

Tante le opere custodite qui, a cominciare dalle due acquasantiere poste all’ingresso sorrette dai gobbi, una realizzata da Paolo Orefice e l’altra da Gabriele Caliari (padre di Paolo, detto il Veronese).
Tutta una serie di cappelle lungo le navate rendono ancora più ricca la Chiesa di Sant’Anastasia, decorate da capolavori come “La Deposizione” di Liberale da Verona, la pala con “S.Martino e il povero” di Francesco Caroto e altri di Veneziano e Altichiero.
L’opera più famosa della chiesa è certamente “S.Giorgio e la Principessa” di Antonio Pisano (detto il Pisanello). Da visitare assolutamente!

affresco del Pisanello-Chiesa di Sant'Anastasia-Verona

“S.Giorgio e la Principessa” di Pisanello, Chiesa di Sant’Anastasia – Verona

Orari: da lunedì al venerdì 10:00-18:00 / Sabato 9:00-18:00 / Domenica 13:00-18:00
Costi: €3,00 intero / €6,00 Cumulativo quattro chiese (San Fermo, Cattedrale, Santa Anastasia e San Zeno)
Valutazione
: 4.7
Visualizza sulla mappa

Piazza dei Signori e Piazza Erbe

piazza dei Signori-Verona

Piazza dei Signori, Verona

Basta fare circa 300 metri per ritrovarsi nella scenografica Piazza dei Signori, piccola ma ricca di gioielli… è un bel colpo d’occhio! Conosciuta anche come Piazza Dante (al centro c’è una statua del sommo poeta) è circondata da molti edifici collegati da splendide arcate.
Questi sono la Domus Nova dove risiedevano i giudici veneziani, la Loggia del Consiglio e il Palazzo degli Scaligeri, con le cornici merlate, il Palazzo del Capitanio con la torre angolare e il Palazzo della Ragione, a cui si arriva attraverso un arco collegato alla piazza.
Il Palazzo della Ragione, situato tra Piazza dei Signori e Piazza delle Erbe, è un palazzo storico arricchito dalla Scala della Ragione nel cortile interno, in marmo rosso veronese. Ospita la Galleria di Arte Moderna Achille Forti, di cui parlerò dopo.

piazza erbe-verona

Piazza Erbe, Verona

Piazza delle Erbe è invece la più antica di Verona ed ha al centro una fontana ed affacciati diversi palazzi come quello del Comune, la Casa dei Giudici e le Case Mazzanti, con stupendi affreschi sulle facciate. Palazzo Maffei (che ospita un museo) e la Casa dei Mercanti, dove oggi ha sede la Banca Popolare di Verona. Sia da Piazza delle Erbe che da Piazza della Signoria si ammira la Torre dei Lamberti.

Non dimenticare di dare un’occhiata – a pochi metri dalle piazza – alle Arche Scaligere, un monumentale ed imponente complesso funerario in stile gotico della famiglia degli Scaligeri (la visita costa solo €1,00!).

Valutazione: 4.6
Visualizza sulla mappa: Piazza dei Signori / Piazza delle Erbe 

Torre dei Lamberti

torre dei lamberti-verona

Torre dei Lamberti, Verona

Dedico un paragrafo a parte alla Torre dei Lamberti perché è un luogo di interesse di Verona da non perdere. Io ci sono salita in occasione di San Valentino, purtroppo nell’ultimo viaggio non ho fatto in tempo (sappi che la biglietteria chiude già 45 minuti prima dell’orario di chiusura!), però ne vale la pena.
Alta 84 metri, è fatta di tufo e cotto. Fu voluta dall’omonima potente famiglia nel 1172 e alla fine del 1700 le fu applicato un grande orologio (visibile sul lato della torre affacciato su Piazza Erbe). Sulla torre si può salire in ascensore, che è trasparente dunque consente una bella visuale, o a piedi (ci sono più di 300 scalini). Una volta in cima potrai ammirare lo splendido panorama offerto su tutta Verona… lo ricordo ancora, spettacolare!

Orari: dal lunedì al venerdì 10:00 – 18:00 / Sabato e domenica 11:00 – 19:00 / Festivi 11:00 – 19:00
Costi: €8,00 intero / Lunedì €5,00 (Include l’accesso alla Galleria Forti)
Valutazione: 4.5
Visualizza sulla mappa

Galleria Achille Forti

scala della ragione-verona

Scala e Palazzo della Ragione, Verona

Nel Palazzo della Ragione puoi visitare la Galleria Forti, tra le cose da vedere a Verona in due giorni senza dubbio.
La collezione può contare su un patrimonio di circa 1.400 opere d’arte, di cui 300 di arte contemporanea, il resto copre dagli inizi dell’800 fino alla metà del XX secolo.
Tra le opere imperdibili Meditazione di Francesco Hayez e il dipinto dedicato a Pia dei Tolomei di Pompeo Marino Molmenti. Poi opere di Renato Birolli (1905-1959), Renato Guttuso, Bepi Romagnoni, Tancredi e tanti altri.

Orari: da martedì a domenica 11:00-17:00
Costi: €4,00 intero / € 8,00 Cumulativo Galleria d’Arte Moderna + Torre dei Lamberti
Valutazione: 4.3
Visualizza sulla mappa

Funicolare di Castel San Pietro

castel san pietro-verona

Panorama da Castel San Pietro, Verona

La giornata non può che concludersi così, godendo del panorama su Verona da Castel San Pietro, magari anche con le luci del tramonto o della sera (come ho fatto io)… lo consiglio vivamente!
Dalle piazze centrali ci sono poco più di 800 metri, però come ricorderai il mio percorso partiva proprio da qui e quindi sarai vicino alla tua auto 😉
Si può salire percorrendo un percorso di scale e rampe (un po’ stancante, impossibile farlo con passeggino) oppure con la funicolare. Quest’ultima ti porterà sul colle di San Pietro, sul quale si erge Castel San Pietro, un edificio militare veronese. Si tratta di una scenografica collina panoramica che si eleva per qualche centinaio di metri alle spalle del Teatro Romano ed è un punto panoramico, da cui puoi godere di uno scenario mozzafiato su Verona. A me è piaciuto tantissimo e mi ha fatto concludere la visita di Verona in maniera indimenticabile!

Orari: estate (Aprile – Ottobre) 10:00 – 21:00 / Inverno (Novembre – Marzo) 10:00 – 17:00
Costi: €1,00 intero /  €2,00 Andata e ritorno
Valutazione: 4.5
Visualizza sulla mappa

♠ Per tutte le informazioni sulle chiese e musei di Verona ecco i siti web ufficiali:

I musei civici di Verona 
Chiese di Verona

♥ Ecco tutte le attività da fare a Verona! Sceglie e prenota 😉

Il mio itinerario con tutte le cose da vedere a Verona in due giorni termina qui e spero ti possa essere utile per il tuo prossimo viaggio nella città degli innamorati!

Attenzione! Tutti gli orari di apertura sono provvisori a causa del Covid e possono cambiare.

 

Post in collaborazione con IAT di Verona

6 Comments

  1. anna 09/10/2020
    • Lucia Nuzzaci 12/10/2020
  2. Marina Fiorenti 09/10/2020
    • Lucia Nuzzaci 12/10/2020
  3. Giulio 02/10/2020
    • Lucia Nuzzaci 02/10/2020

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.