Cosa vedere a San Marino: 5 attrazioni da non perdere

cosa-vedere-a-san-marino

Arroccata sul Monte Titano, colma di stradine strette con botteghe artigianali, vessilli medievali che sventolano, guardie in uniforme con sciabole e capelli con piume all’ingresso della Porta di entrata al Paese: è la Repubblica di San Marino.
Qui il tempo sembra essersi fermato e la città è avvolta in un’atmosfera d’altri tempi, quasi fiabesca.
San Marino è la Repubblica più antica ancora esistente e regala ai visitatori la sensazione unica di trovarsi in Italia e all’estero, nello stesso momento.

In questo articolo ti suggerisco cosa vedere a San Marino e sono tutte attrazioni raggiungibili tranquillamente a piedi in poco tempo. I tempi si allungano se, ovviamente, si entra all’interno delle varie torri o dei tanti musei molto particolari presenti. Si può dire che San Marino si presta perfettamente ad essere visitata in un giorno, ma anche in un weekend o mezza giornata, come ho fatto io.

1.Centro storico

centrostorico-cosavedereasanmarino

Appena attraversata la porta d’ingresso della città mi sono diretta subito nel meraviglioso centro storico, tappa obbligata per cominciare a visitare San Marino.
Il centro storico è pieno di botteghe artigianali, negozi, stradine strette e tortuose che finiscono improvvisamente su piazzette e belvedere, consentendo di godere di strepitosi panorami. Poi ci sono le ripide e suggestive vie che costeggiano le fortificazioni murarie, che portano in cima alle torri: è una piacevole esperienza percorrerle a piedi e scoprire il territorio, anche se ovviamente più ci si spinge in cima e più la passeggiata diventa faticosa.

Cosa comprare a San Marino

balestre-cosavedereasanmarino

Parlando del centro storico non ci si può non soffermare sullo shopping a San Marino, soprattutto consapevoli del fatto che essendo l’IVA molto bassa rispetto all’Italia i prezzi spesso sono più convenienti.
I negozi e botteghe di ogni tipo si susseguono lungo le sue vie. Tra gli acquisti più consigliati ci sono gli oggetti dell’antica tradizione come tessuti ricamati, stoffe di pregio, pizzo, statuette di legno, oggetti di ferro e vetro, ceramiche. Inoltre, un oggetto tradizionale molto diffuso, anche come souvenir, sono le balestre artigianali.
Infine, mi hanno colpito (forse anche perché sono un’appassionata!) i tanti negozi di pelletteria, che propongono delle borse artigianali in pelle a prezzi interessanti.
Anche i costi dei numerosi e panoramici ristorantini Sammarinesi sono particolarmente accessibili, quindi approfittane per concederti un pranzo o una romantica cenetta.

2.Il Passo delle Streghe e le Tre Torri

Dopo aver superato il centro storico ho proseguito sempre a piedi la mia passeggiata, lungo le vie che portano verso il Castello di San Marino. Da qui ho percorso il sentiero chiamato “Passo delle streghe”, che unisce le Tre Torri Medievali principali, simbolo della città di San Marino. Le vedute panoramiche che si ammirano in cima a queste stradine sono veramente straordinarie.

Prima Torre

primatorre-cosavedereasanmarino
Prima Torre di San Marino

La Prima Torre chiamata Rocca Guaita è quella principale. E’ costruita senza fondamenta, direttamente sulla pietra, ed esternamente ha un doppio girone murario, quello esterno con la caratteristica merlatura e i torrioni decapitati agli angoli.
Offre una spettacolare vista su tutta la vallata e la pianura… meraviglioso!

Seconda Torre

secondatorre-cosavedereasanmarino
Seconda Torre di San Marino

Poi ho continuato il mio percorso verso la Seconda Torre di san Marino, detta Cesta o Fratta, risale al medioevo e presenta anch’essa le particolari mura merlate che trasmettono la sensazione di essere realmente in un tempo antico. Sorge sulla vetta del Monte Titano e ospita il Museo delle Armi Antiche, che comprende circa 535 oggetti risalenti a varie epoche tra il Medioevo e la fine dell’800.
L’ingresso per la prima o seconda torre è 3,00 euro. Invece con 4,50 euro puoi visitarle entrambe.

Terza Torre

terzatorre-cosavedereasanmarino
Terza Torre di San Marino

Infine ho visto, ma solo da lontano, la Terza Torre detta anche Montale. Circondata da natura e grossi massi di roccia antichi è la più piccola, ma è nella migliore posizione per la vedetta. La terza Torre di San Marino è l’unica a non poter essere visitata all’interno, ma si può raggiungere attraverso un piacevole sentiero, che consiglio di percorrere se hai tempo e scarpe giuste.
Vale realmente la pena spostarsi attraverso questi sentieri, perchè anche se può essere stancante tra salite e discese, sarai comunque ripagato dagli scorci che ti troverai davanti una volta giunti in cima alle varie Torri.

3.Basilica di San Marino

basilica-cosa-vedere-a-san-marino
Basilica di San Marino

Tra cosa vedere a San Marino certamente non può mancare la Basilica, la chiesa principale dedicata proprio a San Marino, fondatore della Repubblica, di cui ne conserva anche le reliquie.
In stile romanico, ha una maestosità non indifferente che mi ha lasciato sbalordita, soprattutto rispetto alla piccola piazza che la ospita. Inoltre il suo colore totalmente bianco la rende particolarmente luminosa.
Sul davanti ha delle imponenti colonne corinzie e sulla facciata in alto riporta un’iscrizione latina dedicata al santo: “DIVO MARINO PATRONO ET LIBERTATIS AUCTORI SEN. P.Q.” Al Divino Marino, patrono e portatore di libertà. Il Senato e il popolo»). Anche all’interno ha delle importanti colonne corinzie e molte opere d’arte pregevoli, tra cui diverse statue.
Sulla destra della Basilica si trova la chiesetta di San Pietro del XVI sec., anche se  spesso è chiusa e si può accedere attraverso la sagrestia.

4.Piazza della Libertà e Cava dei Balestrieri

cavadeibalestrieri-cosavedereasanmarino
Cava dei Balestrieri, San Marino

Piazza della Libertà di San Marino è la pittoresca piazza principale nel cuore del centro storico ed è simbolo della lotta per l’indipendenza.
La piazza non è grande ma molto carina, con tavolini e bar dove ci si può riposare un pò magari sorseggiando un drink. In questa piazza ho potuto ammirare, oltre alla splendida Statua della Libertà posta al centro e realizzata in marmo di Carrara, i diversi edifici che si affacciano su di essa, in particolare il Palazzo Pubblico.
E’ un edificio risalente a fine 800, conosciuto anche come Palazzo del governo, all’interno del quale ci sono varie lapidi commemorative e rappresentazioni di famosi personaggi.
Proprio alle spalle di Piazza della Libertà c’è la Cava dei Balestrieri, una vera e propria cava, da cui sono state estratte le pietre per ristrutturare Palazzo Pubblico. Questa zona è uno spazio aperto predisposto per ospitare avvenimenti sportivi e spettacoli, la maggior parte ambientati in epoca medievale.
Il più importante evento è il campionato del Tiro con la Balestra, oggetto simbolo radicato nella tradizione di San Marino.

5.I musei

museocuriosità-cosavedereasanmarino
Museo delle Curiosità di San Marino

Cosa vedere a San Marino ancora? Certamente i musei! Sono davvero tanti, alcuni diversi dal solito e quindi possono essere l’occasione per fare qualcosa di divertente.
Ce n’è per tutti i gusti: se vuoi fare un percorso culturale c’è il Museo di Stato in piazzetta Titano, il Museo di San Francesco con opere di pittori famosi come il celebre Guercino. Ancora, il Museo delle Armi Antiche nella Seconda Torre e la Galleria di Arte Moderna e Contemporanea, con 750 opere esposte tra cui quelle di Guttuso.

Se invece vuoi vedere qualcosa di curioso ma interessante, ci sono dei particolari musei privati come il Museo delle Cere, con la riproduzione di circa 100 personaggi celebri. Se sei particolarmente temerario ti consiglio Il terrificante Museo della Tortura, accanto alla porta di San Francesco, contenente diversi strumenti di tortura medievale risalenti al XVI e XVII secolo come la Sedia Inquisitoria o lo Spacca Ginocchio.
Infine, per passare un po’ di tempo di completo svago e divertimento non puoi perderti il Museo delle Curiosità di San Marino, senza dubbio quello più strano della città, un po’ sopra le righe.
Presenta una collezione da guinness dei primati di personaggi, oggetti, notizie che ti lasceranno davvero a bocca aperta. C’è ad esempio l’uomo più grasso del mondo e la donna più bassa (59 centimetri!). Oggetti bizzarri come le unghie più lunghe del mondo, una trappola per pulci del XIX secolo, uno strano orologio “a naso”, dei copri unghie cinesi in argento… insomma, davvero tante cose spettacolari che faranno divertire certamente anche i bambini 😉
Tra l’altro, tutti i musei hanno dei prezzi molto accessibili che vanno da un minimo di circa 2,00 € a un max di 8,00 € a persona.

Funivia di San Marino

Come avrai potuto notare, ci sono diverse cose da vedere a San Marino nonostante sia uno degli stati più piccoli di Europa e al Mondo. Inoltre, sottolineo che il Monte Titano e il centro storico sono patrimonio dell’Unesco.
Vale la pena passeggiare e perdersi tra le viuzze di questo stato, ammirando i panorami che si aprono davanti agli occhi di volta in volta. Tuttavia, si può godere di tutta la vista anche dalla Funivia, che collega il castello di Borgo Maggiore al centro storico della città di San Marino. Con questo breve viaggio (2 minuti circa) si può ammirare una vista mozzafiato su tutta la costa adriatica. La cabina di trasporto può contenere fino a 50 persone.

Prezzi: andata e ritorno € 4,50 / Andata € 2,80 / Andata e ritorno per gruppi sopra 25 persone € 4,00
Orari: 7.50 alle 20.00 / Da luglio a settembre fino all’1.00 / In inverno fino alle 19.00

Souvenir di viaggio da San Marino

Il Souvenir di viaggio da San Marino è la strana sensazione di fare un tuffo nel passato, di essere in un’altra epoca ormai lontana. Le torri, il castello, le stradine, il centro storico e tutte quelle mura merlate creano e regalano uno scenario davvero suggestivo!
In valigia ho invece messo il mio consueto magnete da frigo e un porta tovaglioli molto carino.

souvenirdiviaggio-cosavedereasanmarino
Souvenir di viaggio – San Marino

 

Condividi sui social

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 commenti su “Cosa vedere a San Marino: 5 attrazioni da non perdere”