Mole-cosavedereatorino

Visitare Torino in due giorni: cosa vedere, itinerario e info utili

Torino è una città magica e veramente bella: ricca di piazze, monumenti, storia e cultura, cose da fare.
Prima di andarci ad abitare per circa 3 anni (in provincia), non immaginavo fosse così. I soliti pregiudizi ti fanno pensare solo al freddo (che in inverno c’è e si fa sentire), alla nebbia, al traffico e via discorrendo. Invece no.
Mi sono trovata bene e, ogni volta che ho fatto Cicerone in città per un amico o parente, ha sempre continuato a stupirmi!
Questo articolo lo scrivo dopo esserci ritornata a distanza di 2 anni ed averla osservata con il cuore colmo di ricordi delle persone conosciute, luoghi visti tante volte ma sempre incantevoli.
Per restituire un po’ di quanto mi ha dato mi sento in dovere di dedicare a questa città altre pagine del blog (nato proprio a Torino!), consapevole che l’esperienza di travel blogger che ho maturato negli ultimi anni e le immagini catturate dalla mia nuova reflex, possono aiutarmi a raccontarvi quello che gli occhi, i miei, vedono in Torino.
Dunque, nel post trovi un itinerario per visitare Torino in due giorni, cosa vedere e tutte le info utili per il tuo viaggio.
Buona lettura!

Visitare Torino in due giorni: cosa vedere il primo giorno

Itinerario di Torino con mappa

Piazza San Carlo

Piazza San Carlo, Torino

Piazza San Carlo, Torino

L’itinerario per visitare Torino il primo giorno parte dall’elegante Piazza San Carlo, teatro di concerti, eventi e festeggiamenti per le vittorie della squadra della Juventus.
Su questa piazza si trovano i celebri Caffè Torino e Caffè San Carlo, in cui intellettuali e nobili si riunivano, ai tempi di Torino capitale, per discutere di faccende politiche. Al centro svetta una statua equestre di Emanuele Filiberto e si affacciano due chiese barocche, le Chiese Gemelle, quella di San Carlo Borromeo e di Santa Cristina.
La Chiesa di Santa Cristina ha la facciata barocca e l’interno è ricco anch’esso di decorazioni barocche. Quella dedicata a San Carlo Borromeo è l’edificio che ha dato inizio alla trasformazione di Torino in stile barocco voluta dai Savoia. Detiene alcune opere d’arte, con alcune di scuola caravaggesca.

Orari:
Chiesa di Santa Cristina 8:00 – 12:45 / 15:00 – 19:00
Chiesa di San Carlo Borromeo dal lunedì al venerdì 7:10 – 12:00 / 16:00 – 18:30 / Sabato e domenica 9:00 – 13:00
Costi: gratuito
Valutazione: Piazza San Carlo 4.6 / Chiesa di San Carlo: 4.6 / Chiesa di Santa Cristina: 4.5
Visualizza sulla mappa: Piazza San Carlo / Chiesa di San Carlo / Chiesa di Santa Cristina

Museo Egizio

museo egizio-torino

Museo Egizio, Torino

Il Museo Egizio di Torino si trova nel Palazzo dell’Accademia delle Scienze ed è piuttosto conosciuto e ad apprezzato tanto che il noto divulgatore Alberto Angela ha dedicato un’intera trasmissione (Stanotte al museo Egizio) andata in onda su RAI1 e disponibile su RAIPLAY.
A livello mondiale è il più antico museo dedicato alla civiltà nilotica, nonché il più importante dopo quello del Cairo per il valore e la quantità dei reperti.
Sono esposti circa 3.300 reperti archeologici che coprono il periodo che va dal paleolitico fino all’epoca copta (nel totale i reperti, però, sono ben 40.000).
Ha ben 4 piani con oltre 2km di percorso (la durata della visita è di circa 2 ore) in cui non mancano papiri, mummie, sarcofagi e tombe: un viaggio nel tempo attraverso più di 4.000 anni di storia. Da non perdere!

Orari: lunedì 9:00-14:00 / Da martedì a domenica 9:00-18:30 (la biglietteria chiude un’ora prima)
Costi: €15,00 Intero / €11,00 Ridotto / ♥ Prenota la visita guidata al Museo Egizio
Ci sono diverse promozioni con ingressi gratuiti il giorno del proprio compleanno, la Festa della donna, Festa del papà e della mamma, etc. per tutte le informazioni visita il sito ufficiale del Museo Egizio
Valutazione: 4.7
Visualizza sulla mappa

ATTENZIONE: nel mese di ottobre 2020 le tariffe sono €9,00 Intero / €2,00 Ridotto

♥ Partecipa ad un free tour gratuito di Torino!

Palazzo Carignano

torino, palazzo carignano

Palazzo Carignano, Torino

Piazza Carignano è storica e risale al periodo di espansione della città di Torino voluta da Vittorio Emanuele I di Savoia. E’ l’edificio che ha ospitato il primo parlamento italiano, per l’esattezza il 18 febbraio 1861.
Diversi edifici in stile barocco si affacciano su di essa, mentre al centro si innalza un monumento in onore di Vincenzo Gioberti.
Il Seicentesco Palazzo Carignano con la sua particolare facciata in cotto dall’andamento curvilineo è progettato da Guarino Guarini. Al piano terreno ci sono gli Appartamenti dei Principi di Carignano, al piano nobile ha sede il Museo Nazionale del Risorgimento Italiano con un’ampia collezione dedicata al Risorgimento.
Su Piazza Carignano si affaccia, inoltre, il Teatro Carignano che insieme al Teatro Regio è tra i più importanti teatri di Torino.

Orari: Museo Nazionale del Risorgimento da martedì a domenica 10:00 – 18:00 (Lunedì chiuso) / Palazzo Carignano 9:00-18:00 solo sabato e domenica (ci sono diverse aperture straordinarie)
Costi: Museo Nazionale del Risorgimento €10,00 Intero e €8,00 Ridotto / Palazzo Carignano €5,00 Intero e €2,00 Ridotto
Valutazione: Museo Nazionale del Risorgimento 4.5 / Palazzo Carignano 4.6
Visualizza sulla mappa

Piazza Castello

piazza castello-torino

Piazza Castello, Torino

Questa è una piazza che mi piace molto e se visiti Torino in due giorni non puoi ovviamente perdere: Piazza Castello. Fulcro della vita aristocratica durante il regno sabaudo, ancora oggi è il cuore di Torino.
Da qui si diramano le vie principali ovvero via Roma (strada storica con negozi lussuosi, caffetterie, gioiellerie e grandi catene di abbigliamento), via Garibaldi (strada dello shopping alla portata di tutti) e via Po, che sfocia dritta al fiume omonimo. Inoltre, è circondata dai caratteristici portici torinesi e qui si trovano molte importanti attrazioni di Torino:

  • Palazzo Reale, la prima residenza sabauda nel Piemonte;
  • Palazzo Madama e Casaforte degli Acaja, complesso architettonico patrimonio mondiale dell’umanità UNESCO (nel palazzo ha sede il Museo Civico d’Arte Antica);
  • Teatro Regio, uno dei più grandi teatri d’Italia, nonché più rilevante nel panorama europeo ed internazionale;
  • Chiesa di San Lorenzo, che ha ospitato per un periodo la Sacra Sindone ed oggi ne conserva una copia a grandezza naturale.

Valutazione: Piazza Castello 4.7
Visualizza sulla mappa

Palazzo Reale

Armeria Reale, Palazzo Reale - Torino

Armeria Reale, Palazzo Reale – Torino

Palazzo Reale è magnifico ed avendolo visto tutto lo consiglio sicuramente tra le cose da vedere a Torino in 2 giorni. E’ la prima e più importante tra le residenze sabaude in Piemonte, ma non solo per questo è imperdibile.
Nasconde tanti tesori e varie attrazioni, infatti si parla in realtà del complesso dei Musei Reali di Torino che comprende: Biblioteca Reale, Sale Chiablese, Palazzo Reale, Museo di Antichità, Cappella della Sindone, i Giardini Reali, Armeria Reale e Galleria Sabauda.

  • Palazzo Reale, ricorda la Reggia di Versailles con il suo susseguirsi di lusso, oro e pietre preziose. L’arredamento è in stile barocco e le stanze sono da sogno!
  • Biblioteca Reale conserva oltre 200.000 volumi, incisioni, carte antiche e disegni, tra cui il celebre “Autoritratto” di Leonardo da Vinci.
  • Giardini Reali, luogo rilassante oserei dire, dove si può passeggiare in uno spazio verde. Da vedere il Giardino del Duca e quello delle Arti, il Boschetto, il Bastion verde e i Giardini Inferiori.
  • Armeria Reale, questa è una di quelle cose che più mi è piaciuta insieme alla Galleria Sabauda. Ci sono più di 5000 oggetti fra armature e armi storiche, pezzi unici e introvabili davvero leggendari.
  • Galleria Sabauda, ricca di dipinti di scuola fiamminga e olandese dal Quattrocento al Seicento mescolati ad opere italiane. Tra gli artisti troviamo Mantegna, Paolo Veronese, Guido Reni, Guercino, Gentileschi e Rubens.
  • Sale Chiablese, sede delle mostre temporanee dei Musei Reali di Torino. Qui vidi una volta la mostra di Matisse!
  • Museo di Antichità, al pian terreno è allestito un suggestivo museo con reperti archeologici.
  • Cappella della Sindone, la preziosa reliquia è stata custodita qui per un po’ di tempo, ora è conservata nel transetto della Cattedrale di Torino.

Orari: da martedì a domenica 9:00-19:00 (biglietteria chiude un’ora prima e lunedì è chiuso)
Costi: €15,00 Intero / €2,00 Ridotto / Gratuito Under 18 / ♥ Prenota la visita guidata del Palazzo Reale di Torino
Valutazione: 4.7
Visualizza sulla mappa

→Per tutte le informazioni visita il sito ufficiale dei Musei Reali di Torino

Cattedrale di San Giovanni Battista (Duomo di Torino)

cattedrale di torino

Cattedrale di San Giovanni, Torino

Il Duomo di Torino, dedicato a San Giovanni Battista patrono della città, è in stile rinascimentale con una facciata in marmo bianco.
All’interno è da vedere, tra le tante preziose opere, una copia di ben 900 kg dell’Ultima Cena di Leonardo Da Vinci, dipinto su tavola di Luigi Cagna.
Nel XVII secolo alla Cattedrale di Torino fu aggiunta la Cappella della Sacra Sindone, opera di Guarino Guarini, che conserva la Sindone. Si trova in una teca di vetro e argento, ma non si può vedere poiché è il Papa che decide sull’ostensione pubblica. C’è una riproduzione sopra la teca che è aperta al pubblico secondo gli orari del Duomo.
A pochi passi dal duomo c’è il Museo del Sindone che, attraverso un percorso espositivo, offre una bellissima occasione per accostarsi ad essa.

Orari: Duomo 7:00–12:30 / 15:00 –19:00 / Museo della Sindone: 9:00–12:00 / 15:00 –19:00
Costi: la visita alla Sacra Sindone, quando esposta, è gratuita su prenotazione / Museo €6,00
Valutazione: Duomo 4.5 / Museo della Sindone 4.1
Visualizza sulla mappa: Cattedrale / Museo della Sindone

♥ Con la Torino + Piemonte Card puoi accedere a numerosi musei, sia di Torino che del Piemonte. Risparmia e acquista la Torino + Piemonte Card

Porta Palatina

Porta Palatina, Torino

Porta Palatina, Torino

La Porta Palatina (datata al I) è uno dei monumenti di Torino che testimonia l’epoca romana. Con le sue due torri alte 30 metri e il suo colore particolare è davvero maestosa!
Era la “porta principalis dextra” della cinta romana da cui usciva una strada importante di cui restano alcune tracce. Nei dintorni è stato ricostruito il bastione seicentesco (demolito nel periodo napoleonico) per adibirlo a rimessa delle strutture mobili del mercato di Porta Palazzo. Mentre, dopo il restauro del 1934 sono state poste due statue bronzee raffiguranti Cesare Augusto e Giulio Cesare, che sono delle copie.
Porta Palatina, insieme ai circa 20.000 metri quadri di parco restituiscono un’area archeologica unica!

Valutazione: 4.4
Visualizza sulla mappa

→→→ ♠Scopri cosa vedere a Torino in un giorno con itinerario e mappa

Visitare Torino in due giorni: cosa vedere il secondo giorno

Itinerario di Torino con mappa

Parco del Valentino

castello del valentino-torino

Castello del Valentino, Parco del Valentino – Torino

L’itinerario di Torino del secondo giorno parte dal polmone verde della città, ovvero il Parco del Valentino.
Qui puoi passeggiare, fare jogging, passare una serata con gli amici dato che ci sono dei locali, oppure fare il famosissimo apericena torinese. E, in estate, magari un bel pic nic e prendere il sole.
Nel parco ci sono diverse statue e fontane, mentre al centro sorge lo splendido Castello del Valentino, Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco, che attualmente è sede della Facoltà di Architettura del Politecnico, mentre un tempo era Residenza Sabauda.

Borgo medievale nel Parco del Valentino, Torino

Borgo medievale nel Parco del Valentino, Torino

Inoltre, all’interno del Parco del Valentino c’è una sorprendente e suggestiva riproduzione di un Borgo Medievale, con tanto di ponte levatoio, che permette di viaggiare nel tempo!
Trovi la bottega del ferro battuto e quella di prodotti del paniere, la strada reale dei vini torinesi, dove poter comprare prodotti tipici, la stamperia. C’è anche la rocca che si articola su quattro piani e ospita diverse stanze, due cucine e una prigione al piano interrato. Insomma, imperdibile!

Orari: Borgo 9:00-19:00 / Rocca 10:00-18:00 (Lunedì chiuso)
Costi: Borgo gratuito / Rocca €6,00 Intero – €5,00 Ridotto
Valutazione: 4.6
Visualizza sulla mappa

Piazza Vittorio e Chiesa della Gran Madre di Dio

Piazza Vittorio, Torino

Piazza Vittorio, Torino

Dal Parco del Valentino circa 1 km ti separa dalla magnifica Piazza Vittorio, con le colline torinesi che le fanno da cornice.
Questa piazza è la più grande di Torino e una della più grandi d’Europa. E’ circondata dai portici torinesi che accolgono caffè e locali… è perfetta per fare un aperitivo in relax godendo dell’eccezionale vista!
Dalla piazza, scendendo verso il fiume si arriva alla zona dei Murazzi, ovvero il lungofiume.

Panorama dalla Gran Madre, Piazza Vittorio - Torino

Panorama dalla Gran Madre, Piazza Vittorio – Torino

Di fronte alla piazza si innalza in tutta la sua bellezza la Chiesa della Gran Madre di Dio, a pianta circolare e in stile neoclassico. Fu costruita nel 1814 per celebrare il ritorno di Vittorio Emanuele I di Savoia dopo la sconfitta di Napoleone.
Custodisce delle statue, un’opera di Galassi e una di Rubin. Salendo in cima alla scalinata si gode di una stupenda veduta sull’enorme Piazza Vittorio. Percorri le scale fino in cima e scatenati con le foto!

Orari: Chiesa della Gran Madre 7:30 – 19:00
Costi: gratuito
Valutazione: 4.4
Visualizza sulla mappa:
Piazza Vittorio Veneto /Chiesa della Gran Madre

Monte dei Cappuccini

Monte dei Cappuccini, Torino

Monte dei Cappuccini, Torino

Da Piazza Vittorio c’è un km di strada (in salita) per arrivare al Monte dei Cappuccini, ma ti suggerisco vivamente di farlo perché ne vale la pena!
Si tratta di una collina di 283 metri slm da cui si ammira uno scenario mozzafiato su tutta Torino!
Su questa collina si erge il Convento dei Frati Cappuccini e la barocca Chiesa di Santa Maria al Monte. Qui puoi vedere alcune preziose tele, altre sono state donate alla Galleria Sabauda. Sono conservate poi le spoglie del Conte Filippo San Martino di Agliè.

Orari: chiesa 8:30 – 12:00 / 15:00 – 19:30
Costi: gratuito
Valutazione: 4.7
Visualizza sulla mappa

Mole Antonelliana e Museo Nazionale del Cinema

Mole Antonelliana, Torino

Mole Antonelliana, Torino

Ed ora veniamo a lei, il simbolo di Torino: la Mole Antonelliana. Senza dubbio tra le cose da vedere a Torino in due giorni!
Alta bel 167 metri è davvero difficile farla entrare tutta in una foto… ma io ci ho provato diverse volte 😉
Fu progettata dall’architetto Alessandro Antonelli nel 1863 e si pensa abbia conferito alla Mole una struttura così eclettica per esprimere la sua follia e megalomania. Altri pensano sia legata a fini magici e occulti (così come altri monumenti di Torino, come ad esempio la Fontana del Traforo in Piazza Statuto).

Piccola parentesi: Torino è nel Triangolo della magia nera insieme a Londra e San Francisco. E con Lione e Praga nel Triangolo della magia bianca.

Torniamo a noi… nella Mole Antonelliana un ascensore panoramico ti permette di raggiungere la cima (a 85 m) ed ammirare una magnifica veduta su Torino. All’interno è da visitare il Museo Nazionale del Cinema, tra i più rilevanti al mondo per la ricchezza del patrimonio esposto. Si tratta di un itinerario interattivo che ripercorre la storia del cinema sino ai giorni nostri.

Orari: 10:00-19:00 (martedì chiuso)
Costi: ascensore €7,00 / Museo Nazionale del Cinema €10,00 / Museo + Ascensore €14,00
Valutazione: 4.6
Visualizza sulla mappa

♥ Sali sulla Mole Antonelliana , visita il Museo Nazionale del Cinema e usa l’autobus turistico di Torino … con un solo biglietto!

MAO (Museo d’Arte Orientale)

MAO (Museo d'Arte Orientale), Torino

MAO (Museo d’Arte Orientale), Torino

Puoi concludere la visita di Torino con un museo che è a circa 1,5 km dalla Mole, ritornando verso il centro: il MAO (Museo d’Arte Orientale).
L’ho visto e l’atmosfera è molto suggestiva, sebbene non sia un’amante del genere. Sono ospitate 2300 opere che coprono un arco temporale che va dal Neolitico fino agli inizi del secolo scorso.
Ci sono cinque sale che corrispondono a cinque differenti aree culturali (e gallerie): l’Asia Meridionale e il Sud est asiatico, la Cina, la Regione Himalayana, il Giappone e i Paesi Islamici.

Orari: giovedì e venerdì 12:00-19:00 / Sabato e domenica 10:00-19:00
Costi: €10,00 Intero / €8,00 Ridotto
Valutazione: 4.4
Visualizza sulla mappa

Altre cose da vedere a Torino in due giorni

"Saffo (Erma di Saffo)", Antonio Canova, GAM (Galleria d'Arte Moderna) - Torino

“Saffo (Erma di Saffo)”, Antonio Canova, GAM (Galleria d’Arte Moderna) – Torino

Considerando le tante tappe l’itinerario di Torino termina con la visita al MAO, ma se ti rimane tempo disponibile (oppure non ti interessa qualcuna delle attrazioni) ti segnalo due altri musei di Torino molto interessanti, ovvero la Galleria Civica d’Arte Moderna e Contemporanea e il Museo dell’Automobile.
Li ho lasciati per ultimi specialmente perché sono fuori dal centro, la GAM è a quasi 3 km da Piazza Castello, mentre il MAUTO ad oltre 4 km. Dunque bisogna raggiungerli con i mezzi!

  • La Galleria d’Arte Moderna accoglie 45.000 opere tra sculture, dipinti, installazioni e fotografie. Inoltre, si aggiungono una collezione di disegni e incisioni e una di video d’artista. Tra le opere presenti spiccano quelle di artisti come Paul Klee, Picabia e Marx Ernst.
  • Nel Museo dell’Automobile ti aspettano oltre 200 vetture originali di 80 marche diverse, con il racconto della storia dell’evoluzione dell’automobile da mezzo di trasporto a oggetto di culto.

Orari:
GAM da giovedì e venerdì 12:00-19:00 / Sabato e domenica 10:00-19:00
MAUTO lunedì 10:00-14:00 e Da martedì a domenica 10:00 – 19:00.
Costi: GAM €10,00 Intero e €8,00 Ridotto / MAUTO €12,00 Intero e €10,00 Ridotto / ♥ Prenota una visita guidata del Museo dell’Automobile
Valutazione: GAM 4.4 / MAUTO 4.6
Visualizza sulla mappa: GAM / MAUTO

Torino e dintorni: cosa vedere

Nei dintorni di Torino ci sono diverse cose da vedere. Inizio col consigliarti quelle che ho visitato e trovato meritevoli, ovvero la Basilica di Superga e la Reggia di Venaria.

Basilica di Superga

basilica di superga-torino

Basilica di Superga, Torino

La Basilica di Superga è opera del famoso architetto barocco Filippo Juvarra ed è un monumento celebrativo, poiché fatta costruire (dopo aver sconfitto i francesi) dal Re Vittorio Amedeo II come ringraziamento alla Vergine Maria.
Si innalza sulla cima del colle da cui prende il nome e il suo piazzale è un famoso punto panoramico da cui si ha una vista spettacolare su tutta Torino. E’ fuori dalla città, ma facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici.
Al suo interno ci sono diverse tele prestigiose, cappelle e altari arricchiti da monumenti e statue in marmo di Carrara.
C’è poi la cupola dove una scala a chiocciola di 131 scalini ti permetterà di salire fino alla sua balconata esterna e di ammirare tutta Torino, le alpi, le montagne e le valli circostanti.
Infine, nella Basilica di Superga puoi vedere l’Appartamento Reale, residenza di appoggio dei Savoia durante le visite a Superga, con alcuni arredi d’epoca, statue e opere d’arte e le Tombe Reali dei Savoia, custodite in un’affascinante cripta.

Orari: 09:00–12:00 / 15:00 –18:00
Costi: Basilica Gratuito / Tombe e appartamenti Reali €5,00 intero e €4,00 ridotto / Salita alla cupola €3,00 intero e €2,00 ridotto
Valutazione: 4.6
Visualizza sulla mappa

La Reggia di Venaria

Reggia di Venaria, Torino

Reggia di Venaria, Torino

Reggia di Venaria, si trova a Venaria Reale ed è una delle residenze ducali piemontesi che costituisce una testimonianza del potere dei Savoia. Il complesso della Reggia di Venaria è Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO e presenta un incantevole scenario con il palazzo seicentesco e i giardini, la Sala Diana, l’elegante Galleria Grande, la solenne Cappella di Sant’Uberto e la grandiosa Scuderia grande, capolavori settecenteschi di Filippo Juvarra.

Orari: 9:00 – 17:00
Costi: Reggia, Giardini e mostre in corso €25,00 / Reggia + Giardini €16,00 / Giardini €5,00 / Prenota una visita guidata della Reggia di Venaria Reale
Valutazione: 4.5
Visualizza sulla mappa

Ho visto anche i Laghi di Avigliana che sono però a circa 25 km da Torino, trovandosi nella bassa Val di Susa. Un posto lontano dal caos e traffico, che gode di un indiscusso fascino per la varietà faunistica e floreale. O ancora il Castello Ducale di Agliè, il Castello di Masino, l’Abbazia di Novalesa, la Palazzina di Caccia di Stupinigi.
Se hai a disposizione almeno una settimana, puoi approfittarne per fare qualche gita fuori porta partendo da Torino!

Dove mangiare a Torino

agnolottidelpli-piatti tipici di torino

Agnolotti del plin

La cucina piemontese offre una varietà di piatti tipici sostanziosi ed elaborati, li trovi tutti nell’articolo dedicato (La cucina piemontese e i piatti tipici di Torino).
I posti in cui mangiarli sono diversi, a cominciare dalle famose piole, tipici locali della tradizione gastronomica torinese, dove si mangia bene spendendo poco.
Ad esempio ho provato la Piola d’le 2 sorele un po’ fuori Torino, in Strada del Pascolo, 61. Consiglio inoltre il ristorante GustiSani in Corso Inghilterra, davvero ottimo… ho portato dei miei amici ed ho fatto un figurone! Infine, Antiche Sere in via Cenischia (Borgo San Paolo).
Famosissima a Torino la carne, specialmente quella di fassona, che puoi gustare in diversi posti come La Fassoneria in Piazza Emanuele Filiberto.
I posti dove mangiare cibo tipico torinese sono tanti, a te la scelta!

Dove dormire a Torino

soggiorno suite duparc-torino

Deluxe Suite, Duparc Suite Hotel – Torino

Beh, dopo aver visitato la città e mangiato, si dovrà pure andare a dormire… e cosa c’è di meglio che tornare nella propria casa, ma con tutte le comodità e i servizi dell’hotel a 4 stelle?
Ti suggerisco di pernottare al Duparc Suite Hotel, ci sono stata ed è favoloso! Ci sono diverse suite che vanno da quella standard fino alla luxury con ben due camere, tutte complete di soggiorno, camera e bagno, molte con angolo cottura ed alcune (come la mia Deluxe Suite) con due bagni, un letto enorme e super comodo. Colazione buonissima e… non mancano nemmeno una SPA e la palestra per mantenersi in forma anche in vacanza!
Tra l’altro è situato in zona San Salvario, vicino al Parco del Valentino e comoda per prendere i mezzi.
Unico nel suo genere, è un albergo dove sentirsi a casa 😉

Dove parcheggiare e come muoversi a Torino

torino-parco del valentino (2)

Passeggiata nel Parco del Valentino, Torino

Il problema di Torino? Il parcheggio! Non ti nego che mi è successo di andarci la sera in auto per fare un giro, oppure per assistere a qualche evento e sono dovuta tornare a casa dopo aver girato quasi un’ora. A meno che non si tratti di zone periferiche oppure di parcheggi a pagamento (garage per intenderci), di parcheggi gratuiti non se trovano e nemmeno sulle strisce blu! Specialmente nel weekend.
La soluzione migliore è parcheggiare lontano dalle zone centrali e prendere la metro, perché è comoda e ti porta velocemente in centro. Ti consiglio dunque di usare i mezzi per spostarti in posti più lontani, autobus, tram e metro. Di giorno ci sono tante corse, la sera si riducono un po’ ma non mancano. Il fine settimana sono attive le linee notturne.
I luoghi di interesse più importanti semplicemente si possono raggiungere… passeggiando! Torino si può girare benissimo a piedi.

→ Per informazioni sui mezzi pubblici il sito dei trasporti di Torino è GTT.
Quando abitavo a Torino mi è stata utile l’applicazione del servizio di trasporto pubblico per sapere i passaggi in tempo reale. Puoi scaricarla su Play Store e App Store.

E tu, hai mai visitato Torino? Quale attrazione ti è piaciuta di più? Raccontamelo nei commenti!

 

Post in collaborazione con Duparc Contemporary Suites Hotel

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.