Lettera a mio figlio: l’inizio di un meraviglioso viaggio!

Caro Simone,

ho aspettato 4 mesi dalla tua nascita per scriverti una lettera, forse perchè non ho avuto tempo di farlo prima, considerando che ormai riempi le mie giornate, o forse perchè volevo dedicare il giusto tempo, trovare le parole adatte.
Sai, con tuo padre ti abbiamo cercato tanto e, il giorno in cui ho scoperto di essere incinta, è stato bellissimo… si stava avverando un sogno!
Ti ho tenuto in grembo per quasi 9 mesi intensi in cui ti sentivo, puntavi i tuoi piedini e ti muovevi a destra e sinistra. Sono stati mesi stancanti, specialmente verso la fine (parliamo di un caldo giugno)… ma ne è valsa la pena!piedini souvenirdiviaggioPenso che le difficoltà della gravidanza, del parto e della vita quotidiana vengano superate ogni qualvolta tu mi sorridi o, semplicemente, ogni volta che mi guardi con quegli occhetti dolci.
Credimi, non è semplice accudirti sola (soprattutto quando piangi e non capisco perchè!) dato che sono lontana da tutti gli amici e parenti, però in fin dei conti ce la caviamo bene. Sono soddisfatta di quello che riesco a donarti, ovviamente grazie anche al prezioso aiuto di tuo padre, però vorrei darti sempre di più e, a volte, mi chiedo se le cose che faccio per te sono giuste.
Non c’è qualcuno che ti insegna a fare la madre, si fa e basta, si agisce con istinto e amore… a volte, sicuramente, sbaglio, ma sappi che agisco come penso sia meglio per te e in buona fede!
Spesso ti guardo dormire o giocare e mi luccicano gli occhi, oppure ti stringo forte a me e mi sembra che non mi serva nient’altro per star bene.

torre dellorso salento souvenridiviaggio
Torre dell’Orso

Sai, vorrei dirti che tu hai cominciato a esplorare il mondo già da quando eri beato nella mia pancia. Sei stato a Lecce, Verona, Chioggia, Treviso, Trieste, Ferrara e Rimini. I tuoi occhi hanno rivisto dal vivo il nostro Salento e dei borghi affascinanti quali Bassano del Grappa, Cittadella e la romantica Venezia. Tuttavia, presto, ti porterò in altre splendide città italiane e non.

bassano del grappa-souvenirdiviaggio
Bassano del Grappa

Ti farò esplorare il mondo, perché voglio che tu veda tutto con i tuoi occhi: rimarrai affascinato dalle meraviglie di una bella città d’arte, da un paesaggio, da un tramonto sul mare. Conoscerai tante gente e, vedrai, che ci sono persone e culture diverse che ti insegnerò a rispettare. Ricorda che le differenze non sono altro che un arricchimento!
Non vorrei mai che tu crescessi con la mente ottusa e il cuore chiuso. Il mio più grande desiderio è che tu cresca con la mente e cuore aperti, nell’onestà e nella bontà verso gli altri… verso te stesso. E’ così figlio mio, per voler bene e accettare gli altri, bisogna farlo prima con noi stessi.
Ti insegnerò a non fregartene nulla dei pregiudizi e della gente che parla, perché parlerà sempre. Tutti vogliono dire la loro su tutto e tutti sono pronti a giudicare, però tu devi andare per la tua strada sicuro di te e di quello che sei.souvenirdiviaggioOgni genitore, credo, spera che il proprio figlio segua le proprie orme, io per te spero solo il meglio. A me non importa che lavoro farai o che scuola sceglierai (un po’ presto per parlarne), l’importante è che tu stia in salute e sia felice. Dal canto mio ti appoggerò e ti correggerò solo se penso che tu stia sbagliando, guidata dall’amore.

Spero un giorno tu legga questa lettera e che ti emozioni come è successo a me (la lacrimuccia è scesa😢).
Nonostante tuo padre abbia tagliato il cordone ombelicale che ci univa fisicamente, noi non ci divideremo mai e non permetterò a nessuno di farlo. Tu sei parte di me e io di te. Ci sarò sempre.

Con affetto, tua madre Lucia

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.