Cosa vedere a Treviso in un giorno: itinerario a piedi e mappa

cosa vedere a treviso in un giorno - canale del brunelliA pochi passi dalla più conosciuta Venezia sorge una città interessante, ricca di storia e cultura, nonché affascinanti scorci: Treviso.
Ormai abito a Padova da un po’ e così ho deciso di dedicare del tempo per visitare dei posti nei dintorni, come ho già fatto con Trieste e Ferrara, ad esempio. Dunque, qualche settimana fa è arrivato il turno di Treviso che, devo dire, mi ha davvero sorpreso!
Lontana dai percorsi turistici più battuti, merita più di una visita, perché ti ha assicuro che ha tanto da offrire.
Scopriamo insieme cosa vedere a Treviso in un giorno, con l’itinerario a piedi e la mappa che ho creato e seguito personalmente. Il percorso è piuttosto fattibile a piedi e in una giornata… io l’ho fatto addirittura col pancione 😉

Itinerario di Treviso con mappa

Cosa vedere a Treviso in un giorno

Mura di Treviso e Porta San Tomaso

porta san tomaso - treviso
Porta San Tomaso, Treviso

Non so se sia stata solo fortuna, ma una volta arrivata a Treviso sono riuscita a trovare parcheggio (gratuito!) lungo le mura cinquecentesche che circondano il centro storico, su cui si apre la magnifica Porta San Tomaso. Quindi mi sento di consigliarti questa zona per parcheggiare.
Porta San Tomaso è opera di Guglielmo D’Alzano di Bergamo ed è stata eretta sotto la podestà di Paolo Nani nei primi del ‘500. Sulla sua sommità spicca la statua che rappresenta San Paolo, mentre sul fronte esterno, al centro, c’è il leone di San Marco.
Qui potrai fare dei memorabili scatti con il fiume Botteniga che passa al di sotto, la porta e il ponte.

mura di treviso
Mura di Treviso

Le mura, invece, consentono di passeggiare tranquillamente, a piedi o in bicicletta, e godersi Treviso dall’alto (ricordano molto quelle che circondano Lucca). Ogni tanto trovi delle panchine in cui sostare e fare una chiacchierata in compagnia, o magari leggere un bel libro in tutta serenità 😉

Valutazione: 4.4
Visualizza sulla mappa: Mura di Treviso / Porta San Tomaso

Chiesa di San Francesco

chiesa di san francesco-treviso
Chiesa di San Francesco, Treviso

Il mio itinerario di Treviso prosegue verso la Chiesa di San Francesco, a 5 minuti a piedi da Porta San Tomaso. Fu ultimata intorno al 1200, poi soppressa durante il periodo napoleonico e riaperta nel 1928 dopo un lungo restauro.
Esternamente è molto imponente e povera, con una splendida statua di San Francesco, opera dello scultore contemporaneo Roberto Cremesini. All’interno, invece, sorprende con le due navate e le opere ospitate: sulla parete sinistra c’è un enorme affresco raffigurante San Cristoforo, altri preziosi dipinti sono nella cappella maggiore e nella prima cappella a sinistra.

interno chiesa di san francesco-treviso
Interno Chiesa di San Francesco, Treviso

Inoltre, nella chiesa trovi le tombe di Pietro Alighieri e di Francesca Petrarca, figli di Dante Alighieri e Francesco Petrarca.
C’è una bella atmosfera in questo posto ed essendo domenica mi sono fermata ad ascoltare la Santa Messa.

Orari: 6:45 – 12:00 / 15:00 – 18:30
Costi: gratuito
Valutazione: 4.5
Visualizza sulla mappa

Canali di Treviso e Canale del Buranelli

cagnan grande-treviso
Cagnan Grande, Treviso

Un aspetto che mi ha colpito molto di Treviso e che, in genere, apprezzo delle città che visito sono i canali… li trovo sempre molto suggestivi e particolarmente adatti per le foto più originali!
Dalla Chiesa di San Francesco, intraprendi via Campana, una zona pedonale, e ti ritroverai sul Ponte di San Francesco con un bellissimo corso d’acqua, il Cagnan Grande, che lo attraversa. Questa via porta al celebre Canale del Buranelli, per decenni luogo dove le lavandaie lavavano i loro panni.

canale del buranelli-treviso
Canale del Buranelli, Treviso

Si affacciano sul canale diversi palazzi con colorate fioriere che renderanno le tue foto delle cartoline! Su un muro che costeggia il canale, trovi dipinta la sagoma dello scrittore trevigiano Giovanni Comisso, che visse in una delle case presenti.

canale del buranelli-sagoma-treviso
Sagoma di Giovanni Comisso, Canale del Buranelli – Treviso

Insomma, portici e canali su cui essi si specchiano creano un paesaggio davvero affascinante, ottimo per passeggiare in una calda giornata o in quelle piovigginose d’inverno.

Valutazione: 4.8
Visualizza sulla mappa

Piazza San Vito e Fontana dei Tre Visi

piazza san vito treviso
Piazza San Vito, Treviso

Prima di giungere alla più nota Piazza dei Signori mi sono imbattuta – mentre cercavo un posto in cui pranzare – in questa piccola piazzetta piuttosto animata da vari caffè: Piazza San Vito.
Senza dubbio la cosa che attrae maggiormente è l’imponente casa porticata neogotica degli anni Trenta, poi c’è un edificio in stile neocinquecentesco e, ancora, un complesso formato da due chiese comunicanti, quelle di S.Vito e Santa Lucia. Non sono stata all’interno, ma pare abbiano un’atmosfera molto intima e degli antichi affreschi che ti consiglio di vedere.

fontana dei tre visi-treviso
Fontana dei Tre Visi, Treviso

A pochi passi da Piazza San Vito si trova la celebre Fontana dei Tre Visi, che rimanda all’origine del toponimo di Treviso (tre vedute). E’ una particolare fontana con tre facce, appunto, oggi ad uso ornamentale.

Orari chiese: feriali 8:00 – 12:00 /  Sabato e domenica 8:00 – 12:00 / 15:30 – 18:30
Costi: gratuito
Valutazione: Piazza 4.3 / Fontana dei Tre Visi: 4.2

Visualizza sulla mappa Piazza San Vito / Chiese / Fontana

Fontana delle Tette

fontana delle tette treviso
Fontana delle Tette, Treviso

Vicino Piazza San Vito è situata la Fontana delle Tette. Si tratta di un’antica fontana scolpita che spillava vino bianco e rosso, durante la dominazione della Repubblica di Venezia.
Con i suoi capelli raccolti a treccia e lo sguardo che appare imbronciato, la donna è ormai è il simbolo della città!

fontana delle tette-treviso
Fontana delle Tette, Treviso

Quella che trovi, però, nel cortile di palazzo Zignoli, realizzata nel 1989, è una copia; la statua originale è custodita in una teca di vetro nella Loggia dei Cavalieri.
La fontana delle tette rappresenta, nonché augura, fertilità e abbondanza alla città di Treviso. Una foto quì non può mancare 😉

Valutazione: 4.5
Visualizza sulla mappa

Piazza dei Signori

piazza dei signori-treviso
Piazza dei Signori, Treviso

Ed eccoci al centro nevralgico di Treviso, Piazza dei Signori, imperdibile se vuoi visitare Treviso in un giorno. È in questo luogo che si trovano negozi e ristoranti, trevigiani e turisti. Quì si riuniscono i giovani, grazie ai numerosi bar presenti.
La piazza è circondata da importanti edifici:

  • Palazzo del Podestà che si distingue subito per la presenza della Torre Civica, si trova sul lato nord ed è sede del comune;
  • Palazzo del Trecento, a est, fu bombardato nel ’44 e subì numerosi danni; è stato poi accuratamente restaurato. Oggi è sede del consiglio comunale, oltre che prestigioso luogo di mostre ed esposizioni;
  • Palazzo Pretorio, a ovest, con la sua facciata del ‘600;
  • Pinacoteca comunale e la Biblioteca, a sud.
loggia dei cavalieri-treviso
Loggia dei Cavalieri, Treviso

Fa parte anche di Piazza dei Signori la Loggia dei Cavalieri, uno dei monumenti trevigiani più importanti. Realizzata nella seconda parte del 1200, si tratta di un edificio in mattoni con delle arcate su tre lati, in cui si incontravano i nobili per partecipare a giochi di società.

Come nelle altre principali città venete, in Piazza dei Signori ci sono diversi segni della dominazione della Serenissima, ad esempio vari leoni con il Vangelo aperto.

Valutazione: 4.5
Visualizza sulla mappa

Isola della Pescheria e Musei Civici di Treviso (Sede di Santa Caterina)

Isola della Pescheria

isola della pescheria-treviso
Isola della Pescheria, Treviso

Da Piazza dei Signori mi sono diretta verso l’Isola della Pescheria, attraversando la graziosa Piazza San Leonardo, in cui potrai ammirare una fontana composta da tre vasche in marmo di Valdagno, costruita nel 1929. Si affaccia sulla piazza, inoltre, la Chiesa di San Leonardo, con la sua facciata a capanna e preziose opere custodite.

treviso-isola della pescheria
Isola della Pescheria, Cagnan Grande – Treviso

L’Isola della Pescheria è un pezzo di storia, poiché ospita il mercato del pesce da ben 158 anni!
Si tratta di un isolotto sul Cagnan Grande, uno dei rami del Botteniga, ed è una vera attrazione turistica. In origine vi erano 2-3 isole naturali, poi furono unite per ospitare il mercato del pesce, nel 1850.
Accanto all’isola c’è un vecchio mulino ad acqua assolutamente da non perdere!

vecchio mulino isola della escheria-treviso
Vecchio Mulino ad acqua, Isola della Pescheria – Treviso

In generale, tutta la zona è davvero molto bella e direi rilassante, con i suoi due ponti, i corsi d’acqua e i negozi circostanti.

Un’ultima curiosità: oltre al mercato ittico, l’Isola della Pescheria è conosciuta per un evento estivo, la Festa dei Buranelli, che si tiene nella seconda metà di giugno. Potrai gustare i piatti tipici e assistere a diversi concerti e spettacoli.

Complesso di Santa Caterina e Musei Civici

musei civici-santa caterina-treviso
Musei Civici di Treviso – Sede di Santa Caterina, Treviso

A tre minuti a piedi dall’Isola della Pescheria, trovi il complesso di Santa Caterina, fulcro dei Musei Civici di Treviso, che comprende la chiesa e il convento.
La chiesa di Santa Caterina è in stile gotico e ospita affreschi realizzati tra il Trecento e il Quattrocento, mentre l’ex convento presenta due chiostri e una ragguardevole sezione archeologica.
I Musei Civici contemplano il Museo Luigi Bailo e il complesso Ca’ Da Noal – Casa Robegan – Casa Karwath.

Orari: Mercato del pesce 7:30 – 14:00 (Chiuso domenica e lunedì) / Musei Civici – Sede Luigi Bailo da martedì a domenica 10:00 – 18:00 (Chiuso lunedì) / Sede di Santa Caterina da martedì a domenica 9:00 – 12:30 e 14:30 – 18:00 (Chiuso lunedì)
Costi: intero € 6,00 / Ridotto € 4,00 / Solo mostre temporanee (Museo Bailo) € 3,00 / Intero Santa Caterina + Museo Bailo € 10,00 / Ridotto Santa Caterina + Museo Bailo € 6,00
Valutazione: Isola della Pescheria 4.6 / Complesso di Santa Caterina: 4.3

Visualizza sulla mappa  Isola della Pescheria / Complesso di Santa Caterina

Ponte Dante

canale ponte dante-treviso
Ponte Dante, Treviso

Il Ponte Dante è un’altra delle attrazioni di Treviso da visitare: esso crea uno scorcio molto suggestivo, poiché sorge dove il Cagnan Grande confluisce nel Sile.

ponte dante stele-treviso
Stele e Ponte Dante, Treviso

Il nome deriva dal fatto che, nel 1865, al sesto centenario dalla nascita di Dante, Treviso innalzó una stele in ricordo della presenza del poeta in città.
Sul lato opposto del Ponte Dante puoi ammirare il Bastione San Paolo, elemento difensivo sulle mura di Treviso.

bastione san paolo-treviso
Bastione San Paolo, Treviso

È molto bello passeggiare sul lungofiume e immortalare questo luogo con splendidi scatti, quindi fai un salto! C’è un po’ di strada da fare partendo dal centro, ma ne vale la pena 😉

Valutazione: 4.7
Visualizza sulla mappa

Cattedrale di San Pietro

duomo di treviso
Cattedrale di San Pietro, Treviso

E’ giunto il momento di visitare il principale luogo di culto della città, ovvero la Cattedrale di San Pietro, conosciuta come il Duomo.
Nel mio itinerario a piedi di Treviso che porta al duomo, ho aggiunto una tappa che ti consiglio, Piazza dell’Indipendenza.

piazza dell'indipendenza-treviso
Piazza dell’Indipendenza, Treviso

Molto graziosa, sorge accanto a Piazza dei Signori e al suo centro c’è il Monumento dell’Indipendenza (chiamato affettuosamente dai trevigiani la Teresona), una scultura in marmo che rappresenta la personificazione della provincia di Treviso che calpesta le catene della dominazione asburgica.

pala del tiziano-duomo treviso
Pala dell’Annunziata, Tiziano – Duomo di Treviso

La Cattedrale di San Pietro, in stile neoclassico, mi ha colpito per l’imponenza della sua facciata, con la scalinata e le sei colonne ioniche. All’interno è costituita a tre navate, con cappelle laterali, tre absidi finali (sotto di essi si trova la cripta con le tombe dei vescovi della città) e numerose opere. Potrai ammirare, specialmente, nella Cappella Malchiostro (accanto alla Sacrestia), gli affreschi delle pareti e della cupola del Pordenone e la preziosa Pala dell’Annunziata del Tiziano.

Orari: feriali 7:15 – 12:00 / 15:30 – 18:30 / Festivi 8:00 – 13:00 / 15:30 – 20:00
Costi: gratuito
Valutazione: 4.4
Visualizza sulla mappa

Chiesa di San Nicolò

chiesa di san nicolò, treviso
Chiesa di San Nicolò, Treviso

Il mio itinerario di Treviso di un giorno si chiude con la Parrocchia di San Nicolò, la chiesa più grande della città, costruita nel XII secolo.
In stile gotico, colpisce esternamente per la sua grandezza e le sue forme allungate, internamente per i numerosi affreschi, tra cui quelli sulle grandi colonne eseguiti da Tommaso da Modena e dai suoi allievi.

san cristoforo, chiesa di san nicolò-treviso
San Cristoforo, Chiesa di San Nicolò – Treviso

Nel presbiterio della navata centrale si trova il monumento funebre di Agostino Onigo, con dipinti di difficile attribuzione. Sulla navata destra, invece, ricordo bene un’opera maestosa, alta ben 12 metri, cioè San Cristoforo. Realizzato con uno stile primitivo, si nota l’assenza di espressività e plasticità. Una chiesa che ti suggerisco di visitare!

Orari: 8:30 – 12:00 / 15:30 – 18:00
Costi: gratuito
Valutazione: 4.3
Visualizza sulla mappa

Spero che il mio itinerario ti sia piaciuto e possa esserti utile. Se hai qualche attrazione da aggiungere fallo nei commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.