cosa vedere a copenaghen in due giorni

Cosa vedere a Copenaghen in 2 giorni – Itinerario a piedi

Un viaggio low cost a Copenaghen in 2 giorni: ti sembrerà un’assurdità e una cosa non semplice da fare, però con un po’ di impegno ci si può riuscire e io ne sono una prova!
Se hai un weekend libero e vuoi organizzare una visita a Copenaghen senza spendere una fortuna, questo articolo è quello che fa per te.
La capitale danese è una città ricca di contraddizioni, sempre attiva, alla moda e, allo stesso tempo, piena di storia. Ad ogni passo ti stupirà!
Ecco cosa vedere a Copenaghen in 2 giorni a piedi, un itinerario intenso che ci illustra l’autrice Monica Palazzi che ho il piacere di ospitare sul mio blog.
Buona lettura!

Viaggio a Copenaghen: consigli e info utili

porto-di-copenaghen-danimarca

Porto di Copenaghen

Quando andare a Copenaghen?

Ti consiglio di organizzare un viaggio nella capitale danese nel periodo estivo, tra maggio e settembre, in modo tale da poter usufruire di giornate più lunghe e soleggiate.
Se opti per l’inverno, ti troverai costretto a togliere alcune tappe del mio itinerario, dato che le giornate invernali sono molto corte e quindi rimane poco tempo a disposizione.

♥ Non partire senza un’assicurazione! Ti consiglio di proteggerti in caso di inconvenienti con HeyMondo, l’assicurazione che ti copre anche in caso di annullamento.
Usufruisci del 10% di scontoScopri di più

Si può pagare in euro in Danimarca?

No, la Danimarca non fa parte dell’Eurozona perciò l’Euro non è la moneta ufficiale. Tuttavia, nei periodi di maggiore afflusso turistico è ben accetto anche l’Euro.
La moneta ufficiale della Danimarca è la Corona Danese. Più o meno una corona danese vale €0,13, mentre €1,00 vale 7,46 kroner. Per il cambio conviene affidarsi agli sportelli ATM dell’aeroporto, perché quelli che si trovano negli esercizi commerciali potrebbero avere un tasso di cambio più costoso.
Chiaramente per i pagamenti sono ben accette carte di credito e carte prepagate.
Per semplicità e chiarezza indicherò i prezzi delle varie attrazioni / biglietti dei mezzi pubblici in Euro.

Tips: i danesi hanno respinto l’ipotesi di adottare l’euro come valuta unica (al posto della valuta nazionale) con il referendum del 2000. Le monete euro danesi sono state progettate, ma mai emesse.

Che documenti servono per entrare in Danimarca?

La Danimarca è un paese membro dell’Unione Europea e aderisce all’Accordo di Schengen, dunque per entrare in Danimarca basta la carta d’identità in corso di validità. Pure i minorenni dovranno avere un loro documento d’identità.

Come arrivare a Copenaghen?

Per arrivare nella capitale danese in maniera comoda, veloce ed economica l’ideale è l’aereo. Ci sono diverse compagnie aeree low cost che offrono voli diretti per Copenaghen come, ad esempio, Ryanair o Easy Jet.
Le partenze sono un po’ ovunque da Bergamo, Bologna, Milano, Napoli, Roma (Fiumicino), Venezia.
Una volta atterrato potrai facilmente raggiungere il centro città con un transfer privato, l’autobus (linea 5A), il treno o la metropolitana (linea M2) che, in un quarto d’ora, ti porta direttamente in centro.

Come muoversi a Copenaghen senza spendere una fortuna?

Per muoversi in maniera low cost a Copenaghen l’ideale è la metropolitana (i mezzi sono efficienti e veloci), la bicicletta – come amano fare i danesi – oppure a piedi, come ho fatto io. Camminare, magari prendendo parte a un free tour di Copenaghen, è sempre il metodo migliore per assaporare la città e spendere meno.
Un altro mezzo interessante che dà l’opportunità di esplorare le attrazioni di Copenaghen più importanti è l’autobus turistico panoramico.

Metropolitana di Copenaghen

Se opti per la metropolitana il biglietto è più costoso rispetto ad altre città europee, ma è uno dei modi meno cari per girare per la capitale della Danimarca.
La metro a Copenaghen è stata inaugurata nel 2002 e funziona senza conducente, per questo motivo è una tra le più innovative a livello europeo. E’ attiva 7 giorni su 7 per 24 ore su 24.
Ci sono 2 linee, la M1 e la M2 e comprende 22 stazioni. Il costo di un biglietto singolo è di 24 corone danesi, equivalenti €3,21.
Come riconoscere le stazioni della metro a Copenaghen? Basta guardare dove spunta una piramide in vetro sul tetto degli edifici et voilà, l’avrai trovata!

Bicicletta

Sapevi che Copenaghen è la città con più biciclette al mondo e che dispone di una fitta rete di piste ciclabili (ben 400 chilometri!)? Un’ottima idea per muoversi è optare per le due ruote.
Il prezzo del noleggio di una bicicletta va dai €5,00 per un’ora ai €14,00 per una giornata intera.
È possibile noleggiare una bicicletta con il gancio per il carro per trasportare bambini o animali domestici, e in questo caso meglio se elettrica.

Due consigli per risparmiare a Copenaghen (o per lo meno provarci)

  • Ti consiglio il biglietto 3 zone per andare e tornare dall’aeroporto. Costa circa €5,00 ed ha una durata di un’ora e mezza. Under 12 anni non pagano il biglietto.
  • Usa la Copenaghen card, la carta turistica che ti dà la possibilità di usufruire dei mezzi pubblici e di entrare nelle principali attrazioni turistiche senza pagare ogni volta il biglietto. Ci sono diverse tipologie e una cosa interessante è che per ogni card acquistata da un adulto, si può portare con sé due bambini tra i 3 e gli 11 anni. Scopri e acquista Copenaghen City Card o Copenaghen Card Discover: Top Attractions + Public Transport

♥Fai tour gratis di Copenaghen e scegli le attività che preferisci!

Cosa vedere a Copenaghen in 2 giorni: itinerario low cost

statua-andersen-copenaghen

Statua di Andersen, Copenaghen

Quando ho pensato di fare un viaggio a Copenaghen la prima cosa che mi è venuta in mente è il fatto che la capitale danese sia una delle città più costose a livello europeo. Lasciar perdere e cambiare destinazione oppure provare a fare un viaggio low cost? Testarda come sono ho optato per la seconda scelta e, modestia a parte, sono riuscita nell’impresa.
Ecco il mio itinerario a piedi dettagliato per visitare Copenaghen in due giorni.

Primo giorno: mattina

Porto di Nyhavn

porto-di-nyhavn-copenaghen-danimarca

Porto di Nyhavn, Copenaghen

Inizio la mia visita della capitale danese dal porto storico il Nyhavn, non puoi sbagliare dato che è l’unico porto con le pittoresche case colorate.
Ho trovato molto suggestivo passeggiare per la via che corre lungo il canale, con le barche ormeggiate e le meravigliose case dai colori accesi.
Ti segnalo la casa che si trova al civico n°9 perché è la più antica, dato che risale al 1581. Qui una fotografia ricordo è obbligatoria 😊
Questa zona è famosa perché qua abitò lo scrittore Hans Christian Andersen, noto per aver scritto fiabe come “Il Brutto Anatroccolo” e “La Piccola Fiammiferaia”.

Torre Rundetaarn

Proseguo poi per la via pedonale Stroget – la più lunga d’Europa – con tanti negozi, ma non sono quelli che attirano la mia attenzione. Svolto in una delle vie laterali e mi ritrovo tra botteghe di artigianato e design! Magari, anche tu come me troverai qui un particolare souvenir da portare a casa.
Arrivo senza accorgermi alla Torre Rundetaarn, ossia la Torre Rotonda che in passato fu un osservatorio astronomico, mentre ora da qui puoi godere di una vista stupenda sulla città.
Il biglietto in euro costa meno di €6,00 e allora ne approfitto per ammirare il panorama e fare qualche scatto.
Si è fatta quasi ora di pranzo, quindi mi dirigo verso il mercato TorvehallerneKBH per assaggiare un po’ di piatti tipici danesi e, dopo essermi rifocillata, perseguo con la prossima tappa.

Primo giorno: pomeriggio

Castello di Rosenborg

castello-di-rosenborg-copenaghen

Castello di Rosenborg, Copenaghen

La tappa pomeridiana del mio itinerario di Copenaghen sono i giardini reali dove si trova il Castello di Rosenborg, in stile rinascimentale, che è la residenza estiva reale.
Qui potrai optare per vistare l’interno del castello o, in alternativa, passeggiare per lo stupendo parco (l’accesso è gratuito) con tanto di fossato popolato di anatre e carpe.
All’interno del castello sono custoditi i preziosi Gioielli della Corona e si trovano gli appartamenti reali riccamente decorati con arredi originali del XVIII secolo, dipinti storici e ornamenti fastosi. Visitarlo vuol dire ripercorrere 400 anni di storia della città!
Il costo del biglietto è di circa €18,00.

♥Fai una visita guidata al Castello di Rosenborg → Prenota la visita guidata al Castello di Rosenborg

Orto Botanico di Copenaghen

Non troppo lontano dal castello si trova l’Orto Botanico di Copenaghen, i cui esterni si possono visitare gratuitamente, mentre se vorrai accedere alla Palm House – la serra che costudisce piante che provengono da svariate parti del mondo – dovrai pagare €8,00 circa.
Il Giardino Botanico di Copenaghen accoglie una grande varietà di piante e la magica sala delle Farfalle, un tesoro verde nel cuore della città.

Kastellet

St.-Alban's-Church,-Copenhagen

St. Alban’s Church, Copenhagen

La prossima tappa dell’itinerario a piedi di Copenaghen è il Kastellet, ossia la Cittadella, un’antica fortificazione militare costruita come parte dei bastioni di Copenaghen da Cristiano IV a partire dal 1624.
È una bella zona immersa nel verde con un corso d’acqua tutt’intorno, un posto ideale per rilassarsi.
Facendo una passeggiata si possono vedere (gratuitamente) svariati edifici della fortificazione militare come:

  • la Casa del Comandante;
  • la Polveriera del Bastione della Regina;
  • il Complesso Carcerario;
  • il Mulino a Vento;
  • i Cinque Bastioni del Pentagono.

A pochi passi si trova l’unica chiesa anglicana presente in Danimarca, Sankt Alban’s. Oltre la cittadella si trova il simbolo di Copenaghen, ovvero la Statua della Sirenetta.

La Sirenetta di Copenaghen

sirenetta-di-copenaghen-danimarca

La Sirenetta di Copenaghen

Uno dei simboli di Copenaghen è lei, la statua della sirenetta, situata su una roccia che sbuca dall’acqua all’ingresso del porto della città. Realizzata dallo scultore Edvard Eriksen in onore dello scrittore Andersen e della sua fiaba, la statua è una scultura bronzea alta 1,25 m e che pesa 175 kg.
Ci sono diverse copie della statua in giro per il mondo, ad esempio a Solvang in California, al sud della Thailandia, sull’Isola d’Ischia, in Sicilia e in Slovenia. Un selfie qui è d’obbligo!

Giardini di Tivoli

giardini-di-tivoli-copenaghen

Giardini di Tivoli, Copenaghen

I Giardini di Tivoli è il parco divertimenti più antico al mondo, aperto dal 1843. Si trova proprio nel centro città e troverai giostre in stile vintage, montagne russe e tanti spettacoli interessanti. Quando si oltrepassa l’ingresso si entra subito in un mondo di fiabe, terre esotiche e giochi da brivido.
Il biglietto d’ingresso costa sui 18 euro (Acquista i biglietti per i Giardini di Tivoli) e non comprende le attrazioni, che si pagano a parte. Si sa, Copenaghen è costosa, e pure il divertimento si paga!
La mia prima giornata è conclusa e si torna in albergo.

Copenaghen cosa vedere in due giorni – Secondo Giorno: Mattina

Slotsholmen

Palazzo Christiansborg copenaghen

Palazzo Christiansborg, Copenaghen

La mia prima tappa del secondo giorno parte da Slotsholmen, una piccola isola nel cuore della città tutta circondata da canali.
Qui potrai trovare degli edifici davvero importanti come, ad esempio, il Palazzo Christiansborg. Si tratta di una residenza reale che è sede del Parlamento, della Corte Suprema e dell’Ufficio del Primo Ministro.
È visitabile e ci sono 5 ambienti, cioè le sale reali, le scuderie, la cappella del palazzo e le rovine sotto il palazzo.

Info: il biglietto cumulativo ha un costo di circa €23,00 → Acquista il biglietto per il Palazzo Christiansborg e guarda le offerte / Visita guidata del Palazzo Christiansborg 

Biblioteca Reale

biblioteca-reale-diamante-nero-copenaghen

Biblioteca Reale, Copenaghen

Prossima tappa è la Biblioteca Reale, tra le più antiche al mondo. Molto bella la parte antica dell’edificio in mattoni rossi, ma per accedere alla biblioteca devi andare sulla parte opposta.
E’ facile riconoscerla perché è una struttura che è stata aggiunta in seguito e non c’entra molto con il resto. Tale parte nuova è detta “Diamante Nero”, in quanto si compone da vetri e marmo nero. Dentro ci sono due sezioni che si possono vedere gratis.
Nei pressi meritano una visita sia il Palazzo della Borsa (Borsen), uno degli edifici più antichi della città e caratterizzato dal tetto verde rame, che la Chiesa di Holmen, luogo di sepoltura delle celebrità più famose della Danimarca.
È ora di pranzo, dunque trovo un angolino per consumare il mio pranzo al sacco.

Secondo Giorno: Pomeriggio

Museo del Design e Frederiks Kirke

Frederiks-Kirke-copenaghen

Frederiks Kirke, Copenaghen

Tra le cose da vedere a Copenaghen c’è il Museo del Design e, sul tragitto che mi porta al museo, noto la cupola dorata della Frederiks Kirke, una chiesa luterana. Lo stile richiama un po’ quello della cupola di San Pietro a Roma.
Camminando si arriva al Designmuseum Denmark, posto perfetto per comprendere appieno la filosofia danese del design. Si può ammirare una collezione di oggetti e locandine che ripercorrono la storia del design danese e del suo stile innovativo.
Il biglietto d’ingresso costa indicativamente sui €17,00.

Norrebro

La mia ultima tappa è Norrebro, uno dei quartieri emergenti e alla moda di Copenaghen che non dista molto dal centro città (raggiungibile facilmente con la metro).
Qui troverai negozi vintage così come bei ristorantini, ma quello che ho trovato più interessante è il lungo camminamento a piedi, il parco e il cimitero di Assistens. Il cimitero risale al 1760 e qui riposano personaggi illustri come il famoso filosofo Kierkegard e Andersen.
Se pensi che sia un posto triste in cui meglio non andare ti sbagli! Si tratta della zona verde più grande di questo quartiere, con panchine e angolini ombreggiati dove i locali amano andare a passare il tempo libero con i bambini.
Ora non mi resta altro che tornare in albergo per preparare i bagagli e rientrare in Italia. Il mio viaggio di due giorni a Copenaghen si conclude qui.

♥ Scopri i prodotti tipici danesi con un tour gastronomico nel quartiere di Nørrebro → Tour gastronomico di Nørrebro

Dove dormire a Copenaghen



Booking.com


Monica Palazzi ci ha raccontato nell’articolo cosa vedere a Copenaghen in due giorni, un ricco itinerario a piedi low cost che si può fare senza spendere una fortuna. Se hai qualcosa da chiedere o vuoi lasciare un commento ti aspetto!

 

Post scritto da Monica Palazzi

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.