bologna di un giorno

Cosa vedere a Bologna in un giorno a piedi

Bologna, capoluogo dell’Emilia-Romagna, è una città che mi piace molto, l’ho vista tempo fa e mi farebbe piacere tornarci.
La trovo fresca, giovane, attiva e piena di attrazioni imperdibili… qui ci vivrei tranquillamente! Per non parlare poi della ricchissima tradizione gastronomica che non contempla solo la piadina (di cui io vado matta!).
Per tutti questi motivi ed altri Bologna è soprannominata la Dotta, la Rossa e la Grassa. La Dotta per la presenza di una delle più antiche Università d’Italia che risale al 1088; la Rossa per il colore delle torri e dei palazzi. Infine, La Grassa per la gustosa ed opulenta gastronomia che ha conquistato tutti in Italia e all’estero.
Ma cosa vedere a Bologna in un giorno? Tanto! Bologna è una città che si visita bene in un giorno e a piedi. Ovviamente due giorni sarebbero perfetti per goderla al meglio e non perdersi proprio nulla.
Buona lettura!

Bologna in un giorno: cosa vedere e attrazioni imperdibili

Cosa vedere a Bologna in un giorno: il Nettuno

fontana del nettuno. Bologna

Fontana del Nettuno, Piazza del Nettuno – Bologna

La visita di Bologna in un giorno non può che partire dalla meravigliosa Fontana del Nettuno (il Gigante) che domina Piazza del Nettuno, adiacente a Piazza Maggiore.
Si tratta di una statua in bronzo e marmo alta più di 3 metri con un peso di 22 quintali, che simboleggia il potere papale. Così come il papa domina il mondo, il Nettuno domina il mare. L’opera fu realizzata dallo scultore fiammingo Giambologna su progetto di Tommaso Laureti.

Piazza Nettuno, Bologna

Piazza Nettuno, Bologna

Questa è una piazza che mi ha colpito poiché ricca di gente, dallo stile medievale e sembra preparare alla più ampia Piazza Maggiore, che ne è in pratica il prolungamento.
Su Piazza Nettuno si affacciano una parte del trecentesco Palazzo Comunale e il Palazzo Re Enzo che ospita al suo interno congressi, iniziative culturali, mostre ed esposizioni.

Cosa vedere a Bologna in un giorno: Piazza Maggiore e Basilica di San Petronio 

basilica di san petronio, bologna

Basilica di San Petronio, Bologna

Subito accanto a Piazza Nettuno troviamo Piazza Maggiore, cuore pulsante della città. Sulla piazza si possono vedere diversi palazzi, come Palazzo dei Banchi del Cinquecento, gran parte del Palazzo Comunale (detto anche Palazzo d’Accursio) riconoscibile dalla parte inferiore porticata e sormontata dalla Torre dell’Orologio, Palazzo dei Notai.
L’attrazione più importante resta senz’altro la Basilica di San Petronio, che arricchisce la piazza con la sua grandezza (pensa che è la quinta più grande al mondo!) e la particolare facciata rimasta… incompiuta!

interno basilica di san petronio-bologna

Interno Basilica di San Petronio, Bologna

meridiana interni basilica san petronio, bologna

Meridiana, Interno Basilica di San Petronio – Bologna

L’interno, in stile gotico, è composto da tre navate con 22 cappelle laterali. Da non perdere la Cappella Bolognini (Cappella dei Re Magi) con i suoi splendidi affreschi rimasti intatti e la Meridiana.
Sempre in basilica è allestito il Museo Diocesano e si può salire sulla terrazza panoramica, che consente di ammirare Bologna da un’altezza di 54 metri. Da non perdere!

Info Utili per la visitare la Basilica di San Petronio, Bologna

Orari:
Basilica feriali 8:30 – 13:30 e 15:00 – 18:00 / Festivi: 8:30 – 13:30 e 15:00 – 18:30
Terrazza: 10:00 – 13:00 e 15:00 – 18:00
Museo: dal martedì al sabato 10:00 – 12:30 e 14:30 – 17:30 / Domenica 14:30 – 17:30 / Lunedì chiuso
Costi: Basilica e Museo Diocesano Gratuiti / Terrazza €5,00 / Cappella dei Magi €5,00

Cosa vedere a Bologna in un giorno: Torre degli Asinelli e Torre Garisenda

torre degli asinelli, bologna

Torre degli Asinelli, Bologna

Ed eccoci ora davanti ad un simbolo di Bologna: la Torre degli Asinelli. Ricordo che quando la vidi rimasi sbalordita, è davvero altissima… ben 97,20 metri!!!
Accanto c’è la Torre Garisenda, alta 47 metri e con una forte pendenza dovuta al cedimento del terreno e delle fondamenta. Entrambe sono in stile medievale ed avevano una funzione militare.

torri di bologna

Torre degli Asinelli e Torre Garisenda, Bologna

Attualmente sono ospitate alcune botteghe di artigiani sotto agli archi del portico della rocchetta, in memoria della funzione commerciale che durante il Medioevo svolgeva la città.
Delle due la Torre degli Asinelli è quella visitabile: salendo (o scalando!) i suoi quasi 500 scalini si può raggiungere la cima e godere di una vista spettacolare su Bologna.

Info utili per visitare la Torre degli Asinelli

Orari: estate 9:00 – 18:00 / Inverno 9:00 – 17:00
Costi: €3,00

Cosa vedere a Bologna in un giorno: i portici di Bologna

portico di bologna-via d'azeglio

Portico rinascimentale in Via D’Azeglio, Bologna

I portici di Bologna sono un vero e proprio monumento e rappresentano l’essenza stessa della città: parliamo di oltre 40 km di porticato!
Io li ho percorsi, anche perché è impossibile non passarci sotto per spostarsi da un punto all’altro di Bologna. E’ una sensazione magnifica, specialmente pensando a cosa significano per i bolognesi e per la loro bellezza. Tra l’altro riparano dal sole quando fa caldo e dal vento o pioggia quando c’è il maltempo. Diciamo che a Bologna si potrebbe quasi fare a meno dell’ombrello 😉
Ci sono varie tipologie di portici, da quelli in legno medievali (come il portico di Casa Isolani in Strada Maggiore) a quelli rinascimentali (ad esempio, il portico alto in Via d’Azeglio). Alcuni sono abbelliti da splendidi affreschi.

portico pavaglione, bologna

Portico del Pavaglione, Bologna

Da vedere:

  • il portico più alto in via Altabella, dove il loggiato del palazzo arcivescovile sfiora i 10 metri;
  • il più stretto situato in via Sanzanome (di 95 cm);
  • quello più largo è il quadriportico della basilica di S.Maria dei Servi in Strada Maggiore;
  • il più famoso e lungo (4 km) è il Portico di San Luca. Dal centro di Bologna porta alla Chiesa di San Luca e conta quasi 700 arcate;
  • l’elegante Pavaglione, il portico dell’Archiginnasio di cui parlerò dopo.

Cosa vedere a Bologna in un giorno: l’Archiginnasio 

archiginasio bologna

Archiginnasio, Bologna (Photo Credits: Wikimedia Commons)

L’Archiginnasio (che ospita la Biblioteca Comunale) è il palazzo più bello di Bologna e fu voluto dal cardinale Carlo Borromeo. Si articola su due piani ed ha un lungo portico di 30 arcate, intorno ad un cortile centrale a doppio ordine di logge.
Due ampi scaloni conducono al piano superiore dove ci sono 10 aule adibite a deposito della Biblioteca e due aule magne splendidamente decorate, che un tempo ospitavano Artisti e Legisti (Stabat Mater).
Decori, stemmi e monumenti celebrativi arricchiscono le pareti delle sale, le volte degli scaloni e dei loggiati. Meraviglioso!
Da non perdere una visita, infine, al Teatro Anatomico costruita in legno d’abete, con un bel soffitto a cassettoni decorato e due ordini di statue raffiguranti celebri medici e anatomisti.

Info utili per visitare l’Archiginnasio

La Biblioteca non si può visitare, ma si può ammirare il resto.
Orari: dal lunedì al venerdì 10:00 – 18:00 / Sabato 10:00 – 19:00 / Domenica e festivi 10:00 – 14:00
Costi: €3,00

Cosa vedere a Bologna in un giorno: Piazza Santo Stefano

Piazza Santo Stefano-Bologna

Piazza Santo Stefano, Bologna

In realtà non si tratta di una piazza, ma di uno slargo che parte da via Santo Stefano e conduce all’omonimo complesso (detto anche Sette Chiese): parliamo di Piazza Santo Stefano, uno dei luoghi simbolo di Bologna.
Oltre alla basilica, sulla piazza si affacciano splendidi palazzi quali Palazzo Isolani, Palazzo Bolognini, Casa Berti e il cinquecentesco Palazzo Bolognini Amorini Salina. Davvero un angolo di Bologna molto caratteristico e ricco di dettagli!
Il complesso di Santo Stefano è anche chiamato Sette Chiese perché è composto da più edifici di epoche diverse: la Chiesa del Crocifisso, la Basilica del Sepolcro, la Chiesa di San Vitale e Sant’Agricola, il Cortile di Pilato, la Chiesa del Martyrium, il Chiostro Medievale e il Museo di Santo Stefano.

cortile di pilato-bologna

Cortile di Pilato, Complesso di Santo Stefano – Bologna

Ci sono stati, tuttavia, diverse lavori e restauri nel corso degli anni che hanno cambiato l’antico aspetto del complesso fino a ridurre a quattro il numero delle chiese.
Molto interessante il Museo che conserva dipinti, sculture e altre opere d’arte di diverse epoche. Insomma, è uno di quei monumenti di Bologna che consiglio vivamente di non perdere!

Cosa vedere a Bologna in un giorno: i Canali di Bologna

canali di bologna

Canale di Reno, Bologna

Passeggiando per le affascinanti vie della città si incontrano questi piccoli scorci che ricordano i canali di Venezia, ovvero i canali di Bologna. Non conoscendo Bologna e la presenza dei canali, la prima volta che li vidi ne rimasi stupita! Le tante foto fatte in questi punti lo confermano 😉
Diversi sono i canali suggestivi e colorati: segnalo in particolare la Finestrella di Via Piella, che si apre sul Canale di Reno che scorre dolcemente sotto di essa, e l’Affaccio sul Canale delle Moline su Via Oberdan.
Gli altri canali sono Navile, Savena, Cavaticcio e Canale delle Moline. Quest’ultimo era fondamentale per i 15 mulini della città che attingevano forza motrice per le loro macine.
Mi raccomando, fai un salto in queste vie perché se visiti Bologna in un giorno non puoi perderle e, tra l’altro, potrai fare degli scatti incredibili!

Cosa vedere a Bologna in un giorno: Pinacoteca Nazionale

Bologna_Pinacoteca_Nazionale

Pinacoteca Nazionale di Bologna (Photo Credits: Wikimedia Commons)

Raffaello, Carracci, Perugino, Parmigianino, Reni, Vasari, Tintoretto, Guercino e molti altri sono solo alcuni dei celebri artisti che con le loro opere hanno impreziosito la Pinacoteca Nazionale di Bologna.
La Pinacoteca in 30 sale ospita opere che vanno dal XIII all’inizio del XIX secolo. In più, c’è uno spazio dedicato alle mostre temporanee e attività didattiche.
Da non perdere il polittico “Madonna col bambino e Santi” di Giotto,Gesù Cristo e il buon ladrone” di Tiziano, “Madonna in gloria e santi” del Perugino, “Estasi di Santa Cecilia” di Raffaello, “Cristo Incoronato di Spine” di Carracci, “La strage degli innocenti” e “Sansone Vittorioso” di Guido Reni.
Insomma, prenditi un po’ di tempo perché la Pinacoteca Nazionale di Bologna merita una visita!

Info utili per visitare la Pinacoteca Nazionale di Bologna

Orari
Da settembre a giugno
Da martedì a domenica 8:30 – 19:30
Festivi infrasettimanali: 8:30 – 19:30
(Chiuso il lunedì)

Luglio e Agosto
Martedì e mercoledì 8:30 – 14:00;
Da giovedì a domenica 13:45 – 19:30
Costo: €6,00

Cosa vedere a Bologna in un giorno: Museo Civico Archeologico

Museo_civico_archeologico_di_Bologna

Museo Civico Archeologico, Bologna

Se ti rimane del tempo durante il tuo tour di Bologna in un giorno, ti consiglio di visitare il Museo Archeologico.
Ospitato in un palazzo del 1400, il museo custodisce manufatti egizi, romani ed etruschi. E’ rappresentativo in particolare della storia locale, dalla preistoria all’età romana.
Le collezioni vantano circa 200.000 opere suddivise in sezioni, arrivate al museo in tempi diversi: dapprima con la fusione di due musei (l’Universitario e il Comunale), poi con l’aggiunta della collezione di antichità del pittore Pelagio Palagi. Gli ultimi arrivati sono i numerosissimi reperti provenienti dagli scavi urbani a Bologna e dintorni, in particolare tombe etrusche sono state scoperte durante i lavori alla Certosa.
Tra le cose da vedere assolutamente c’è la collezione egizia del museo (mi sono innamorata di questo mondo dopo la visita al Museo Egizio di Torino) che contempla più di 3500 oggetti tra cui sarcofagi, stele e statue. Sono documentati tremila anni di civiltà con approfondimenti su alcune tematiche quali il corredo funerario, la scrittura e gli amuleti.

Info utili per visitare il Museo Civico Archeologico di Bologna

Orari: lunedì e da mercoledì a venerdì 9:00-18:00 / Sabato, domenica e festivi 10:00 – 18:30 / Martedì chiuso
Costi: €6,00

Alcuni consigli per visitare Bologna in un giorno a piedi

Ti segnalo interessanti tour di Civitatis a Bologna, ecco i link:

Poi, per visitare Bologna al meglio, può esserti utile la Welcome Card, carta turistica per scoprire la città. Ti dà l’accesso gratuito ai musei, alla pinacoteca, alla Torre degli Asinelli tra gli altri. Inoltre, c’è la versione plus con ulteriori vantaggi, fra cui l’accesso al bus turistico, visite guidate e altro.
Con entrambe si applicano sconti per eventi e mostre.

  • Bologna Welcome Card Easy: € 25,00
  • Bologna Welcome Card Plus: € 40,00

Puoi acquistarla direttamente nei punti vendita città o sul sito ufficiale.

E tu, hai mai visitato Bologna? Hai qualche altra attrazione da aggiungere a questa splendida città?

2 Comments

  1. Sara 21/11/2020
    • Lucia Nuzzaci 21/11/2020

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.