Bologna “la Grassa”: questo, insieme alla rossa e dotta, è uno dei tre appellativi conferiti alla città di Bologna. E credo che leggendo questo articolo capirai il perché!
La cucina bolognese è nota per la sua opulenza e varietà. È conosciuta ovunque e le sue ricette sono parte fondamentale dell’immaginario collettivo internazionale della cucina italiana nel mondo (basti pensare al ragù).
La tradizione gastronomica di Bologna è legata all’Università: il fatto che ci fossero tanti studenti e professori di diverse nazionalità ha reso necessario un arricchimento della gastronomia e delle materie prime. Pensa che a Bologna, già nel Trecento, si contavano 150 osterie e 50 alberghi!
Insomma, se vuoi mangiare bene e di sostanza devi fare un salto a Bologna! Anzi, direi più di un salto, considerando la sua bellezza.
Scopri allora nell’articolo cosa mangiare a Bologna, ben 10 piatti tipici bolognesi che devi assaggiare assolutamente.
Buon appetito!

Cosa mangiare a Bologna: 10 piatti tipici bolognesi da non perdere

1.Crescentine

Gnocco-fritto-emilia

Crescentine

Cominciamo subito con un antipasto tipico di bologna, le crescentine. Un prelibato tagliere di salumi e formaggi locali, accompagnato da un cesto di crescentine, è un antipasto bolognese imperdibile.
Semplici e veloci da preparare, le crescentine sono fatte con un impasto poi fritto a base di farina, lievito, sale, acqua, latte e strutto.
In pratica è lo gnocco fritto che troviamo a Reggio Emilia e Modena, che a Ferrara prende il nome di pinzino, a Cremona quello di chizze e a Parma torta fritta: ogni zona ha la sua ricetta con lievi variazioni.
Fatto sta che è un antipasto rustico e stuzzicante, perfetto anche per fare un aperitivo in compagnia.

2.Friggione bolognese

Un’altra specialità bolognese annoverata fra i contorni tipici di Bologna è il friggione. È un’istituzione, tanto che la sua ricetta originale è depositata presso la Camera di Commercio della città, come quella del ragù.
Il friggione, piatto di origine contadina, è una salsa a base di cipolle e pomodori molto saporita. Nonostante la preparazione sia semplice, è molto importante la cottura lenta.
Come per gran parte del cibo tradizionale, il friggione ha le sue varianti. Ad esempio, alcune prevedono la salsiccia, invece nella cucina romagnola si aggiungono i peperoni e patate.
In ogni caso è ottimo sia d’inverno, magari accanto a un caldo bollito di carne, sia l’estate con il pane servito come antipasto.

3.Mortadella di Bologna

panino con mortadella di Bologna-Piatti tipici bolognesi

Panino con mortadella bolognese (Photo Credits: Pixabay)

Come si fa a visitare Bologna e non concedersi una pizza o un panino con la mortadella?
La Mortadella Bologna IGP, insaccato cotto fatto esclusivamente con carne di puro suino, dal profumo intenso e un pò speziato, è stata riconosciuta quale indicazione geografica protetta. È il salume più famoso della tradizione gastronomica bolognese, tanto che ho deciso di annoverarlo fra i piatti tipici di Bologna, nonostante non sia un vero e proprio piatto.
La mortadella bolognese è un’eccellenza tutta da gustare. Io oltre ad averla mangiata sulla pizza, l’ho provata anche nella piadina. Che bontà!

4.Tortellini in brodo

tortellini in brodo-piatti tipici romagnoli

Tortellini in brodo

I tortellini sono uno dei piatti tipici bolognesi “cult” che non puoi perdere se visiti Bologna! Infatti anch’io non ho perso tempo e gli ho assaggiati in una delle tante trattorie tipiche.
I primi piatti di Bologna sono rappresentati quasi totalmente dalla pasta fresca e, chiaramente, i tortellini fanno parte di questa categoria.
Come accade in genere per i piatti famosi, dei tortellini si contendono la paternità Bologna e Modena, tra svariate leggende. Diciamo che fanno parte della tradizione gastronomica emiliana.
Sono dei piccoli fagottini di pasta fresca all’uovo sottile ripieni con lombo di maiale, uova, mortadella di Bologna, prosciutto crudo, Parmigiano Reggiano e noce moscata.
Tradizione vuole che siano cotti e mangiati rigorosamente in brodo di carne di manzo e di cappone o gallina.

→ ♦ Scopri anche i piatti tipici di Parma

Tortellini di Valeggio sul Mincio

Tortellini di Valeggio sul Mincio

Tantissime le varianti, ad esempio nella provincia di Verona, a Valeggio sul Mincio, ci sono i famosissimi tortellini di Valeggio sul Mincio. Cambia il ripieno e leggermente la forma.
A Ferrara e Mantova c’è il cappellaccio o tortello, con il ripieno a base di ricotta e zucca, o di ricotta con amaretto.
I tortellini sono talmente celebrati e inseriti nella cultura popolare che a Natale si usa servirli a pranzo ed esiste una giornata celebrativa a loro dedicata, il National Tortellini Day, il 13 febbraio. Che aspetti a gustarli? A Bologna ovviamente 😉

→ ♦ Non perdere i piatti tipici di Mantova!

5.Lasagna alla bolognese

Lasagna bolognese-Piatti tipici di bologna

Lasagna bolognese (fatta da me!)

Chi non ha mai mangiato la lasagna alla bolognese con il ragù? Almeno una volta nella tua vita l’avrai fatto. Un piatto tipico di Bologna super energico che io stessa cucino spesso la domenica.
È celebre in tutto il mondo, tanto che è difficile trovarle fatte a regola d’arte! Si fanno bianche, con i funghi, con il pesce… ma la ricetta originale delle lasagne alla bolognese è un’altra.
Innanzitutto prevede una sfoglia leggerissima e tirata a mano che si taglia in rettangoli chiamati, appunto, lasagne. Queste vengono assemblate e farcite a strati con il ragù di carne alla bolognese, besciamella e parmigiano.
Il ragù di carne è il segreto, comprende carne, carote, sedano e altri odori. Il tutto deve essere cotto lentamente.
La cottura in generale della lasagna bolognese è fondamentale per ottenere una pasta cremosa, della giusta consistenza e saporita.
Tra l’altro la lasagna è ottima scaldata uno o due giorni dopo. A volte è anche più buona di quella appena sfornata!

6.Tagliatelle al ragù

Tagliatelle-piatti tipici bolognesi

Tagliatelle bolognesi

Ecco un altro dei piatti tipici bolognesi classici e diffusi dappertutto: le tagliatelle al ragù. Il nome deriva dal verbo “tagliare”, perché si ottengono proprio tagliando la pasta sfoglia sempre rigorosamente sottile.
Nel 1972 venne depositata presso la Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Bologna la ricetta e la misura della vera tagliatella bolognese (che per la cronaca, deve essere 7mm di larghezza e con uno spessore tra i 6 e 8 decimi di millimetro).
A Bologna le tagliatelle sono condite con il ragù alla bolognese e Parmigiano Reggiano, ma come sempre ci sono altre versioni.
In Romagna vengono preparate le lasagne verdi di spinaci oppure miste, dette paglia e fieno. Nell’Appennino Tosco Emiliano e tosco-romagnolo si utilizzano come condimento i funghi, ragù di cinghiale o tartufo. In altre zone dell’Italia si accompagnano con i frutti di mare, cacciagione e altri tipi di ragù.
Se hai un po’ di manualità e tempo le tagliatelle le puoi fare in casa. Sono certa che farai un figurone con questo piatto semplice, genuino e ricco di sapore!

→ ♦ A proposito di Romagna… oltre al mare a Rimini c’è di più! Ecco cosa vedere a Rimini in un giorno

7.Passatelli

Passatelli -pasta fresca -piatti tipici bolognesi

Passatelli

Sempre nell’ambito dei primi piatti di Bologna non mancano i passatelli in brodo, specialità regionale perfetta per ogni evenienza!
I passatelli sono fatti con pangrattato, parmigiano e uova, al quale si aggiunge noce moscata e limone. Il particolare formato di pasta si ottiene schiacciando l’impasto con l’apposito attrezzo o uno schiacciapatate.
La ricetta originale prevede che vengano serviti in brodo di carne caldo, ma si possono condire con pesce o funghi.
Non c’è niente di meglio che scaldarsi in inverno con un buon piatto di passatelli in brodo! E l’estate si scatena la fantasia con altre preparazioni “asciutte”.
Sono talmente facili da realizzare che puoi cimentarti in questa ricetta tipica bolognese. Credo che lo farò anch’io 😉

8.Cotoletta petroniana (alla bolognese)

Cotoletta_alla_bolognese

Cotoletta alla bolognese o petroniana (Photo Credits: Wikimedia Commons)

Dopo la carrellata di antipasti, contorni e primi eccoci ai secondi piatti tipici bolognesi. Un secondo della tradizione è la cotoletta alla bolognese (detta petroniana).
Senza dubbio è meno conosciuta della cotoletta alla milanese, però ugualmente buona… anzi, se pensiamo agli ingredienti aggiunti forse anche di più!
Nella cotoletta bolognese la carne di vitello viene fritta con lo strutto e poi sfumata in brodo di carne. Si aggiunge una fettina di prosciutto crudo, Parmigiano Reggiano e sugo. Da provare!

9.Galantina di pollo o cappone

Tra i piatti tipici di Bologna troviamo ancora la galantina di pollo o cappone, un altro secondo piatto bolognese tradizionale.
La galantina ha origine nobile, elaborata e molto antica, pare risalga al periodo rinascimentale e che si ispiri a una pietanza simile francese, in cui si utilizza però carne di anatra.
La ricetta prevede che il pollo venga farcito con vari tipi di carne, affettati e uova; il tutto viene cotto nel brodo.
La galantina di pollo si serve fredda tagliata a fette. Infatti, è un piatto detto rifreddo, ovvero cotto e poi servito freddo.
Si può utilizzare la carne di cappone al posto del pollo e si serve con insalata russa, verdure e altri contorni freschi.
Devo ammettere che non l’ho assaggiato, ma mi ispira parecchio. Sembra un piatto davvero energico!

10.Torta di riso bolognese

Torta_di_riso bolognese

Torta di riso

Chiudo la lista dei piatti tipici bolognesi con un dolce tradizionale, la torta di riso. È conosciuta come “Torta degli addobbi” perché in passato si preparava durante la Festa degli addobbi (ossia il Corpus Domini) quando si addobbavano le finestre con drappi rossi.
Gli ingredienti fondamentali sono il riso cotto nel latte, uova, scorza di limone e zucchero. Non si impiega né farina e né lievito. Qualcuno aggiunge i canditi.
Un dolce dal sapore delicato, molto profumato e che ormai si cucina tutto l’anno, specialmente durante le festività natalizie e pasquali.

Tra i dolci bolognesi ti consiglio di assaggiare la pinza bolognese, che assomiglia a un panino lungo schiacciato ripieno con mostarda bolognese (fatta con pere e mele cotogne, arance).
Il certosino è invece un dolce tipico della cucina bolognese molto carico e dal sapore deciso: ti basti pensare che all’interno ci sono farina, miele, cioccolato fondente e cacao, mostarda, mandorle, pinoli, frutta candita e tante altre spezie. Insomma… un mix esplosivo!

Come avrai notato i piatti tipici bolognesi sono tanti. E, se devo essere onesta, mi sono trovata poche volte a realizzare un articolo sulle pietanze locali e desiderare di provarle tutte!
Ci sono un sacco di prelibatezze imperdibili: alcune le ho mangiate, altre no, ma conto di farlo quando tornerò a Bologna.
Conoscevi questi piatti della cucina bolognese? Ne hai mai mangiato qualcuno? Ti aspetto nei commenti!


Lucia Nuzzaci

Ciao sono Lucia, sociologa per formazione, copywriter e travel blogger dal 2017 per lavoro, fondatrice di souvenirdiviaggio.it per dare spazio e vita ai miei viaggi. Amo scrivere, parlare, leggere, viaggiare con mio marito e i miei due figli, fissare gli istanti di un viaggio in mille scatti.

14 commenti

Chiara · 07/07/2022 alle 20:39

Le crescentine calde con salumi e formaggi danno dipendenza.. buone e facili da realizzare anche a casa! La lasagna è uno stile di vita! X me, donna del nord è il non plus ultra insieme alla cucina siciliana! ❤️

    Lucia Nuzzaci · 13/07/2022 alle 15:00

    Ciao e grazie per il tuo commento! Vero la cucina bolognese é strepitosa così come la siciliana… Ma nemmeno la mia (pugliese) non scherza 😉

Eliana · 17/04/2021 alle 08:26

Amo sempre provare la cucina territoriale e quella bolognese è a dir poco deliziosa! La cotoletta l’ho mangiata una volta solo ma l’ho trovata divina! Unico neo per me è la mortadella: proprio non riesco a farmela piacere, ma per il resto… Pancia mia fatti capanna!

    Lucia Nuzzaci · 17/04/2021 alle 15:04

    Tutti piatti deliziosi! A me piace la mortadella e a Bologna l’ho provata sulla pizza. Però ammetto che normalmente non l’acquisto mai 🙂

Mimì · 16/04/2021 alle 20:49

Ciao carissima! Quella lasagna alla bolognese in copertina, mi fa venire un bel languorino di categoria!

La cucina emiliana è un vero tripudio di bontà!

Mimì

Francesca Minnella · 16/04/2021 alle 17:09

No vabbè, a parte che a leggere quest’articolo mi è venuta una fame pazzesca e una lasagna la mangerei in questo momento, la cosa che più mi sta incuriosendo è la Cotoletta petroniana alla bolognese… a parte l’aspetto fantastico nella foto, sembra proprio da provare! E comunque devo ritornarci per forza a Bologna! Speriamo ci aprano presto! 😁

    Lucia Nuzzaci · 16/04/2021 alle 19:07

    Lo spero anch’io, a parte che voglio tornare a Bologna ma anche a viaggiare ovunque!!! Comunque piatti ottimi, tutti da provare 😉

Alice · 16/04/2021 alle 15:29

Io sono di Ferrara e vengo spesso a Bologna, ma l’ho vissuta di più al tempo dell’Università.. non ti dico quante cose buone ho mangiato! Amo le crescentine e i tortellini

    Lucia Nuzzaci · 16/04/2021 alle 16:04

    Immagino! La cucina bolognese è davvero buonissima, per questo famosa veramente in tutto il mondo.

valeria polverino · 16/04/2021 alle 15:25

Con orgoglio confesso di aver assaggiato quasi tutte le specialità bolognesi! I tortellini mangiati a Bologna non hanno lo stesso sapore se li mangi altrove, non so se è merito della sfoglia o del ripieno. I passatelli sono il mio piatto preferito, mi ricordano gli anni in cui lavoravo come stagionale a Milano Marittima <3

    Lucia Nuzzaci · 16/04/2021 alle 16:04

    Credo sia la sfoglia che il ripieno! Secondo me tutti i piatti tipici locali, quando assaggiati nel posto in cui sono nati hanno un sapore diverso. I passatelli non gli ho assaggiati invece, ma ho visto che sono semplici da preparare… magari ci provo!

Valentina · 16/04/2021 alle 09:45

Sono emiliana, precisamente di Modena, e sono molto fiera della nostra tradizione culinaria 🙂
Sono cresciuta con le tagliatelle e le lasagne al ragù della nonna – buonissime – e con i cappelletti (o tortellini) della bisnonna, fatti rigorosamente a mano. Ora è la mia nonna che insegna a me e alla mia mamma a farli… una tradizione di famiglia che mi piacerebbe molto portare avanti.
Fantastica la cotoletta alla petroniana. La mangio sempre quando vado a San Giovanni in Persiceto, in provincia di Bologna. Non ho ancora provato a farla a casa, ma un giorno la preparerò.
Bellissimo post, brava!!

    Lucia Nuzzaci · 16/04/2021 alle 15:49

    Beh, che dire… un complimento fatto da un’emiliana, in questo caso, vale il doppio! Grazie mille 😉
    E comunque immagino quanta tradizione ci sia nelle vostre famiglie, fai benissimo ad imparare a fare queste prelibatezze. Anch’io ci tengo e preparo spesso piatti che mi ha insegnato mia madre, come le Sagne ncannulate salentine, le orecchiette e maccheroni. Che bontà!

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright ©Souvenirdiviaggio, tutti i diritti sono riservati. SouvenirDiViaggio è un blog di proprietà di Lucia Nuzzaci

;