piatti tipici del Lago di Garda

Cosa mangiare sul Lago di Garda: piatti tipici e cucina tradizionale

Il Lago di Garda l’ho visitato quasi tutto e, devo dire, che ci sono posti davvero incantevoli come Sirmione, Desenzano, Peschiera, Malcesine, Salò. Sono proprio loro, con tanti altri, i pittoreschi borghi che colorano e impreziosiscono la costa del lago più grande d’Italia.
Ho avuto anche il piacere di pranzare in queste zone e sono rimasta sorpresa, considerando che molti dei piatti tipici del Lago di Garda hanno a che fare con il pesce… che io amo particolarmente! Ma non solo, la cucina tradizionale è ricca e subisce le influenze delle tre regioni bagnate dal lago, ovvero il Veneto, il Trentino e la Lombardia.
Le costanti di ogni pietanza sono due: il vino di qualità che accompagna i pasti e l’olio extravergine d’oliva Garda DOP come condimento.
Prima di dirti cosa mangiare sul Lago di Garda bisogna dire che, considerando l’influenza delle tre regioni, troverai piatti differenti in base alla città in cui decidi di mangiare. Scopriamoli insieme e… buon appetito!

Cosa mangiare sul Lago di Garda: ecco i piatti tipici imperdibili

Bigoli con le sarde

bigoli con le sarde-piatti veneti

Bigoli con le sarde

Parliamo un po’ del Garda Veneto e ti dico subito che si trovano molti dei piatti tipici di Padova. Un classico assoluto della cucina in queste zone sono i bigoli con le sarde.
Quante volte l’avrò menzionati nei miei articoli e mangiati soprattutto?! Tante… credimi! Si trovano inoltre nei piatti tipici di Verona.
I bigoli sono una pasta fresca all’uovo che assomiglia agli spaghetti ma più spessi. Vengono fatti saltare in padella con le sarde fresche rosolate con olio extravergine di oliva Garda DOP, uno spicchio d’aglio, prezzemolo. Piatto semplice, economico e salutare considerando che la sarda è un pesce azzurro.

I Tortellini di Valeggio sul Mincio

tortellini in brodo-piatti tipici romagnoli

Tortellini in brodo

Fra le cose da mangiare sul Lago di Garda Veneto ci sono i tortellini sul Mincio. I tortellini sono fatti con pasta sfoglia che viene tirata molto sottile al fine di chiuderli a mano. Il ripieno è fatto di carne mista (manzo e maiale), mortadella, battuto di verdure, rosmarino, vino bianco, formaggio, noce moscata.
Di solito si presentano in brodo di carne con l’aggiunta di un paio di cucchiai di vino Bardolino, oppure conditi con burro e salvia.
Ci sono anche i tortelli sul Mincio, che sono un po’ più grandi e dove il ripieno varia in base alla stagione. Li troviamo con asparagi, zucca, basilico e ricotta, radicchio rosso e formaggio Monte veronese stagionato, porcini e speck, castagne, etc. . Davvero gustosi!

La Carbonèra

Polenta carbonera

Polenta carbonera – (Photo Credits: Dario Zontini)

La carbonera è uno dei piatti tipici del Lago di Garda che si mangia soprattutto a Malcesine e altri comuni veneti. Una pietanza molto antica e povera fatto da polenta, olio extravergine di oliva Garda DOP e formaggio del Monte Baldo. Si ottiene così una specie di polenta concia proprio perché condita, che tra l’altro si può conservare e consumare dopo un po’ di giorni.
Una curiosità: il nome deriva dal fatto che era il cibo quotidiano dei carbonai!

Carne salada

Carne_Salada_e_fasoi

Carne salada e fagioli (Photo Credits: Wikimedia Commons)

Spostiamoci sul Garda Trentino (e anche lombardo), in particolare nell’area tra Arco, Tenno e Varone, dove il piatto tipico per eccellenza è la carne salada. Si tratta di una fesa di manzo lasciata marinare e aromatizzata. Si consuma cruda con olio extravergine di oliva o cotta accompagnata da fagioli.
Il processo di marinatura della carne salada è davvero antico, lungo (dura da un mese e mezzo a due) e si faceva in antiche botti di legno. Ancora oggi alcuni salumifici trentini seguono minuziosamente questa ricetta per produrre la carne salada. Non resta che assaggiarla!

Il pesce del Lago di Garda

pesce del lago di garda

Secondo a base di pesce del Lago di Garda con contorno

Rimaniamo sul Garda Trentino, anche se in questo caso si parla di un piatto tipico del Lago di Garda in generale: il pesce. E’ il protagonista di molte pietanze in tutte le zone del lago e si utilizza in antipasti, primi e secondi. Io infatti ho fatto un ottimo pranzetto a base di pesce proprio a Garda, che è nel Veneto.
Tra i pesci più utilizzati nelle ricette troviamo il lavarello, la trota lacustre, la sarda e il carpione. Ad esempio molto diffusi sono il lavarello ai ferri, il carpione alla griglia, il luccio in salsa, le sarde alla brace, il baccalà.
Tra i primi i bigoli con le sarde e il risotto con la tinca (un pesce del Lago di Garda dalla carne tenerissima). Mentre tra i secondi – oltre ai piatti indicati sopra – il filetto di pesce persico e la celebre zuppa di pesce di lago, un ottimo mix di sapori gardensi.

Broccolo di Torbole

broccolo di torbole

Broccolo di Torbole

Non è quello a cui siamo abituati, perché il broccolo di Torbole ha un sapore intenso e le foglie sono commestibili. E’ un ortaggio coltivato negli orti di Torbole e di Linfano, nella provincia autonoma di Trento.
Il broccolo è l’ingrediente principale di diverse ricette, spesso funge da accompagnamento alla carne salada, oppure inserito in zuppe, come condimento della pasta o, ancora, lesso.
Qualche anno fa è nato il comitato del broccolo di Torbole per valorizzare questo umile ortaggio che, a dispetto del suo aspetto, ha delle proprietà organolettiche eccellenti. Insomma, è ormai nell’offerta gastronomica del Lago di Garda Trentino.

Cassata Gardesana

E finalmente veniamo al dolce che chiude ogni pranzo e cena in bellezza… come si suol dire, la ciliegina sulla torta! E fra i dolci tipici del Lago di Garda troviamo la cassata gardesana.
Forse non è così celebre come quella siciliana, ma certamente gustosa: è un semifreddo a base di ricotta, frutta candita e miele (che qui è molto diffuso). La caratteristica è che deve essere servito con un filo d’olio EVO del Garda che, come avrai capito, è il re della gastronomia locale e un souvenir da portare a casa 😉

Vini tipici del Lago di Garda

vino -lago di garda

Vino bianco Pianel cantina La Meridiana di Puegnago del Garda – Foto scattata durante la degustazione di vino e olio del Garda DOP Borghese-Cavazza sull’Isola del Garda

Dopo averti portato con me in questo viaggio culinario che ti ha fatto scoprire cosa mangiare sul Lago di Garda ti starai chiedendo… e per brindare?! Beh, di certo qui non mancano eccellenti vini DOC.
C’è ad esempio il Bardolino classico che si associa benissimo al pesce e carni bianche, oppure il Custoza e il Bardolino chiaretto perfetti per piatti più sostanziosi sia di carne che di pesce. Nella zona di Peschiera del Garda e Desenzano si predilige il Lugana, vino bianco ideale per le pietanze di pesce del Benaco o come aperitivo da abbinare a primi piatti e formaggi freschi.
Poi fra i rossi che, come si sa sono perfetti con le carni rosse, c’è il Garda bresciano e l’Amarone della Valpolicella.
Infine, una vera e propria rarità dal momento che è coltivata solo vicino al Lago di Garda, è il Groppello. Un vino rosso delicato e speziato che si abbina a primi piatti saporiti, ai formaggi e alla carne.
Insomma, ce n’è uno per ogni piatto… basta scegliere la pietanza e il vino verrà da sé 😉

Nel mio articolo ti ho raccontato cosa mangiare sul Lago di Garda, i piatti tipici, i vini e la cucina tradizionale in generale. Un bel weekend su questo magico lago non può prescindere da una pranzetto o cenetta ammirando il bel panorama.
E tu conoscevi già questi piatti? Gli hai mai assaggiati? Raccontamelo nei commenti!

2 Comments

  1. Valentina 07/09/2020
    • Lucia Nuzzaci 07/09/2020

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.