Affacciata sul mar Adriatico in provincia di Forlì – Cesena, Cesenatico è una località balneare con una lunga storia artistica e marinara. Proprio così, ci troviamo di fronte a una città sulla Riviera Romagnola che non è solo mare e divertimento, ma molto di più.
Quindi, sebbene sia una meta da prediligere d’estate perchè sicuramente più vivace e si potrà godere delle sue spiagge, qui si può venire anche nelle altre stagioni, magari unendo Cesenatico ad altre città vicine come Rimini, Ravenna o Bologna.
Non di minore importanza poi il legame di Cesenatico allo sport, perché qui nacque nel 1970 il famoso ciclista Marco Pantani e basta passeggiare per scoprire qualcosa su lui: monumenti, targhe commemorative nonché il museo dedicatogli. Un ciclista così importante come Pantani non si può dimenticare e i cesenaticensi lo sanno bene, infatti gli rendono omaggio in vari modi.
Vediamo insieme come visitare Cesenatico: cosa vedere e fare in un giorno.
Buona lettura!

Cesenatico: cosa vedere in un giorno

Piazza Andrea Costa e Grattacielo

piazza-andrea-costa-cesenatico

Piazza Andrea Costa, Cesenatico

La mia visita di Cesenatico inizia con Piazza Andrea Costa, la riconoscerai subito perché qui si innalzano la ruota panoramica di 31 metri verso il lungomare e l’altissimo grattacielo di ben 118 metri.
Quando fu costruito nel 1958 dalla società ‘Marinella’ di Faenza, su progetto dell’ingegnere Berardi, rappresentò per diversi anni il grattacielo più alto d’Europa. Oggi è comunque la quarta torre residenziale più alta d’Italia ed è adibita ad abitazioni private, quindi non visitabile.
Piazza Costa è il centro nevralgico di Cesenatico, qui si svolgono manifestazioni e grandi eventi come, ad esempio, la Notte Rosa che in estate coinvolge tutta la Riviera Romagnola.

Lungomare e Cattedrale delle Foglie e delle Piante Contadine

lungomare-ruota-panoramica-cesenatico

Lungomare, Cesenatico

Come ogni località balneare che si rispetti c’è un litorale con le spiagge e il lungomare, di Ponente e di Levante, con i rispettivi moli. Una piacevole passeggiata da fare la sera per rinfrescarsi dalla calura estiva del giorno.
Da segnalare la particolare piazza Spose dei Marinai sul lungomare di Ponente. Si tratta di una piazza con al centro una scultura in bronzo, realizzata dall’artista Quinto Pagliarani, composta da tre figure, una mamma con i due figli. Il bambino indica all’orizzonte la barca di famiglia. È un riconoscimento a tutte quelle mogli e madri che attendevano con ansia i loro mariti – che lavoravano in mare – sui moli e sulle spiagge.
Sul lungomare di Levante invece da vedere la Cattedrale delle Foglie, un’opera in acciaio cor-ten costituita da un gruppo di foglie alte circa 3.50 metri, disposte a formare un anfiteatro.
L’opera nasce da un’idea di Tonino Guerra ed è stata realizzata dallo scultore del ferro Aurelio Brunelli. Si tratta di un omaggio alla natura e al lavoro dell’uomo che fa per coltivarla e preservarla; infatti è stata costruita vicino ad un’aiuola dove sono coltivate antiche piante da frutto romagnole.

Porto Canale Leonardesco

porto-canale-leonardesco-cesenatico

Porto Canale Leonardesco, Cesenatico

Una delle immagini più belle di Cesenatico e forse quella che la rappresenta di più è il Porto Canale Leonardesco. Tra le cose da vedere a Cesenatico (e da fotografare!) assolutamente.
Porto Canale è il cuore del centro di Cesenatico e tutto intorno si sviluppa il centro storico.
Qui sono ormeggiate le barche e sulle banchine c’è una lunga passeggiata piena di ristoranti, prevalentemente a base di pesce, e negozietti vari.

porto-canale-leonardesco-cesenatico-cosa-vedere

Porto Canale Leonardesco, Cesenatico

piazza-pisacane-cesenatico

Piazza Pisacane, Cesenatico

Nel suo tratto più interno il porto segue le linee disegnate da Leonardo Da Vinci nel 1502, chiamato da Cesare Borgia per partecipare ai lavori di ristrutturazione e apportare migliorie.
Lungo il porto sorgono degli importanti monumenti di Cesenatico da vedere:

  • piazza Pisacane con il monumento a Giuseppe Garibaldi;
  • l’ottocentesca pescheria, dietro alla quale si apre la piazzetta delle Erbe;
  • piazza Ciceruacchio dove è tracciato il perimetro dell’antica Torre Pretoria;
  • piazzetta delle Conserve, caratterizzata dalla presenza delle antiche Conserve o ghiacciaie, ovvero pozzi a forma di tronco in cui si conservava soprattutto pesce. Ogni mattina si tiene nella piazza un caratteristico Mercatino dei Produttori Agricoli, durante il Natale si allestisce il presepe e si tengono anche altri piccoli mercatini di artigianato.

Si trovano qui infine il Museo della Marineria e la Chiesa di San Giacomo di cui parlerò dopo.

Museo della Marineria

museo-della-capitaneria-cesenatico

Museo della Capitaneria, Cesenatico

Il Museo della Marineria è un particolare museo composto da una parte a “terra”, un museo normale, e una “galleggiante” fatta da reperti e imbarcazioni che galleggiano sul canale.
Nel Museo della Marineria a terra, situato su porto canale, il percorso affronta i temi dei materiali e tecnologie, della costruzione tradizionale delle barche. Si possono ammirare un trabaccolo e un bragozzo attrezzati con le loro vele “al terzo”.
Al piano superiore si osservano i dettagli delle vele e delle alberature, si conosce la vita dei marinai e delle loro famiglie, la pesca e la navigazione, i simboli e le decorazioni delle barche come gli “occhi” di prua e tanto altro.

porto-canale-barche-tradizionali-cesenatico

Museo galleggiante della Capitaneria, Cesenatico

Il museo galleggiante della Marineria invece si trova proprio sul canale, dove ci sono dieci barche tradizionali complete di vele issate (in estate ogni giorno). Due di queste possono ancora navigare in mare.
Avendo visitato Cesenatico in estate ho potuto ammirare queste splendide barche con le loro vele coloratissime, contrassegnate con i simboli delle famiglie dei marinari. Molto belle, come si può vedere dalle foto!

Chiesa San Giacomo

chiesa-di-san-giacomo-cesenatico

Chiesa di San Giacomo, Cesenatico

Affacciata sul Porto Canale Leonardesco troviamo la piccola Chiesa di San Giacomo, in corrispondenza del Museo della Marineria.
Fu realizzata nel 1324, ma ciò che vediamo ora è il risultato di rifacimenti vari, in particolare l’ultimo fatto nel 1763.
La chiesa è semplice, a navata unica, però è importante menzionarla e dedicargli qualche minuto, poiché all’interno è presente un dipinto che raffigura San Giuseppe ed è attribuito – non unanimemente – al pittore Guido Cagnacci.

Spazio Pantani

spazio-pantani-cesenatico

Spazio Pantani, Cesenatico

Come anticipato sono diversi gli omaggi resi al noto ciclista Pantani, ma il più importante è il museo che sorge vicino la stazione ferroviaria di Cesenatico, Spazio Pantani, fortemente voluto dalla famiglia Pantani e dalla Fondazione Pantani.
Attraverso foto, cimeli e materiali audiovisivi mantiene viva la memoria del ciclista e delle sue tante imprese.
La struttura è suddivisa in 3 aree di circa 100 metri quadrati ognuna. Queste portano il nome delle vette conquistate da Marco Pantani: Mortirolo e Alpe d’Huez (dei quali detiene ancora il record di scalata) e Bocchetta.
C’è inoltre un punto vendita, subito all’ingresso, con gadget, articoli di abbigliamento, libri e tanto altro.

spazio-pantani-negozio-cesenatico

Spazio Pantani, Cesenatico

La cosa da sottolineare è che tutti i proventi del biglietto d’ingresso e dei gadget in vendita vengono devoluti in beneficenza, questo perché la famiglia Pantani vuole seguire la volontà e i valori del loro figlio. In seguito alla sua morte, i genitori hanno scoperto che Marco donava ogni anno grosse somme di denaro ad Enti preposti all’accoglienza ed alla cura delle persone con problemi mentali, motori ed economici, ma specialmente ai bambini.
Io purtroppo sono arrivata troppo tardi e l’ho trovato chiuso, ma avrei voluto visitarlo. Conto di tornarci, abitando nella vicina Rimini lo farò sicuramente ;-)

Info: costo del biglietto intero €5,00 con in omaggio gadget Marco Pantani.

Fornace Romana di Ca Turchi

La fornace romana è un piccolo sito archeologico scoperto negli anni Settanta che si trova nelle campagne di Cesenatico.
Si tratta di due grandi fornaci di cui si sono conservate solo le camere di combustione. Queste erano diffuse nella regione tra il I e il II secolo d.C. e dai rilevamenti effettuati erano adibite alla produzione di statue e tegole destinate alla decorazione di giardini, ville e residenze prestigiose o doni votivi per santuari. L’ingresso è gratuito.

Parchi di Cesenatico

Parco Ponente

Infine, tra le cose da vedere a Cesenatico in un giorno, ci sono due bei parchi, Parco di Levante e Parco di Ponente.
Il Parco di Ponente è una grande area verde che accoglie due campi da calcio, un’area per intrattenimenti e pic-nic, varie aree giochi per bimbi. Inoltre, ci sono diversi sentieri percorribili in bici o a piedi.
Vicino al parco si trova il Parco Acquatico Atlantica che conta 6 piscine ed oltre 1000 metri di vorticosi acquascivoli. Ci sono aree picnic, relax e campi gioco. Insomma, venirci può essere un modo diverso per trascorrere una giornata o qualche ora in allegria!

Info: da lunedì a domenica adulti €19,00 e bambini da 4 anni €16,00 (fino a 4 anni gratis). Il giorno dopo si entra gratis. Sabato family day con €13,00 adulto e €10,00 bambino.

Parco di Levante

Il Parco di Levante è anch’esso un grande spazio verde, non lontano dalla spiaggia, ricco di pini domestici, pioppi, ontani, querce e arbusti nonché due laghetti con fauna, aree giochi bimbi e picnic.
Si possono svolgere tante attività e rilassarsi immersi nella natura grazie ai sentieri da percorrere in bici o a piedi, alle attrezzature per fare sport, alle panchine.

Cesenatico e dintorni: cosa fare

Dove dormire a Cesenatico



Booking.com


Questa è Cesenatico: cosa vedere e fare in un giorno e come avrai visto le attività sono davvero tante. Una città sorprendente che offre tante opportunità, qui non manca niente!
La conoscevi? Hai bisogno di qualche informazione? Ti aspetto nei commenti!


Lucia Nuzzaci

Ciao sono Lucia, sociologa per formazione, copywriter e travel blogger dal 2017 per lavoro, fondatrice di souvenirdiviaggio.it per dare spazio e vita ai miei viaggi. Amo scrivere, parlare, leggere, viaggiare con mio marito e i miei due figli, fissare gli istanti di un viaggio in mille scatti.

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.