Breuil-Cervinia cosa vedere e fare

Breuil Cervinia: cosa fare e vedere in un weekend – Itinerario

Breuil-Cervinia, situata a quota 2050 m s.l.m. alle falde del Monte Cervino, è una frazione del comune italiano di Valtournenche, in Valle d’Aosta. Si tratta di una delle più rinomate stazioni turistiche invernali ed estive delle Alpi.
A Breuil Cervinia però non si scia e basta. Ti sembra strano e, invece, è proprio così!
Ci sono diverse alternative alle discese e cose da vedere in zona, quindi può essere una meta perfetta in ogni stagione.
Scopriamo insieme nell’articolo scritto da Monica Palazzi la località di Breuil-Cervinia: cosa fare e vedere in un weekend o durante una vacanza, informazioni e consigli utili per visitare questa località.
Buona lettura!

Breuil-Cervinia: informazioni e consigli utili

Breuil-Cervinia-come-arrivare-info-utili

Breuil Crevinia

Come arrivare a Breuil Cervinia

Treno

La stazione ferroviaria più vicina è quella di Chantillon / Saint Vincent.
Da Chantillon, così come da Torino e Milano, c’è un comodo servizio di autobus da e per Breuil Cervinia Valtournenche. Per ulteriori informazioni visita aosta.arriva.it

Aereo

L’aereo, forse, per andare a Breuil Cervinia è il metodo di trasporto che tenderei ad escludere in quanto gli aeroporti sono un po’ distanti.
Torino Caselle dista quasi 120 chilometri, Milano Linate 180 chilometri.
Tuttavia, i trasferimenti da e per Breuil Cervinia possono essere facilmente organizzati in bus o, in alternativa, con noleggio auto o taxi.

Auto

Breuil Cervinia è servita dall’autostrada A5 TorinoAosta e, quindi, puoi prendere l’uscita Chatillon / Saint Vincent e proseguire sulla strada regionale per Cervinia. Valtournenche si trova a 19 chilometri.

Dove parcheggiare l’auto a Breuil Cervinia?

Se non hai un posto riservato presso la struttura dove soggiorni, oppure se sei di passaggio in quanto ti fermi per una giornata, ecco un paio di alternative interessanti dove poter lasciare la tua macchina.
Verifica però che non siano a pagamento dato che, personalmente, avendo soggiornato in un hotel non ho avuto questo problema.

  • Parcheggio nei pressi della Chiesa Parrocchiale Frazione La Place Valtournenche
  • I parcheggi presso le Funivie (sono tutte ben indicate e non puoi sbagliare)
  • Parcheggio vicino al Cimitero Frazione Evette Valtournenche
  • Parcheggio al Centro Sportivo Frazione Pecou Valtournenche

Quando andare a Breuil Cervinia?

Se sei un’amante degli sport invernali il periodo migliore per andarci è in inverno, così da conciliare alla perfezione le due cose. Diversamente, se non lo sei, ogni stagione dell’anno può andar bene.
Essendo una località di montagna la temperatura è sempre abbastanza frizzantina anche in estate, quindi è l’ideale per coloro che, durante la stagione calda, vogliono sfuggire all’afa immergendosi nel verde e nella natura.

Una piccola curiosità: Breuil Cervinia perché si chiama così?

Breuil è il nome originario in francese e deriva dalla voce arpitana breuill (o braoulé), che indica un pianoro paludoso di montagna. Cervinia è il nome dato alla località in epoca fascista e si riferisce al monte Cervino.
Dopo quasi 100 anni Cervinia cambia nome: la località sciistica si chiamerà solo “Le Breuil” e questo per eliminare la denominazione che risale al Ventennio fascista. È stato stabilito con decreto del Presidente della Regione Valle d’Aosta.
Le polemiche non mancano, sia da parte della popolazione che dovrà cambiare i documenti personali e delle varie attività, sia a livello turistico dato che è proprio così che è conosciuta questa famosa località di montagna.

Non solo sci: cosa fare e vedere a Breuil Cervinia in un weekend

La mia esperienza a Breuil Cervinia

statua-mike-buongiorno-breuil-cervinia

Statua di Mike Buongiorno, Breuil Cervinia

Non appena arrivata a Breuil Cervinia, dopo essermi sistemata in hotel, faccio come sempre una piccola ricognizione della zona, perciò un giro per le vie principali è l’ideale.
In centro, di fronte alla sede dell’Ufficio Guide Alpone di Cervinia, ci si imbatte nella Capanna Luigi Amedeo di Savoia, il Rifugio per eccellenza che fu usato dai primi alpinisti.
Continuando, spicca tra le cose da vedere a Breuil Cervinia la statua a Mike Bongiorno, un omaggio al noto presentatore che fu un assiduo frequentatore della zona. La statua si trova nei pressi della piccola chiesa parrocchiale.
Ma la mia gita vera e propria non inizierà che domani… adesso è tempo di rientrare perché è ora di cena!

Primo giorno

Mattino: Museo più Alto d’Europa

La mia prima meta è il Museo più Alto d’Europa che si si trova nei locali d’arrivo della vecchia Funivia del Ghiacciaio Plateau Rosà, a 3.500 metri.
Per arrivarci ci sono due possibilità: con la Funivia panoramica, che consente di ammirare uno spettacolo meraviglioso, oppure a piedi.
L’ingresso al Museo più Alto d’Europa è compreso nel biglietto dello ski pass perciò, secondo me, meglio andarci così!
La durata della visita incluso il tempo per andare e tornare con la seggiovia è mezza giornata circa.

Cosa è il Museo più Alto d’Europa? È una mostra-museo che spiega, grazie alle fotografie d’epoca e audiovisivi, la storia delle funivie degli impianti di Breuil, ma non solo.
Molto bella la rosa dei venti che indica altezza, direzione e nome di tutte le più cime celebri della zona.
Prima di partire alla volta di quello che mi riserva il pomeriggio, metto qualcosa sotto i denti. Più avanti ti racconterò dei piatti tipici di Aosta da non perdere.

Pomeriggio: Lago Blu

Breuil-Cervinia-Lago-Blu

Lago Blu, Breuil Cervinia

Sono una grande appassionata di laghi e, nonostante quelli della Val d’Aosta siano davvero piccoli (come tutti quelli alpini), meritano una visita.
Qui ve ne sono circa 100, ma io ti segnalo il Lago Blu perché è il simbolo della zona, lo troverai in quasi tutti i dépliant o cartelloni pubblicitari della valle. Si trova vicino alla strada regionale in cui il Cervino si specchia.
Il lago Blu è un lago “mignon”, ma di un azzurro davvero unico e magnifico. Il colore turchese delle acque è dovuto alla limpidezza dell’acqua sorgiva e alla presenza di alcune alghe che gli danno questo colorito così inconfondibile.
Mi raccomando, se ci vai in inverno sicuramente la strada sarà piena di neve perciò serve l’attrezzatura necessaria. Non avventurarti nell’impresa se non sei ben equipaggiato!

Secondo giorno

Mattino: Orrido Gouffre de Bousserailles e Torgnon con il Museo di Petit Monde

Orrido-Gouffre-de-Bousserailles-breuil-Cervinia

Orrido Gouffre de Bousserailles, Breuil Cervinia

Tra l’abitato di Valtournenche e Breuil Cervinia si trova le Gouffre de Bousserailles, una gola scavata dalle acque del torrente Marmore.
L’orrido è stato scoperto nel 1865 dalle Guide Alpine Pellissier, Carrel e Maquignaz ed è accessibile a tutti grazie a una passerella in acciaio.
Molto belle le marmitte dei giganti che si possono notare prima di entrare.
In alternativa, nel caso tu non sia una persona molto portata per questo genere di escursioni, potresti andare a Torgnon e al suo Museo Petit Monde, sito nella frazione Triatel. Si tratta del più complesso ecosistema museale della Val d’Aosta.
Come, forse, si può facilmente intuire dal nome “piccolo mondo”, qui si può apprezzare la vita di una volta della vallata fin nei suoi minimi dettagli. La visita non si può concludere senza aver visto il mulino, poco distante sul torrente Petit Monde.

Pomeriggio: Maison de l’Alpage e Villaggio Cretez

La Maison de l’Alpage è una realtà museale dal 2015. È stata ricavata in un vecchio, ma ben tenuto rascard (il rascard è un edificio tipico delle valle in legno) che permette di comprendere la vita agricola dei tempi andati della zona.
Il museo interattivo e multimediale analizza diversi aspetti della vita pastorale e vuole avvicinare il visitatore a questa vita.
Segnalo che c’è la possibilità di mungere delle mucche (per lo meno così era quando ci sono stata io qualche anno fa) che è una cosa piacevole e allo stesso tempo interessante.
La mia prossima tappa è il vicino villaggio di Cretez che, in passato, fu uno dei villaggi più importanti della zona.
Durante questa visita potrai ammirare le magnifiche casette in legno locale, così come la stupenda chiesa parrocchiale e il vecchio mulino.

Breuil Cervinia: cosa fare e vedere ancora

Museo del Cervino – Zermatt

museo-del-cervino-zarmatt-svizzera

Museo del Cervino, Zarmatt – Svizzera

Cosa fare se hai ancora una giornata a tua disposizione? Potresti utilizzarla per andare al Museo del Cervino che si trova a Zermatt in Svizzera. Qui potrai osservare una fedele e realistica ricostruzione di un villaggio alpino.
Ma non solo, dato che si racconta la storia del Cervino e l’impatto che questo ebbe sui locali e sulla loro economia.
Nel museo, infine, è possibile trovare una collezione di oggetti storici e attrezzature alpinistiche.

Come andare a Zermatt da Breuil Cervinia?

Per andare a Zermatt da Breuil Cervinia si può utilizzare l’auto, oppure c’è un’alternativa molto interessante, ovvero la funivia. Questa ha le telecabine disegnate da Pininfarina con i sedili ben riscaldati e la base trasparente, che ti dà la possibilità di ammirare il paesaggio che ti circonda.
Certo, il costo è abbastanza proibitivo (€240,00 andata e ritorno per adulto), tuttavia sarà un’esperienza senza eguali che meriterebbe di essere fatta almeno una volta nella vita.

Informazioni pratiche sulla Svizzera

Ricordo che per andare in Svizzera occorre la carta d’identità in corso di validità, mentre la patente e l’assicurazione auto italiane sono sufficienti. Chiaramente si deve essere in regola con la revisione del mezzo e avere tutta la documentazione necessaria a bordo.
La moneta locale è il Franco Svizzero, ma normalmente l’Euro viene accettato senza problemi.

Cosa fare a Breuil Cervinia se piove?

castello-di-ussel-chatillon-valle-d_aosta

Castello di Ussel, Chatillon

Hai organizzato il tuo weekend a Breuil Cervinia però piove o nevica? Non disperare che non tutto è perduto!
Sapevi che la Valle è detta “la valle dei cento castelli”? Dunque una delle possibilità è visitare uno o più castelli in zona.
Ad esempio, un po’ più a valle c’è Chatillon, che dista una trentina di chilometri da Breuil Cervinia.
La particolarità di questo borgo è che ha ben 3 castelli visitabili di origine differente. Il più recente dei tre è il novecentesco Castello Gamba, gli altri due, il castello Passerin d’Entrèves e il castello di Ussel, risalgono invece al Medioevo.

Piatti tipici di Breuil Cervinia o della Valle d’Aosta

Cosa mangiare a Breuil Cervinia? Il formaggio con le patate e le castagne dolci sono un must, così come la fonduta che è fatta con la fontina valdostana DOP.
Ottima anche la polenta locale che si mangia rigorosamente con burro ben fuso, fontina o con civet di camoscio.
Cosa è il civet di camoscio? È quello che in italiano si chiama stufato!
Il dolce tipico di Breuil sono “le tegole”, biscotti molto sottili con nocciole e mandorle che si prestano a essere mangiati assieme al caffè alla valdostana.
Questo speciale caffè è con grappa e scorze d’arancia e limone, e va servito in un contenitore con beccuccio che è detto “coppa dell’amicizia”, in quanto si dovrebbe prendere con gli amici.

Dove dormire a Breuil Cervinia



Booking.com


Questa è Breuil Cervinia: cosa fare e vedere in un weekend, informazioni utili per visitarla e cosa mangiare, con un bel po’ di piatti tipici valdostani da assaggiare. Grazie a Monica per questo articolo ricco di informazioni e completo!
Se hai qualcosa da chiedere o vuoi lasciare un commento ti aspetto.

 

Post scritto da Monica Palazzi

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.