panorama-da-La-Valletta

La Valletta: cosa vedere in un giorno nella capitale di Malta

La piccola capitale dell’Arcipelago di Malta, La Valletta, è un un vero gioiellino costellato da importanti edifici, viuzze che portano su scorci meravigliosi, particolari architetture e chiese riccamente decorate, una più bella dell’altra.
Dichiarata Patrimonio Unesco e con ben 7000 anni di storia, deve la sua impostazione urbanistica-architettonica al Gran Maestro dell’Ordine di San Giovanni.
È una città da visitare assolutamente durante un tour di Malta, anzi deve essere il punto di partenza. A me è piaciuta molto!
Il cuore storico della capitale è piccolo e le attrazioni sono concentrate, quindi si può visitare in un giorno, anche se è chiaro che se si vuole entrare in tutti i musei bisogna almeno dedicarle un paio di giorni, aggiungendo la visita alle Tre Città. Queste sono proprio di fronte a La Valletta e raggiungibili in pochi minuti in battello.
Vediamo insieme cosa vedere a La Valletta in un giorno e luoghi d’interesse da non perdere.
Buona lettura!

La Valletta: cosa vedere in un giorno

Fontana dei Tritoni

Fontana-dei-Tritoni-La-Valletta

Fontana dei Tritoni, La Valletta

La mia visita della Valletta è cominciata da questa ampia piazza che ospita la Fontana dei Tritoni, dato che ho parcheggiato al MCP Parking Garage, un comodo parcheggio che è nelle vicinanze (qui si possono spendere massimo 10€ al giorno).
La fontana è opera di Vincent Apap, scultore maltese, ed è composta da tre tritoni che sorreggono un piatto e poggiano su un basamento di travertino romano, proveniente dalle cave di Tivoli.
Questo è uno dei monumenti più visitati e celebri, sebbene tanti non prestano attenzione essendo fuori dalle mura e terminal di autobus.
La piazza con la Fontana dei Tritoni è un luogo d’incontro ed è circondata da chioschetti che vendono street food maltesi, fra i quali i buonissimi pastizzi. Inoltre, da qui si vedono le mura che circondano il centro storico della Valletta.

City Gate e Nuovo Parlamento

City-Gate-La-Valletta

City Gate, La Valletta

Oltrepassata la Fontana dei Tritoni mi sono ritrovata davanti proprio la porta d’ingresso, City Gate, progettata dall’architetto italiano Renzo Piano insieme al Nuovo Parlamento. Questa porta ha sostituito quella più antica ed è un bel colpo d’occhio sulle mura per la sua modernità e ampiezza.

Republic-street-La-Valletta

Republic Street, La Valletta

La City Gate segna l’inizio di Republic Street, la strada principale della Valletta che arriva fino al Forte sant’Elmo, situato all’estremità opposta della città.
Appena superato l’accesso si apre un mondo meraviglioso e vivace, che è il cuore de La Valletta. La via è ricca di persone, negozi, locali ed edifici importanti come il Parlamento, le rovine del Teatro Reale e il City Gate Shopping Arcade.

Nuovo-Parlamento-La-Valletta

Nuovo Parlamento, La Valletta

Il Nuovo Parlamento, ultramoderno e a zero emissioni, ha una facciata d’effetto con lastre di pietra scolpite in modo tale da sembrare erose dalla natura. La struttura è costituita da un telaio in acciaio rivestito in pietra calcarea di Gozo.
Sia la City Gate che il Parlamento sono state oggetto di critiche per il design di Renzo Piano giudicato da molti ultramoderno – e in contrasto con il resto della città -, per l’inutilità e il costo di costruzione (ben 90 milioni di euro!).

Upper e Lower Barakka Gardens

Upper-Barakka-Gardens-La-Valletta

Upper Barakka Gardens, La Valletta

La mia visita tra le cose da vedere a La Valletta prosegue verso il lungomare, un punto dal quale si possono ammirare panorami magnifici sul Grand Harbur e Le Tre Città.
In particolare, il luogo per una vista privilegiata sono i Barakka Gardens, dei giardini pubblici della città che si affacciano sul mare e si suddividono in Upper (la parte alta) e Lower (quella bassa).
Negli Upper Barakka Gardens ci sono diversi monumenti e memoriali in onore di personalità di rilievo del periodo britannico e ampie arcate oltre le quali si gode di scenari unici.

Saluting-battery-Barakka-Gardens-La-VAlletta

Saluting Battery, Barakka Gardens – La Valletta

Al livello inferiore si trova la Saluting Battery, una batteria di cannoni che ogni giorno spara a salve alle 12:00 e alle 16:00. Io mi sono trovata allo spettacolo di mezzogiorno, un bel momento!
I Lower Barakka Gardens, invece, oltre ad avere una vista sul Porto Grande, ospitano al loro interno un tempio neoclassico, che è il monumento ad Alexander Ball. Nella terrazza si trovano una serie di targhe commemorative dedicate a Garibaldi, al 50º anniversario dell’Unione europea, alla rivoluzione ungherese del 1956 e altro.

Concattedrale di San Giovanni

Cattedrale-di-San-Giovanni-La-Valletta-Malta

Cattedrale di San Giovanni, La Valletta

Tra gli edifici barocchi più importanti della capitale spicca la Cattedrale di San Giovanni, un vero capolavoro che lascia a bocca aperta.
La facciata esterna è lineare e sobria, non fa minimamente pensare alla straordinarietà degli interni: entrando sono rimasta senza parole di fronte al trionfo di decori dorati, affreschi e opere conservate. Non c’è un centimetro delle pareti e del soffitto senza un decoro. Anche il pavimento ha oltre 300 pietre tombali dei cavalieri realizzate con marmi policromi.

Interni,-Concattedrale-di-San-Giovanni-La-Valletta

Interno, Concattedrale di San Giovanni – La Valletta

Tra le opere più importanti l’”Adorazione dei re Magi” di Stefano Erardi, “Matrimonio Mistico di Santa Caterina” e la “Conversione di San Paolo sulla via di Damasco” di Mattia Preti.
Il gioiello più prezioso è senza dubbio ciò che è contenuto nell’oratorio, ovvero la “Decollazione di san Giovanni Battista” risalente al 1608 e il “San Gerolamo”, opere del Caravaggio. In questa stanza c’è un’atmosfera mistica, dettata dalle opere preziose e dalla luce soffusa. Prenditi qualche minuto per ammirare questo capolavoro unico!

Cattedrale-di-San-Giovanni-La-Valletta

La Decollazione di San Giovanni Battista e San Gerolamo, Caravaggio – Cattedrale di San Giovanni, La Valletta

Info: il biglietto per visitare la Cattedrale della Valletta costa €15,00, ma sono soldi ben spesi per la bellezza che troverai. Tra l’altro, è inclusa nel biglietto l’audioguida che ti consente di ascoltare la spiegazione di ciò che vedi, passo per passo. L’ho trovata molto utile e ben fatta!

♥Attività e tour a La Valletta

Il Grand Master’s Palace

Grand-Master's-Palace-La-Valletta

Grand Master’s Palace, La Valletta

Perla d’arte e d’architettura, il Grand Master’s Palace è un palazzo simbolo di Valletta e Malta. Situato in pieno centro, è stato costruito nel 1571 e per oltre tre secoli ha ospitato la sede del Gran Maestro dei Cavalieri di San Giovanni. Oggi è la sede della Camera dei Rappresentanti e l’ufficio del Presidente della Repubblica.
L’esterno può sembrare semplice, a parte il portale monumentale, ma all’interno è ricco di opere d’arte e arredi sfarzosi.
Da menzionare la Council Chamber in cui è esposta una rara collezione di arazzi, la State Dining Room, dove ci sono diversi ritratti, la Supreme Council Hall che accoglie un ciclo di dodici affreschi di Mattia Perez d’Aleccio, l’Armeria e i cortili.

Info: il biglietto cumulativo Armeria + Palazzo: €12,00 / Solo armeria €6,00

Forte Sant’Elmo

Forte-Sant'Elmo-La-Valletta

Forte Sant’Elmo, La Valletta

L’ultima cosa da vedere alla Valletta è il Forte di Sant’Elmo, difatti la mia visita si è spinta sin qui, alla punta settentrionale della capitale.
Si tratta di una fortezza che durante l’assedio da parte dell’Impero ottomano resistette per ben 28 giorni ai bombardamenti.
Attualmente ospita l’Accademia di Polizia dell’isola e il National War Museum, museo con allestimento multimediale in cui sono esposte testimonianze della Seconda Guerra Mondiale, come l’unico biplano sopravvissuto alla guerra.

Curiosità: il Forte Sant’Elmo è noto per essere stato utilizzato come location del carcere nel film “Fuga di mezzanotte” diretto da Alan Parker.

Musei e altre cose da vedere a La Valletta

Tra le altre cose da vedere alla Valletta ci sono dei musei che io, per scelta e mancanza di tempo, ho deciso di non visitare. Ecco tre molto interessanti che ti consiglio se hai tempo:

  • Casa Rocca Piccola, una casa di un’antica famiglia maltese tuttora abitata ma aperta alle visite. Sono visitabili 12 delle 50 stanze risalenti al XVI e rifugi antiaerei della casa scavati durante la Seconda Guerra Mondiale. È davvero una rarità! (Acquista biglietti per la Casa Piccola);
  • Biblioteca Nazionale di Malta, ospita ben 500.000 i volumi. Da menzionare la bolla papale del 1113 a conferma dei possedimenti terrieri dell’Ordine a Gerusalemme;
  • Museo di Archeologia, che accoglie una collezione di reperti dei siti megalitici maltesi, oggetti di artigianato, ceramiche. Imperdibili la famosa Venere di Malta di Hagar Qim e la Donna Dormiente dell’ipogeo di Hal Saflieni.

Dove dormire alla Valletta



Booking.com


Queste sono le principali cose da vedere a La Valletta in un giorno, attrazioni imperdibili della capitale maltese. La cosa principale che suggerisco di fare per capirne al meglio le sfaccettature è passeggiare, ammirando così paesaggi e architetture meravigliose.
Cosa ti ha colpito di più? Hai bisogno di qualche informazione? Ti aspetto nei commenti!

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.