brescia-cosa-vedere-in-un-giorno

Brescia: cosa vedere in un giorno – Itinerario e mappa

Ci sono delle città che ti sorprendono piacevolmente e che non ti aspetti possano essere ricche di cose interessanti da vedere: una di queste per me è stata proprio Brescia!
Ne ho sempre sentito parlare poco e, fin quando non ho pensato di andarci, non sapevo bene cosa avesse da offrire.
Ho scoperto una città d’arte bella e piena di attrazioni. Pensa… sapevi che esiste una Brescia Romana e una Brescia Sotterranea? Chiese spettacolari, piazze storiche, ben due duomi uno più particolare dell’altro, pinacoteche con prestigiose opere e un castello. Insomma, Brescia merita una visita sicuramente!
Nell’articolo scopriamo insieme cosa vedere a Brescia in un giorno con un itinerario a piedi e mappa. Se hai più tempo, ti consiglio anche di dedicarle due giorni.
Buona lettura!

Cosa vedere a Brescia in un giorno: itinerario con mappa


Brescia non è piccolissima, ma si può visitare a piedi considerando che le varie attrazioni sono vicine tra loro.
Io consiglio di lasciare l’auto in uno dei tanti parcheggi gratuiti sul castello, per raggiungere il centro impiegherai poco meno di 15 minuti. Io ho fatto così e, dunque, il mio itinerario parte dal Castello di Brescia. Altrimenti ci sono altri a pagamento nei pressi del centro.

Brescia, cosa vedere in un giorno: ecco tutte le attrazioni imperdibili

Castello di Brescia

Castello-di-Brescia

Castello di Brescia

Una fortezza medievale arroccata sul Colle Cidneo, a ridosso del centro storico, considerato il simbolo della città: parliamo del Castello di Brescia.
In realtà si tratta di un complesso di fortificazioni, uno dei più grandi d’Italia, al quale si accede tramite un portale monumentale Cinquecentesco con ai lati i bastioni di San Faustino e di San Marco.

Portale-d'ingresso-Castello-di-Brescia

Portale d’ingresso, Castello di Brescia

Una volta varcato l’ingresso si incontra il bastione di San Pietro, un antico pozzo del Cinquecento e seguendo il percorso a sinistra la Palazzina del Governatore.
Si apre qui un vasto piazzale dal quale si può ammirare un ampio panorama su tutta Brescia, ma la cosa che più mi ha colpita è la presenza di una vecchia locomotiva a vapore che nel 1900 faceva la tratta Brescia-Edolo e ha attraversato due conflitti mondiali. Non mancano ampie distese verdi, prati ed alberi, che nei mesi caldi diventano un godibile giardino pubblico dove far giocare i bambini in tranquillità.

locomotiva-castello-di-brescia

Locomotiva a vapore, Castello di Brescia

Torrione-castello-di-brescia

Torrione, Castello di Brescia

Si incontrano ancora altri edifici, come quello del Grande Miglio dove è ospitato il Museo del Risorgimento e la Torre Coltrina.
Una volta salita la rampa si apre davanti la cinta trecentesca in cui l’ingresso è dotato di doppio ponte levatoio. Anche qui si possono vedere il mastio, che ospita il Museo delle Armi Luigi Marzoli, e altre torri come quella dei Francesi e la Torre Mirabella.
Consiglio vivamente di visitarlo, perché è un luogo molto interessante!

Orari: castello 8:00-20:00 / Musei 10:00-18:00
Costi: castello gratuito / Musei €5,00
Valutazione: 4.7
Visualizza sulla mappa 

Palazzo Martinengo Cesaresco Novarino

Palazzo-Martinengo-Cesaresco-Novarino-Brescia

Palazzo Martinengo Cesaresco Novarino, Brescia

Scendendo a piedi dal castello, a circa 800 metri, si incontra il Palazzo Martinengo e, qualche metro prima, la Chiesa di Santa Maria della Carità di cui parlerò dopo. Non ci sono nella mappa, ma li trovi a qualche passo dall’Area Archeologica di Brescia Romana.
Il palazzo ha un percorso sotterraneo archeologico e un percorso espositivo in cui si tengono delle mostre temporanee. Ad esempio, quando l’ho visitata io era in corso la mostra “DONNE NELL’ARTE. Da Tiziano a Boldini” con oltre 90 capolavori di artisti quali Tiziano, Guercino, Hayez, Corcos e Boldi tanti altri (Dal 12 febbraio al 12 giugno 2022).

Orari: mercoledì, giovedì e venerdì 9:00 – 17:00 / Sabato, domenica e festivi 10:00 – 20:00 / Lunedì e martedì chiuso
Costi: €12.00
Valutazione: 4.5
Visualizza sulla mappa 

Chiesa di Santa Maria della Carità

Chiesa-di-Santa-Maria-della-carità,-Brescia

Chiesa di Santa Maria della Carità, Brescia

Questa chiesa l’ho scoperta quasi per caso, passandoci davanti, e dopo averla vista ho deciso di inserirla nell’itinerario perché merita.
La Chiesa di Santa Maria della Carità è stata costruita nel 1640, è piccola e a pianta ottagonale, con all’interno decorazioni in stile barocco e pregevoli opere.

interno-Chiesa-Santa-Maria-della-Carità-Brescia

Interno, Chiesa di Santa Maria della Carità – Brescia

Sull’altare maggiore sono custoditi la riproduzione della Santa Casa di Loreto e l’affresco staccato della Madonna della Carità. Da non perdere inoltre le opere di Antonio Gandino e Francesco Paglia, nonché lo splendido pavimento ottagonale con marmi policromi. Un piccolo scrigno di tesori!

Orari: 08:00 – 12:00 e 16:00 – 19:00
Costi: gratuito
Valutazione: 4.7
Visualizza sulla mappa 

Brixia. Parco archeologico di Brescia romana

Tempio-Brescia-Romana-Brixia

Tempio Capitolino, Area Archeologica Brescia Romana

Questa è una delle cose da vedere a Brescia senza dubbio, un’attrazione imperdibile: la Brescia romana. Un parco archeologico che non conoscevo, ma è tra i meglio conservati d’Italia e Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO.
Appena sono arrivata è apparso subito davanti a me l’imponente Tempio Capitolino (Capitolium) del 73 d.C., tempio principale di ogni città romana, dedicato al culto della “Triade Capitolina” Giove, Giunone e Minerva.
Si può entrare e vedere gli arredi originali, altari, decorazioni e pavimenti risalenti al I secolo d.C. Accanto al Tempio sorge il teatro romano che si colloca tra I e III secolo.

Teatro Romano, Area Archeologica Brescia Romana

Teatro Romano, Area Archeologica Brescia Romana

Sotto al Capitolium si trova il Santuario repubblicano, databile ai primi decenni del I secolo a.C., che conserva in ogni aula sorprendenti affreschi e decorazioni perfettamente conservate. Infine, la Vittoria Alata, un capolavoro bronzeo del I secolo d.C. alta quasi due metri.
I resti monumentali dell’antica Brixia consentono di ripercorrere la lunga storia della città, non perderli!

Orari: 10:00 – 18:00 / Lunedì chiuso
Costi: €8,00
Valutazione: 4.8
Visualizza sulla mappa 

Museo di Santa Giulia

Il Museo di Santa Giulia è un luogo speciale che permette di fare un viaggio nella storia, nell’arte e nella spiritualità attraverso un’area espositiva di 14.000 mq.
Racchiude infatti diversi luoghi ed edifici:

  • la Basilica longobarda di San Salvatore che accoglie, fra gli altri, affreschi del Romanino;
  • il Coro delle monache, sontuoso luogo di culto riccamente affrescato;
  • la Chiesa di Santa Maria in Solario del XII secolo, nella quale al piano inferiore c’è la lipsanoteca, cassetta d’avorio decorate e la croce reliquiario in oro. Al piano superiore si possono ammirare una sala tutta affrescata e la Croce di Desiderio, una croce del IX secolo d.C. con 212 gemme, paste vitree e cammei;
  • la Domus dell’Ortaglia, case di epoca romana con pavimenti in mosaico ben conservati, affreschi e mosaici;
  • il Viridarium, il giardino delle abitazioni in cui ci sono specie arboree utilizzate in epoca romana e opere d’arte contemporanea.

Tutta la zona del Museo di Santa Giulia è patrimonio UNESCO.

Orari: 10:00 – 18:00 / Lunedì chiuso
Costi: €10,00 / Museo di Santa Giulia + Brixia Romana €15,00
Valutazione: 4.7
Visualizza sulla mappa 

Piazza Paolo VI (o dei due duomi) – Duomo di Santa Maria Assunta e Duomo Vecchio

Piazza-Paolo-VI-o-dei-Due-Duomi-Brescia

Piazza Paolo VI, Brescia

La mia visita di Brescia in un giorno prosegue con Piazza Paolo VI, molto particolare perché accoglie ben due duomi: il nuovo, ossia la Cattedrale Estiva di Santa Maria Assunta e il vecchio, cioè la Concattedrale Invernale di Santa Maria Assunta, l’una di fianco all’altra. Non avevo mai visto una cosa del genere!
Oltre alle due cattedrali, la vivace piazza è arricchita dal Palazzo del Broletto, il palazzo pubblico più antico della città con la sua torre in pietra merlata, un palazzetto in stile neoclassico con due grandi colonne centrali, la Casa dei Camerlenghi con trifore quattrocentesche, due fontane marmoree (Fontana della Minerva e Fontana della Brescia Armata), bar e locali.

Valutazione: 4.7
Visualizza sulla mappa 

Cattedrale Estiva di Santa Maria Assunta

Duomo-Nuovo-Cattedrale-di-Santa-Maria-Assunta-Brescia

Cattedrale Estiva di Santa Maria Assunta, Duomo Nuovo – Brescia

Il Duomo Nuovo è la chiesa più importante di Brescia, edificata a partire dal 1604. La sua facciata barocca in marmo di Botticino è maestosa e la cupola, con i suoi 80 metri, è la terza più grande d’Italia dopo quella di S. Pietro a Roma e di S. Maria del Fiore a Firenze.

Interno-Duomo-Nuovo-Brescia

Interno Cattedrale Estiva di Santa Maria Assunta, Duomo Nuovo – Brescia

L’interno è grandioso e solenne, mi ha lasciato a bocca aperta con la serie di alte colonne e pilastri che sorreggono la cupola. Ci sono poi otto cappelle che custodiscono delle tele e diversi monumenti funebri decorati (degno di nota quella dedicata a Sant’Apollonio). Il duomo non ha particolari decorazioni cromatiche, quello che colpisce l’occhio è la lucentezza e il peso dei marmi, con il richiamo all’epoca classica. Questo edificio è abbastanza distante dai canoni estetici tipici di molte basiliche italiane.

Orari: lunedì-sabato 7:30 – 12:00 e 15:00 – 19:00 / Domenica 8:00 – 12:00 e 15:00 – 19:00
Costi: gratuito
Valutazione: 4.6
Visualizza sulla mappa 

Concattedrale Invernale di Santa Maria Assunta

Catttedrale Invernale di Santa Maria Assunta Duomo Vecchio Brescia

Concattedrale Invernale di Santa Maria Assunta, Duomo Vecchio – Brescia

Se il Duomo Nuovo mi ha lasciato a bocca aperta per la sua solennità, il Duomo Vecchio (o Rotonda) mi ha incantata e trasportata in un mondo antico – è del 1100! – con i suoi affreschi, la cripta e le numerose opere d’arte.
Esternamente ha una struttura cilindrica in pietra di epoca romanica, con monofore e archi a tutto sesto. L’interno invece è suddiviso in più livelli: appena si entra si può avere un ampio sguardo sulla platea e il presbiterio, poi ci sono due scalinate laterali che consentono di scendere nella platea.

Interno-duomo-vecchio-Brescia

Interno Concattedrale Invernale di Santa Maria Assunta, Duomo Vecchio – Brescia

Due rampe portano nel presbiterio in alto, e altre due alla cripta sotterranea di San Filastrio che risale almeno al VI secolo. Questa è composta da colonne con capitelli e volte, si intravede un affresco sbiadito ma, per il resto, appare spoglia.

Cripta-San-Filastrio-Duomo-Vecchio-Brescia

Cripta San Filastrio, Duomo Vecchio – Brescia

Nel duomo, invece, sono custodite diverse opere a cominciare dal grande sarcofago in marmo rosso di Verona posto all’ingresso, in cui è sepolto il vescovo e primo signore di Brescia, Berardo Maggi. Ci sono delle tele sui lati però, a mio parere, è il presbiterio con i transetti la parte più scenografica, ricca di dipinti e tele, fra le quali due del Romanino e un ciclo di affreschi del Moretto, nella Cappella del Santissimo Sacramento.

Dettaglio-affreschi-abside-duomo-vecchio-brescia

Affreschi abside, Duomo Vecchio – Brescia

Inoltre, sul pavimento si vedono i resti delle pavimentazioni a mosaico della Basilica di Santa Maria Maggiore de Dom (vecchia basilica di Brescia fondata in epoca paleocristiana e poi distrutta).
Nel Duomo Vecchio è da non perdere la famosa cappella che ospita il tesoro delle Sante Croci, preziose reliquie tra cui la teca delle Santissime Spine, frammenti della Vera Croce, la Stauroteca e la Croce di Campo.

Orari
Fino al 31 Ottobre: 9:00 – 12:00 e 15:00 – 18:00
Dal 1 Novembre: mercoledì – sabato 9:00 – 12:00 e 15:00 – 18:00 / Domenica 9:00 – 10:45 – 15:00 – 18:00 / Lunedì e martedì chiuso
Costi: gratuito
Valutazione: 4.7
Visualizza sulla mappa

Vuoi fare un tour privato di Brescia? Dai un’occhiata qui!

Piazza della Loggia

Piazza-della-Loggia-Brescia

Piazza della Loggia, Brescia

A pochi passi da Piazza Paolo VI sorge Piazza della Loggia, una splendida piazza di impronta veneziana. A dominarla è il Palazzo della Loggia costruito tra il 1492 e il 1570 con i contributi di artisti come Palladio e Sansovino.
Si affacciano sulla piazza altri importanti edifici, come i Monti di Pietà uniti da una loggia e decorati con inserti lapidei romani, e gli eleganti portici con la Torre dell’Orologio astronomico.

Loggia,-Piazza-della-Loggia-Brescia

Palazzo della Loggia, Piazza della Loggia – Bescia

Nella piazza ci sono anche tre delle quattro “statue parlanti” di Brescia, cioè sculture di varie epoche sulle quali i bresciani affiggevano messaggi anonimi contro i governanti.
Da non dimenticare che questa piazza, così bella e con un ruolo fondamentale per la città, è stata la triste protagonista della famosa strage del 28 maggio del 1974, in cui durante una manifestazione antifascista furono uccise 8 persone ferite altre 102.

Valutazione: 4.6
Visualizza sulla mappa 

Piazza Vittoria e Piazza Mercato

Scultura-Rinoceronte-Brescia

Scultura del Rinoceronte appeso di Stefano Bombardieri, Brescia

Circa 200 metri separano Piazza Loggia da Piazza Vittoria e, accanto, Piazza Mercato. Per giungere da Piazza Loggia a Piazza Vittoria attraverserai una galleria con una strana installazione, ovvero il rinoceronte appeso, scultura dal titolo “Il peso del tempo sospeso” di Stefano Bombardieri. Dovrebbe rimanere lì per due anni ma, visto il successo dell’installazione, chissà… Uno scatto comunque non può mancare!

Piazza-della-Vittoria-Brescia

Piazza della Vittoria, Brescia

Piazza Vittoria è stata progettata dal Piacentini e inaugurata nel 1932. Vi si affaccia l’imponente palazzo che accoglie le Poste, un grattacielo alto 60 metri che è fra i primi in Italia, la Torre della Rivoluzione e l’Arengario ornato da bassorilievi.

Piazza-del-Mercato-Brescia

Piazza del Mercato, Brescia

Adiacente c’è Piazza del Mercato che si caratterizza per l’avere monumenti di epoche diverse, dato che nel corso del tempo ha subito aggiunte e modifiche.
Ci sono dei portici quattrocenteschi, il Palazzo Beretta del Cinquecento, la chiesa della Madonna del Lino dei Seicento, Palazzo Martinengo Palatini del Settecento (dove ha sede oggi l’Università di Brescia), l’ottocentesca fontana dell’Abbondanza al centro, le palazzine e l’ex mercato coperto del Novecento.

Valutazione: Piazza della Vittoria 4.5 / Piazza del Mercato 4.3
Visualizza sulla mappa: Piazza della Vittoria / Piazza del Mercato

Chiesa di Sant’Agata

Interno-Chiesa-di-Sant'Agata-Brescia

Interno, Chiesa di Sant’Agata – Brescia

Da Piazza Vittoria si giunge subito alla Chiesa di Sant’Agata, un capolavoro che va di diritto tra le cose da vedere a Brescia in un giorno!
Di origine antichissime, nei primi anni del Quattrocento la chiesa venne totalmente ricostruita con linee gotiche e poi sistemata nel Cinquecento, Seicento e più radicalmente nel Settecento. L’esterno è semplice con una facciata a capanna e un portale in stile classico. Una volta entrata all’interno mi ha accolta un’unica navata completamente decorata da affreschi barocchi, davvero meravigliosi!
Ci sono poi degli altari con pale di artisti come Antonio Gandino, sculture e la fonte battesimale decorata del secondo Cinquecento.

Orari: feriali 7:30 – 11:00 e 17:00 – 18:45 / Festivi 9:00 – 12.00 e 17:00 – 18:45
Costi: gratuito
Valutazione: 4.6
Visualizza sulla mappa 

Chiesa di Santa Maria dei Miracoli

Chiesa-di-Santa-Maria-dei-Miracoli-Brescia

Chiesa di Santa Maria dei Miracoli, Brescia

Tra le tante chiese da vedere a Brescia c’è la Chiesa di Santa Maria dei Miracoli, la migliore espressione di chiesa rinascimentale in città.
È stata costruita per onorare un affresco con l’immagine miracolosa della Madonna col Bambino, situata su un’abitazione che sorgeva in questo luogo.
La riconoscerai subito con la sua facciata in marmo di Botticino finemente decorata, è davvero elegantissima. L’interno purtroppo non l’ho potuto vedere bene perché era in corso una funzione, ma si possono ammirare dei dipinti cinquecenteschi, altre opere di Pietro Marone, Pier Maria Bagnadore, Tommaso Bona, Grazio Cossali e, nell’abside, l’immagine miracolosa della Madonna.

Orari: 08:00 – 12:00 e 16:00 – 19:00
Costi: gratuito
Valutazione: 4.6
Visualizza sulla mappa 

Chiesa dei Santi Nazario e Celso

Chiesa-dei-santi-nazario-e-celso-brescia

Chiesa dei Santi Nazario e Celso, Brescia

Un’altra chiesa da visitare a Brescia è la Chiesa dei Santi Nazario e Celso, antichissima chiesa del Quattrocento che è stata impreziosita con altari barocchi, stucchi e sculture nel corso del Settecento.
L’esterno in stile neoclassico ha una facciata imponente con colonne corinzie e statue. L’interno ha un’unica navata con cinque cappelle per lato e diverse opere. Ci sono alcune del Moretto, una tempera su tela attribuita a Paolo da Calina il giovane con l’aiuto del Romanino e l’Adorazione dei Magi di Romanino.

Polittico-Tiziano-Chiesa-santi-Nazario-e-Celso-Brescia

Polittico di Tiziano, Chiesa dei Santi Nazario e Celso, Brescia

L’opera più prestigiosa e per la quale è conosciuta la chiesa è, tuttavia, il “Polittico Averoldi: Cristo Risorto, l’Angelo Nunziante e l’Annunziata, i santi Nazaro e Celso con il donatore Altobello Averoldi e San Sebastiano” di Tiziano Vecellio. Un vero e proprio capolavoro che si può osservare in tutto il suo splendore nel coro, salendo sull’altare.

Orari: 9:00 – 11:00 e 15:00 – 17:30
Costi: gratuito
Valutazione: 4.5
Visualizza sulla mappa 

Chiesa di San Francesco

chiesa-di-San-Francesco-Brescia

Chiesa di San Francesco, Brescia

L’ultima delle chiese che consiglio di visitare a Brescia è la Chiesa di Francesco, situata a circa 300 metri da quella di Nazario e Celso. Una chiesa semplice ma con beni artistici preziosi, molto amata dagli abitanti.
Costruita tra il 1254 e 1265, poi ampliata successivamente, ha uno stile di transizione fra il Romanico ed il Gotico.

Interno-Chiesa-di-San-Francesco-Brescia

Altare, Chiesa di San Francesco – Brescia

Sulla facciata c’è un bel rosone e un portale marmoreo strombato. L’interno austero, con un’atmosfera mistica, è suddiviso a tre navate da ampie arcate. Tante le opere pittoriche che si possono ammirare: io sono rimasta estasiata davanti alle cappelle interamente dipinte da artisti quali il Romanino, il Moretto, Giovan Francesco Gaggini da Bissone. Completano l’offerta artistica del luogo il coro ligneo quattrocentesco e due chiostri molto graziosi, il chiostrino della Madonnina del XV secolo e il chiostro grande.

Orari: festivi 7:30 – 12:30 e 15:30 – 19:30 / Feriali 6:30 – 11:30 e 15:00 – 19:30
Costi: gratuito
Valutazione: 4.8
Visualizza sulla mappa 

Torre della Pallata

Torre-della-Pallata-Brescia

Torre della Pallata, Brescia

Tornando verso il castello laddove ho lasciato la macchina, sono passata davanti a questa particolare torre, alta 32 metri e di origine medievale, la Torre della Pallata. Non potevo che fare uno scatto anche qui!
Nel corso dei secoli è stata adibita a diversi scopi, come deposito del tesoro comunale, magazzino annonario e prigione.
Nel Quattrocento si aggiunsero l’area campanaria, i merli e l’orologio, mentre nel Cinquecento venne inserita la Fontana della pace nel suo basamento.

Valutazione: 4.6
Visualizza sulla mappa 

Brescia sotterranea

Chiudo le cose da vedere a Brescia in un giorno con la Brescia sotterranea: canali, fiumi, rogge sommerse… parliamo di un sottosuolo ricco di testimonianze della Brixia del passato.
Ci sono degli appositi itinerari strutturati dalle guide dell’associazione Brescia Underground, che ti porteranno alla scoperta della faccia nascosta di Brescia insieme ad aneddoti e storie. Un’esperienza suggestiva da provare!
Per tutte le informazioni sui tour la email di contatto è [email protected]

Orari: in base al tour scelto
Costi: da €5.00 a €10.00 in base all’itinerario
Valutazione: 4.8
Visualizza sulla mappa 

Dove dormire a Brescia



Booking.com


Questo è l’itinerario a piedi con mappa con le cose da vedere a Brescia in un giorno, è chiaro che se vuoi fare con calma servono almeno due giorni.
Si tratta di un percorso intenso che ti porterà a scoprire una città interessante che ti consiglio di visitare, io stessa ne sono rimasta piacevolmente colpita.
Se hai qualcosa da chiedere o vuoi farmi semplicemente un saluto, ti aspetto nei commenti!

4 Comments

  1. Andrea 07/08/2022
    • Lucia Nuzzaci 08/08/2022
  2. Marcelo 07/04/2022
    • Lucia Nuzzaci 07/04/2022

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.