Basilica-di-Aquileia,-cosa-vedere-in-un-giorno

Aquileia: cosa vedere in un giorno nella città friulana – Itinerario

La seconda Roma” così Aquileia, in provincia di Udine (Friuli-Venezia Giulia) è stata definita per i tanti resti e reperti archeologici qui portati alla luce, ma non solo.
Questa città era un centro commerciale fluviale rilevante e ha avuto un ruolo fondamentale nella storia, tanto da essere una delle più importanti dell’Impero. Inoltre, l’evangelista San Marco scelse Aquileia proprio come centro di diffusione del Cristianesimo in Europa.
Tante sono le cose da vedere ad Aquileia, dai resti romani alla splendida basilica ricca di mosaici, dal porto fluviale ai musei. Io, ne sono rimasta davvero affascinata e sono certa che rimarrai sorpreso anche tu di quanti tesori abbia da offrire questa città, meno turistica e forse poco conosciuta rispetto a Trieste, Gorizia e altre città friulane.
Scopriamo insieme allora la città di Aquileia, cosa vedere e tutte le attrazioni più importanti con un itinerario di un giorno a piedi e mappa.
Buona lettura!

Cosa vedere ad Aquileia in un giorno: itinerario a piedi con mappa

Aquileia è una città a portata di mano e le attrazioni sono abbastanza vicine fra loro, dunque si visita benissimo a piedi.
Ecco nella mappa il mio percorso a piedi.

Aquileia: cosa vedere in un giorno

Basilica di Santa Maria Assunta

Basilica-di-Santa-Maria-Assunta,-Aquileia

Basilica di Santa Maria Assunta, Aquileia

Interni,-Basilica-di-Santa-Maria-Assunta-Aquileia

Interni, Basilica di Santa Maria Assunta – Aquileia

La mia visita è cominciata con la Basilica di Santa Maria Assunta, un vero e proprio capolavoro, dove l’immenso pavimento musivo lascia senza parole.
La chiesa è in stile romanico-gotico e si presenta sobria, con un alto campanile di 73 metri. L’interno è arioso, solenne e maestoso con una fila di colonne a destra e sinistra e l’elegante soffitto ligneo. La cosa più preziosa è certamente il pavimento a mosaico policromo grande ben 760 mq: è il più esteso mosaico paleocristiano del mondo occidentale!

Dettagli-pavimento-musivo,-Basilica-di-Santa-Maria-Assunta---Aquileia

Dettaglio pavimento musivo, Basilica di Santa Maria Assunta – Aquileia

Organo, pulpito e altare, Basilica di Santa Maria Assunta - Aquileia

Organo, pulpito e altare, Basilica di Santa Maria Assunta – Aquileia

Dal vivo è veramente splendido, ricco di scene, dettagli e figure. Purtroppo, alla fine del IV secolo, fu anche parzialmente rovinato dall’inserimento delle colonne della navata di destra.
Camminando sulle passerelle trasparenti, disposte sotto le navate laterali e sospese sui mosaici (non si può camminare sul pavimento), si arriva vicino all’altare che ospita un affresco sotto l’abside. Poi da un lato c’è un organo imponente e dall’altro un altrettanto grande pulpito, con accanto la preziosa Pala di Aquileia.

Sempre nella Basilica di Santa Maria Assunta si possono ammirare:

  • la Cripta degli scavi dove ci sono le fondamenta del campanile che poggiano sui mosaici teodoriani;
  • il Battistero a forma ottagonale e con una vasca esagonale;
  • la Südhalle, l’aula meridionale del battistero paleocristiano dove si possono vedere oltre trecento metri quadrati di pavimenti musivi.

Cripta degli Affreschi

Cripta degli affreschi, Basilica di Santa Maria Assunta - Aquileia

Cripta degli affreschi, Basilica di Santa Maria Assunta – Aquileia

Sotto l’altare maggiore è ospitata la cripta degli affreschi, interamente dipinta con scene di affreschi riguardanti l’evangelista Marco risalenti al XII secolo… meravigliosa! Venne realizzata nel IX secolo per custodire le reliquie dei martiri di Aquileia Ermagora e Fortunato.

Orari:
da lunedì a venerdì 10:00 – 19:00
sabato 10:00 – 18:00
domenica 12:00 – 19:00
Costi: intero Basilica + cripta affreschi €3,00 / Basilica + cripta affreschi + cripta scavi €5,00 / Aula Cromaziana, Battistero, Domus – Palazzo episcopale € 5,00 / Complesso basilicale €10,00
Valutazione: 4.7
Visualizza sulla mappa 

Case ed oratori romani (Fondo Cal)

Fondo Cal, Area archeologica di Aquileia

Fondo Cal, Area archeologica di Aquileia

Dopo aver visitato la basilica e aver fatto un rilassante pranzo al sacco nell’area picnic nel bel parco accanto alla chiesa, mi sono dedicata alla visita della città passeggiando nella tranquilla Aquileia. Le cose da vedere sono davvero tante!
Camminando si incontra il sito archeologico Fondo Cal, dove ci sono i resti di case e oratori romani che appartengono a più abitazioni di diverse epoche.

Fondo Cal, Area archeologica di Aquileia

Fondo Cal, Area archeologica di Aquileia

Due sono i siti da vedere:

  • Domus Est, casa della corte colonnata, casa del Dioniso con satiri e sileni, casa delle piccole terme dove spicca il mosaico “del Buon pastore” (IV secolo).
  • Domus Ovest, casa dei mosaici bianconeri composta da più ambienti, con corridoi di disimpegno. La pavimentazione si presenta con mosaici geometrici a tessere bianche e nere.

Questo posto è davvero molto suggestivo, da vedere!

Orari: 9:00 – 19:00 / Chiusura anticipata a Ottobre e da marzo a maggio alle 18:00 – Da ottobre a marzo alle 16:00
Costi: gratuito
Valutazione: 4.4
Visualizza sulla mappa 

Museo Archeologico Nazionale

Museo Archeologico di Aquileia

Museo Archeologico Nazionale di Aquileia

A circa 200 metri dal Fondo Cal (e 300 dalla basilica) è situato il Museo Archeologico Nazionale di Aquileia, inaugurato nel 1882.
Se vuoi vedere tutte le testimonianze dell’Aquileia romana il museo è il posto giusto: tre piani ricchi di mosaici, statue, sculture, gemme, monete e altro che ricostruiscono la quotidianità del popolo.
Al piano terra ci sono statue e sculture, mentre al primo piano, tra le altre cose, c’è una preziosa esposizione di cammei di epoca romana, gioielli in oro e oggetti in ambra.
Al secondo piano si possono ammirare splendidi mosaici tra cui alcuni del I secolo a. C.. Da non perdere quello del Ratto d’Europa con dei colori accesi molto belli.
Certamente tra le cose più interessanti da osservare ci sono le gallerie lapidarie esterne, con una ricca collezione lapidaria aquileiese e preziosi mosaici.
Con una visita al Museo Archeologico Nazionale farai un vero e proprio viaggio nel tempo per scoprire il vero volto dell’Aquileia Romana!

Orari: da martedì a domenica 10:00 – 19:00 / Lunedì chiuso
Costi: €7,00 Intero / €2,00 Ridotto
Valutazione: 4.5
Visualizza sulla mappa

Chiesa di Sant’Antonio

Chiesa di Sant'Antonio, Aquileia

Chiesa di Sant’Antonio, Aquileia

A pochissimi metri dal museo, sulla strada che porta verso il Sepolcreto, mi sono imbattuta in questa piccola chiesetta barocca che mi ha davvero sorpreso, ovvero la chiesa di Sant’Antonio da Padova. Consiglio di affacciarsi per vederla!

Interni, Chiesa di Sant'Antonio - Aquileia

Interni, Chiesa di Sant’Antonio – Aquileia

Risale al 1697 ed è a pianta quadrata, con una facciata animata da quattro colonne e alcune statue, dove troneggia quella di Sant’Antonio.
All’interno affreschi e stucchi la abbelliscono, in particolare la cupola affrescata attribuita a Ludovico Dorigny, e la pala d’altare dedicata a Sant’Antonio, colto mentre presenta il Bambino Gesù a Sant’Andrea, suo predecessore.

Orari: 8:30 – 18:30
Costi: gratuito
Valutazione: 4.2
Visualizza sulla mappa 

Sepolcreto

Sepolcreto, Aquileia

Sepolcreto, Aquileia

Un’altra delle cose da vedere ad Aquileia è il Sepolcreto Romano, un’area archeologica che fa capire le usanze funerarie dei romani.
Situata fuori dalle mura – le leggi romane impedivano di seppellire nei centri abitati – è una necropoli con cinque recinti che appartenevano ad altrettante famiglie. Qui vi sono le copie di sarcofagi, iscrizioni e statue, mentre gli originali si possono vedere al Museo Archeologico di Aquileia.

Dettaglio del Sepolcreto, Aquileia

Dettaglio del Sepolcreto, Aquileia

La necropoli offre esempi delle due forme di sepoltura utilizzate: incinerazione e inumazione. Ci sono le urne che raccoglievano le ceneri e i sarcofagi destinati all’inumazione.
Il sepolcreto si può visitare facendo un percorso panoramico al disopra, in modo da averne un’affascinante visione d’insieme dall’alto.

Orari: 9:00 – 19:00 / Chiusura anticipata a Ottobre e da marzo a maggio alle 18:00 – Da ottobre a marzo alle 16:00
Costi: gratuito
Valutazione: 4.6
Visualizza sulla mappa 

Foro Romano

Foro Romano, Aquileia

Foro Romano, Aquileia

Da vedere ad Aquileia è il Foro Romano, in passato cuore pulsante della vita politica. Si trova all’incrocio delle due più importanti strade del sistema romano: il decumano massimo e il cardo massimo.
La piazza era circondata da portici ricoperti di marmo e statue, con sotto diverse botteghe e la basilica civile. A sud del foro è ancora visibile un lungo tratto di una delle strade urbane della città di Aquileia.
Oggi nel foro romano sono presenti i resti di una parte del colonnato e dei portici, i pavimenti della basilica civile. Io l’ho visitato di giorno, ma se hai modo di andare di sera te lo consiglio perché l’illuminazione è particolarmente suggestiva.

Orari: 9:00 – 19:00 / Chiusura anticipata a ottobre e da marzo a maggio alle 18:00 – Da ottobre a marzo alle 16:00
Costi: gratuito
Valutazione: 4.4
Visualizza sulla mappa 

Via Sacra e Porto fluviale

Porto fluviale, Aquileia

Porto fluviale, Aquileia

L’ultima cosa da vedere ad Aquileia in un giorno è il Porto Fluviale. Devo dire che tutte le aree archeologiche della città sono interessanti, ma questa è quella che mi è piaciuta di più!
Si tratta di uno degli esempi di struttura portuale del mondo romano meglio conservati.

Porto fluviale, Aquileia

Porto fluviale, Aquileia

Il porto era costeggiato da magazzini, mura difensive di cui si vedono i resti e una stazione doganale, mentre sul retro c’era un villaggio abitato da persone che avevano a che fare con il porto (marinai, doganieri. etc.).
C’erano due tipi di banchine (in base alle dimensioni delle navi) e due di ormeggi (verticale e orizzontale) che fanno ben capire la genialità dei romani. Di una delle due file di banchine che costeggiavano il fiume Natissa di notano i resti.

Via Sacra, Porto fluviale - Aquileia

Via Sacra, Porto fluviale – Aquileia

Il porto fluviale di Aquileia si può visitare facendo una passeggiata lungo la Via Sacra, una strada all’ombra dei cipressi realizzata negli anni Trenta del secolo scorso, che parte dal retro della Basilica fino ad arrivare al porto fluviale sul fiume Natissa.
Consiglio vivamente di visitarlo!

Orari: 9:00 – 19:00 / Chiusura anticipata a Ottobre e da marzo a maggio alle 18:00 – Da ottobre a marzo alle 16:00
Costi: gratuito
Valutazione: 4.6
Visualizza sulla mappa

Area Archeologica di Aquileia – Domus di Tito Macro (Fondo Cossar)

Io non l’ho visitata, ma se hai tempo ti consiglio anche una visita ad un’altra area archeologica di Aquileia, ovvero la Domus di Tito Macro.
Con i suoi 1700 mq è una delle più vaste dimore di epoca romana nel nord Italia ed è stata riportata alla luce grazie agli scavi condotti da parte dell’Università di Padova. L’obiettivo è stato quello di riproporre nella sua interezza una casa romana, con anche l’ingombro spaziale.
Info: visita solo su prenotazione e con visita guidata / Il passaggio attraverso l’area del fondo Cossar è aperto dalle 9:00 alle 19:00.

Dove dormire ad Aquileia



Booking.com

Queste sono le principali cose da vedere ad Aquileia, una città del Friuli che devo dire mi ha sorpreso molto! Ricordati di metterla in lista se visiti la più famosa Trieste o altre città della regione.
L’hai mai visitata? Raccontamelo nei commenti!

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.