Borghi storici, bellezze naturali e artistiche, colline e mare: la provincia di Pesaro Urbino è una zona situata al nord delle Marche, in un territorio che unisce l’azzurro del mare Adriatico al verde delle colline marchigiane. In questa cornice naturale si inseriscono borghi antichi, ville storiche, abbazie, fortificazioni.
È difficile scegliere solo 10 cose da vedere a Pesaro Urbino e provincia, perché c’è davvero tanto. Però ho cercato di fare una selezione ricca e varia, destinazioni da non perdere durante un weekend nelle Marche.
Scopri la provincia di Pesaro Urbino: cosa vedere e 10 attrazioni imperdibili.
Buona lettura!

Pesaro Urbino cosa vedere: 10 posti da visitare nella provincia

1.Pesaro

Parete di Libri, Palazzo Mosca - Pesaro

Parete di Libri, Palazzo Mosca – Pesaro

Non potevo che cominciare dalle province stesse, ovvero Pesaro e Urbino, due città che ho trovato magnifiche.
Pesaro è la città sul mare e della musica, dato che ha dato i natali al celebre compositore Rossini. È anche la città della bicicletta, perché qui c’è una vasta rete di piste ciclabili che come una metropolitana coprono la città, ben 77 km!
Le attrazioni da vedere a Pesaro sono tante, a cominciare dai 7 km di litorale con spiagge ampie e caratteristiche, basti pensare a baia Flaminia e al molo di levante.
Rimaniamo sul lungomare per ammirare lo sfarzoso Villino Ruggeri e il simbolo di Pesaro ovvero la “palla”, la Sfera Grande di Pomodoro. Un’opera con la quale è impossibile non fare una foto ricordo!
Spostiamoci in centro e su via Rossini troviamo la Casa Rossini in cui visse il compositore, il museo e il teatro che portano il suo nome. Ancora, la Cattedrale di Santa Maria Assunta e Palazzo Mosca, in cui ci sono i Musei Civici con la famosa Pala del Bellini e la scenografica Parete di Libri.
Piazza del Popolo con il Palazzo Ducale è un altro simbolo di Pesaro, così come la fontana monumentale, detta la Pupilla di Pesaro.
A chiudere Rocca Costanza, grande opera di fortificazione quattrocentesca.

♥ Se vuoi saperne di più → Cosa vedere a Pesaro in un giorno

2.Urbino

Panorama-di-Urbino-dal-Parco-della-resistenza-Urbino

Panorama dal Parco della Resistenza, Urbino

Salite e discese, viuzze, stradine e scalinate: Urbino è una città medievale antica, patrimonio UNESCO e simbolo dell’arte e del Rinascimento. Il celebre artista Raffaello Sanzio qui nacque e visse, diversi sono i monumenti e le opere a lui dedicate.
Da vedere a Urbino infatti la Casa Natale di Raffaello, il teatro e il monumento a lui dedicati. L’Oratorio di San Giovanni Battista con lo splendido ciclo di affreschi dei fratelli Salimbeni, l’elegante e luminosa Cattedrale di Santa Maria Assunta.
Imperdibile la Galleria Nazionale delle Marche (situata nel Palazzo Ducale) in cui ci sono opere preziose di artisti famosi come Guido Reni, Barrocci, Tiziano, Gentileschi. Spiccano i dipinti di Piero della Francesca fra i quali l’iconico “La città ideale” e il “Ritratto di Gentildonna” (la Muta) di Raffaello.
Infine, il Parco della Resistenza con la Fortezza di Albornoz dal quale si gode un panorama mozzafiato su Urbino, una delle cartoline più belle.

♥ Se vuoi saperne di più → Cosa vedere a Urbino in un giorno

Tips: suggerisco un salto nella vicina Urbania, dove oltre alle mura e al Palazzo Ducale, la sua attrazione più importante, c’è il famoso “cimitero delle mummie”, una sala con 18 mummie. Un luogo raro con corpi di persone  decedute tra il Medioevo e il Rinascimento, ben conservati grazie a delle muffe nel terreno.

3.Gradara

Camminamenti-di-ronda-gradara

Camminamenti di Ronda, Gradara

Gradara è una città scenografica che ti consente di fare un vero e proprio tuffo nel passato! Si trova nella lista dei borghi più belli d’Italia e al confine con l’Emilia Romagna.
Paesaggi suggestivi, una magnifica Rocca, atmosfera medievale… un borgo sospeso nel tempo tutto da scoprire.
Ecco le cose da vedere a Gradara:

  • Porta dell’Orologio, probabilmente è da qui che inizierai la tua visita della città;
  • Camminamento di Ronda sulla cinta muraria ben conservata, dalla quale si osserva un panorama strepitoso;
  • Rocca Malatestiana, che accoglie opere prestigiose come la “Pala di terracotta” di Andrea della Robbia e la “Pala la Madonna in trono con il Bambino” di Giovanni Santi, padre di Raffaello Sanzio;
  • Chiesa di San Giovanni che custodisce il particolare Crocifisso con i tre volti diversi: silenzio, sofferenza e sollievo;
  • Chiesa del S.S. Sacramento;
  • Museo Storico;
  • Passeggiata degli Innamorati;
  • Bosco di Paolo e Francesca.

♥ Se vuoi scoprire di più su Gradara → Cosa vedere a Gradara in un giorno

4.Mondavio

Rocca Roveresca Mondavio

Rocca Roveresca, Mondovi (Photo Credits: Wikimedia Commons)

Mondavio è un piccolissimo e suggestivo borgo medievale immerso nelle colline marchigiane. Con la sua Rocca e le case a mattoncini medievali è Bandiera Arancione, nonché inserito nella lista dei Borghi più belli d’Italia.
Una passeggiata di qualche ora basterà per scoprire questo borgo, a cominciare dal suo simbolo, la Rocca Roveresca, imponente struttura difensiva rinascimentale che ospita il Museo di Rievocazione Storica.
La Chiesa di San Francesco, gioiello architettonico che custodisce prestigiose opere. La Chiesa di Santa Maria della Quercia e la trecentesca Collegiata dei Santi Pietro e Paterniano.
Da vedere a Mondavio ancora il Teatro Apollo che risale al XVIII secolo, il “Parco di Macchine da Guerra“, un’installazione in cui si possono osservare fedeli riproduzioni di bombarde, catapulte, macchine d’assedio, etc. .

5.Acqualagna

Acqualagna, Cripta Abbazia di San Vincenzo al Furlo

Acqualagna, Cripta Abbazia di San Vincenzo al Furlo (Photo Credits: Wikimedia Commons)

Spostiamoci ora nella capitale del tartufo, ovvero Acqualagna, anche questo un piccolo borgo da vedere a Pesaro Urbino in un weekend, ricco di significative attrazioni.
Innanzitutto è chiamata la “Capitale del Tartufo” perché qui si produce il tartufo da secoli. Si tiene infatti la Fiera Internazionale del Tartufo e c’è il Museo del Tartufo, con sede a Palazzo Conti. Un percorso espositivo multimediale e sensoriale articolato in diverse sale, che consente di osservare le attività che ruotano attorno al tartufo e annusarne l’aroma, guardare al microscopio com’è fatto, sfogliare libri interattivi.
Ma cosa vedere ad Acqualagna oltre il tartufo?

  • Chiesa di Santa Lucia con affreschi di scuola umbra e il particolare altare realizzato in pietra viva;
  • Piazza Enrico Mattei sulla quale si affacciano importanti palazzi;
  • Casa Museo di Enrico Mattei (politico, fondatore e presidente di Eni);
  • Santuario della Madonna del Pelingo;
  • Abbazia di San Vincenzo al Furlo o “di Petra Pertusa” risalente all’anno 1000 con affreschi quattrocenteschi;
  • Riserva Naturale Statale Gola del Furlo con l’omonimo parco avventura annesso.

6.Fano

Cattedrale di Fano

Cattedrale di Fano (Photo Credits: Wikimedia Commons)

Andiamo sulla costa marchigiana, esattamente a Fano, città senza dubbio tra le cose da vedere a Pesaro Urbino. È la città del carnevale, dato che il carnevale di Fano è tra i più importanti d’Italia e affonda le sue radici nel 1300. Un evento che porta visitatori da tutta Italia e che vede caratteristici carri sfilare; mitico il famoso lancio dei dolciumi dai carri.
Da vedere a Fano:

  • Cinta muraria, che circonda il centro di Fano;
  • Porta di Augusto;
  • Cattedrale di Santa Maria Assunta, dove è imperdibile la barocca Cappella Nolfi;
  • Palazzo Malatestiano, in cui è ospitato il Museo dell’ Archeologia, della Numismatica, della Ceramica e la Pinacoteca;
  • Ex Chiesa di San Francesco, chiesa senza tetto e con il pavimento erboso che lascia a bocca aperta. Custodisce le tombe in stile tardo gotico della famiglia dei Malatesta e una lastra tombale;
  • Rocca Malatestiana, dove all’interno si possono visitare una piccola cappella, le vecchie celle, stalle e stanze delle truppe;
  • Bastione San Gallo che chiudeva le vecchie mura orientali;
  • Porto di Fano, la Passeggiata del Lisippo e le spiagge, molte a misura di bambino, cioè con servizi per neo mamme e acque limpide e basse;
  • Palazzo dei Podestà.

7.Cagli

Panorama su Cagli

Panorama su Cagli (Photo Credits: Wikimedia Commons)

Trasferiamoci su un altopiano stretto dai fiumi Bosso e Burano: Cagli, antico borgo romano nel cuore delle Marche.
Da vedere a Cagli il Torrione Martiniano, simbolo della città, il Teatro Comunale, la Chiesa di San Francesco, emblema del gotico medioappennico, che accoglie affreschi e altre prestigiose opere. La Chiesa di San Giuseppe con bellissime decorazioni a stucco e gli adiacenti palazzi, quali il Palazzo del Podestà, il Palazzo Maggiore e la Loggia dei Mercanti (all’interno c’è il Museo Archeologico).
Non può mancare una visita alla Basilica Concattedrale di Santa Maria Assunta, sita sul Colle dei Cappuccini e che ospita opere di gran pregio, tra cui due tele di Gaetano Lapis, La Caduta della Manna e L’Ultima Cena.
Nelle vicinanze di Cagli da non perdere due luoghi naturali, la Forra del Burano, luogo immerso nella vegetazione con piccole cascate, piscine naturali e spiaggette, e Fosso Pian dell’Acqua, torrente che scorre in una stretta valle boscosa.

8.Pergola

Panorama su Pergola

Panorama su Pergola (Photo Credits: Wikimedia Commons)

Pesaro Urbino: cosa vedere ancora? Ti consiglio la città di Pergola, soprannominata la “città delle 100 chiese” e anch’esso, come tanti altri marchigiani, inserito nei borghi più belli d’Italia.
Il fiore all’occhiello da vedere a Pergola è il Museo dei Bronzi, dove spicca un gruppo di statue in bronzo dorato a grandezza naturale del 50 a.C.. Statue uniche al mondo! Oltre alla sala con i Bronzi, c’è la Pinacoteca, la sala dedicata alla Numismatica e quella dell’Arte Contemporanea.
Poi si può visitare il Duomo di Pergola con diverse tele e dipinti, la Chiesa di Santa Maria delle Tinte con un esterno rustico fatto in pietra arenaria e un interno sfarzoso ricco di decorazioni e fregi in stile barocco.
Una passeggiata nel centro storico è d’obbligo, alla scoperta di antichi palazzi, case torri, piazzette e diverse Porte del Morto, che già avevo notato a Gubbio.
Nei dintorni di Pergola da vedere la Cascata di Valrea, molto suggestiva e raggiungibile percorrendo un sentiero di circa 100 metri.

9.Monte Grimano Terme

Monte Grgimano Terme panorama

Panorama su Monte Grimano Terme (Photo Credits: Comune di Montegrimano Terme)

E ora ti porto in un altro dei borghi più belli d’Italia, Monte Grimano Terme. Ti starai chiedendo, ma quanti ce ne sono nelle Marche? Pensa che nella lista ufficiale sono ben 27, motivo in più per visitare questa bella regione.
Diverse le attrazioni da vedere a Monte Grimano Terme, ma intanto si può cominciare con una bella passeggiata delle mura durante la quale potrai notare diverse cassette e panchine fucsia. Sono i punti di bookcrossing, un paradiso per gli amanti della lettura (come me!) in cui ci si può rilassare e leggere un buon libro.
C’è poi il palazzo della Famiglia Massaioli del ‘600 e la Torre Civica del ‘400; di fronte alla torre sorge la piccola Chiesa Papa San Silvestro con all’interno opere di scuola del Lazzarini e Andrea Vicentino.
A chiudere ci sono le terme che fanno parte del Centro Salute Erba Vita, immerse nella natura e nelle quali si può godere dei benefici delle acque salsobromoiodiche e sulfuree che sgorgano dal Monte San Paolo. Un centro benessere ideale per equilibrare corpo e spirito!

10.Fossombrone

Ponte sul Metauro Fossombrone

Ponte sul Metauro, Fossombrone (Photo Credits: Wikimedia Commons)

A chiudere la lista delle cose da vedere a Pesaro e Urbino la “città delle corti”, ovvero Fossombrone. Il borgo si trova lungo il tragitto della via Flaminia che anticamente collegava Roma a Rimini. Cosa vedere a Fossombrone? Partiamo subito con Corso Garibaldi e le sue affascinanti logge, la barocca Chiesa di San Filippo Neri che colpisce all’interno per le innumerevoli decorazioni, stucchi, marmi e sculture in gesso.
La Chiesa di Sant’Agostino, che accoglie opere importanti come la “Madonna con Bambino e Santi” di Giovanni Francesco Guerrieri e la “Natività” di Federico Zuccari. La Cattedrale dei Santi Aldebrando, Maurenzio e Compagni e la fontana “Venere del Metauro”, situata proprio davanti all’ingresso.
Non può mancare uno scatto al Ponte della Concordia, realizzato nella seconda metà del secolo XVIII sul fiume Metauro, e una visita al Museo Archeologico Augusto Vernarecci in cui si può ammirare una collezione di oggetti dalla preistoria alla civiltà romana.
Da visitare la Pinacoteca che ospita una raccolta di dipinti dal XVI al XIX di prestigiosi artisti e la Casa Museo Quadreria Cesarini, in cui si può osservare una grande esposizione di cristalli, porcellane, tappeti e opere di Anselmo Bucci e altri artisti italiani del ‘900.
Nei dintorni di Fossombrone da vedere le Marmitte dei Giganti, dei canyon scavati per millenni dalla potenza dell’acqua del fiume Metauro. In alcuni periodi dell’anno si possono percorrere laghetti naturali e stretti passaggi in un’esperienza avventurosa!

Dove dormire in provincia di Pesaro Urbino?



Booking.com


Queste sono le attrazioni di Pesaro Urbino: cosa vedere nella provincia marchigiana. Chiaro che ci sarebbero tanti altri posti naturali da menzionare, percorsi trekking, borghi e città, però una scelta bisogna farla per ispirarti nel tuo prossimo viaggio nelle Marche e darti una mano a scegliere i luoghi imperdibili.
Quale ti ispira di più? Aggiungeresti qualcun altro? Fammelo sapere nei commenti, ti aspetto!


Lucia Nuzzaci

Ciao sono Lucia, sociologa per formazione, copywriter e travel blogger dal 2017 per lavoro, fondatrice di souvenirdiviaggio.it per dare spazio e vita ai miei viaggi. Amo scrivere, parlare, leggere, viaggiare con mio marito e i miei due figli, fissare gli istanti di un viaggio in mille scatti.

0 commenti

Lascia un commento

Segnaposto per l'avatar

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copyright ©Souvenirdiviaggio, tutti i diritti sono riservati. SouvenirDiViaggio è un blog di proprietà di Lucia Nuzzaci

;