umbricelli-al-tartufo-nero-orvieto

Cosa mangiare a Orvieto: piatti tipici imperdibili

I piatti umbri sono sostanziosi e realizzati con ingredienti genuini, prevalentemente a base di carne, che si accompagnano molto bene con vini di produzione locale.
La cucina tipica orvietana, nonostante sia ricca di tradizioni proprie, è influenzata da regioni vicine come il Lazio e la Toscana.
Tra i prodotti locali umbri e di Orvieto ci sono: salumi e formaggi, negli antipasti delle trattorie tipiche non mancano mai insieme alla torta al testo; la carne di suino lavorata con tecniche “norcine” al fine di ottenere insaccati, porchetta, prosciutti, salsicce; la carne di cinghiale e la pasta fresca, come gli umbricelli, le lumachelle e le tortucce. Immancabile poi il tartufo, che ho ritrovato in molti piatti tipici di Orvieto e di tutta l’Umbria in generale.
Insomma, come avrai capito qui non si resterà a pancia vuota: scopri cosa mangiare a Orvieto!
Buona appetito!

Cosa mangiare a Orvieto: piatti tipici da assaggiare

Salumi e formaggi

antipasto-umbro-salumi-e-formaggi

Antipasto con salumi e formaggi

Un tagliere di salumi accompagnato dalla torta al testo è l’immancabile antipasto tipico umbro.
Innanzitutto, specifico che la torta al testo non è un dolce, come potrebbe sembrare dal nome, ma un tipo di pane basso e non lievitato. Diciamo che ricorda la piadina romagnola ed è conosciuta anche come crescia o ciaccia.
I salumi tipici umbri che si possono assaggiare sono a base di cinghiale, poi troviamo salame, capocollo, guanciale, lardo di cinta, lombetto. Mentre tra i formaggi spiccano il pecorino DOP, il pecorino di Norcia, la ricotta salata, la caciotta al tartufo, il roccaccio.
Nei taglieri più completi ci sono marmellate in cui intingere i formaggi e le bruschette, in genere condite con olio extravergine di oliva o con una salsa al tartufo nero. Tutto molto stuzzicante!

Lumachelle all’Orvietana

La lumachella è un tradizionale prodotto da forno fatto da farina e acqua al quale si aggiungono olio di oliva, strutto, pecorino, pepe, sale e dadini di pancetta o prosciutto crudo. La sua forma, come si intuisce dal nome, è arrotolata come il guscio di una chiocciola.
Si tratta di un cibo da strada o comunque da gustare come spuntino, aperitivo o anche pasto, sia servita calda o fredda. Insomma, la lumachella si può mangiare sempre!
Ammetto che questo è uno dei pochi piatti tipici di Orvieto che non ho assaggiato, mi sono concentrata su primi e secondi. Alla prossima non mancherò!

Tagliatelle con ragù di cinghiale

tagliatelle-al-ragù-di-cinghiale-orvieto

Tagliatelle al ragù di cinghiale

Le tagliatelle al ragù di cinghiale sono buonissime, sebbene questo ragù (a mio parere) sia abbastanza pesante da digerire. Il piatto è diffuso anche nella Maremma Toscana, dove però vengono utilizzate più le pappardelle.
Il procedimento per cucinare il piatto prevede diverse ore di cottura, ma solo così si otterrà una carne succosa e profumata. Il gusto delle tagliatelle al ragù di cinghiale è deciso e selvatico, da provare!

Umbricelli al tartufo nero

umbricelli-al-tartufo-nero-orvieto

Umbricelli al tartufo nero

Tra le cose da mangiare a Orvieto c’è un piatto della tradizione molto diffuso, gli umbricelli. Si tratta di un tipo di pasta fatta a mano simile agli spaghetti, ma di dimensioni più grandi. Io gli ho visti spesso nelle trattorie tipiche di Orvieto e dell’Umbria, e di solito sono conditi con tartufo nero di Norcia, al sugo d’oca oppure con pomodoro, maggiorana, pancetta, aglio, cipolla e pecorino (Umbricelli al Rancetto).
Certamente la versione al tartufo è la più popolare, una pietanza onnipresente in ogni ristorante umbro.

Tips: in altre zone dell’Umbria gli umbricelli vengono chiamati strangozzi o stringozzi.

Gallina mbriaca

Uno dei piatti tipici di Orvieto più amati dai suoi abitanti è la gallina Mbriaca, a base di carne di gallina.
La particolarità è che la carne, di altissima qualità, viene cotta nel vino e accompagnata da celebri vini come il Montefalco Rosso, il Sangiovese, il Chianti per citarne alcuni.
Questo piatto si prepara tagliando la gallina a pezzi e lasciandola insaporire in una salsina a base di olio, vino, verdure tritate e pepe, poi si cuoce in padella con il vino. La carne diviene così tenerissima e gustosa!

Cinghiale in umido

cinghiale-in-umido-orvieto-piatti-tipici

Cinghiale in umido

Eccoci con un altro secondo tipico di Orvieto, il cinghiale in umido. Anche questo, come il ragù di cinghiale, ha un sapore forte e tende ad appesantire un po’, tuttavia il gusto intenso e corposo per chi ama la selvaggina è il top.
Gli ingredienti per preparare il cinghiale in umido non sono tanti e la ricetta è abbastanza semplice, però deve essere cotto al punto giusto e non bisogna commettere errori, altrimenti si rovina il piatto.

Tips: ho provato il cinghiale e altri primi piatti in una trattoria di Todi, Trattoria da Piero e Silvana, ed era tutto ottimo. Non è pubblicità, ci tengo a dirlo, ma un parere personale perché qui si mangiano piatti della tradizione umbra semplici e buoni, con porzioni generose e prezzi onesti, in un ambiente piccolo ma accogliente. Lo consiglio!

Zuppa di ceci e castagne

Un’altra cosa da mangiare a Orvieto è la zuppa. Ammetto di non averla provata, non essendo grande amante delle zuppe ed avendo visitato queste zone quasi sempre in periodi caldi. Lo farò prossimamente!
Una delle zuppe più popolari è quella di ceci e castagne, preparate specialmente durante il Natale e in autunno. Si tratta di un cibo nutriente e veg, dato che non c’è nulla di origine animale, ma solo castagne, ceci, olio, aglio, prezzemolo e pomodoro. Poi spezie come sale e pepe.
Un’altra zuppa servita a Orvieto è quella di ceci con gnocchetti di patate fatti in casa, aromatizzati al rosmarino o finocchietto selvatico. Io ho trovato ancora un’altra, in una trattoria, ovvero la zuppa del contadino con patate, lenticchie, carote e ceci. E chissà quante altre ricette ci saranno… insomma, sono da provare!

Tozzetti con vin santo

tozzetti-con-vin-santo-orvieto

Tozzetti con Vin Santo

Chiudiamo i piatti di Orvieto tipici con un dolce che forse conoscerai come cantucci, poiché nella vicina Toscana i cantucci col Vin Santo sono il fine pasto per eccellenza. Ma, in Umbria, si conoscono come tozzetti e vengono serviti anch’essi con il Vin Santo a fine pasto.
I biscotti sono semplici e porosi a base di farina, zucchero, burro e mandorle principalmente.
Si usa intingerli nel Vin Santo e proprio la loro consistenza farà assorbire un po’ di vino all’interno. Un must che va assolutamente provato!
Altri dolci di Orvieto da gustare sono le frittelle di San Giuseppe, le ciambelle al vino e la zuppa inglese.

In questo articolo ti ho illustrato cosa mangiare a Orvieto, piatti tipici imperdibili se visiti questa città e che ritroverai, più o meno, in tutta l’Umbria.
Ne conosci qualcuno? Li hai già assaggiati? Ti aspetto nei commenti!

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.